Zion Williamson gioca la sua 100esima partita NBA e la stella dei Pelicans è stata a dir poco dominante

Zion Williamson ha giocato la sua 100esima partita NBA in carriera lunedì sera, una vittoria per 105-101 dei New Orleans Pelicans contro l’Oklahoma City Thunder in visita, grazie a una vittoria e -1 di Williamson nell’ultimo minuto. La sua carriera è stata come un fulmine. Non lo vedi spesso, ma quando lo vedi è spettacolare.

È uno degli inizi da 100 partite più dominanti nella storia del campionato e questo la dice lunga, considerando che è stato arruolato nel 2019 e non è mai apparso in una partita di playoff NBA.

Ma i numeri non mentono. Ha il decimo maggior numero di punti di qualsiasi giocatore in 100 partite in carriera nella storia della NBA, e il massimo da Michael Jordan a metà degli anni ’80. Prima di Jordan, nessuno degli altri otto della lista giocava da oltre mezzo secolo. Williamson sta letteralmente facendo cose che non si facevano da decenni.

La maggior parte dei punti nelle prime 100 partite della carriera nella storia della NBA

Wilt Chamberlain

Guerrieri Filadelfia

3.748

1959-1961

Walt Bellamy

Chicago Packers/Zephyr

3.122

1961-63

oscar roberson

Cincinnati Reali

3.040

1960-62

Kareem Abdul Jabbar

Milwaukee Bucks

2.943

1969-71

Giorgio Mican

Minneapolis Lakers

2.879

1948-54

Rick Barry

Guerrieri dello stato d’oro

2.832

1965-67

Elvin Hayes

Razzi di San Diego

2.797

1968-70

Michele Giordano

Chicago Bulls

2.721

1984-86

Elgin Baylor

Minneapolis Lakers

2.569

1958-60

Sion Williamson

Pellicani di New Orleans

2.524

2020-22

Williamson è il primo giocatore nella storia della NBA con 25 ppg con il 60% di tiri da terra nelle sue prime 100 partite in carriera. È il quarto con quelle medie in un arco di 100 partite dalla fusione NBA-ABA del 1976-77. L’ultimo a farlo è stato Shaquille O’Neal.

25 PPG con il 60% FG in 100 partite dalla fusione 1976-77

Sion Williamson

Pellicani

2020-22

Shaquille O’Neal

Magia

1993-94

Carlo Barkley

76er

1989-91

Kevin McHale

Celti

1986-88

Il punteggio medio di gioco di Williamson di 20,0 nella sua carriera è il quarto migliore di qualsiasi giocatore in 100 partite in carriera, da quando i numeri del punteggio di gioco sono diventati disponibili alla fine degli anni ’70. Il punteggio di gioco misura la produttività di un giocatore in base alla ponderazione di varie statistiche sui punteggi dei box. 10 è un gioco medio mentre 40 è eccezionale, quindi se il gioco medio di Zion lo è 20, è piuttosto impressionante. Più impressionante è la compagnia che sta dietro. David Robinson, Michael Jordan, Shaquille O’Neal.

Punteggio di gioco medio più alto nelle prime 100 partite di carriera

David Robinson

Speroni

22.5

1989-90

Michele Giordano

Tori

21.5

1984-86

Shaquille O’Neal

Magia

20.0

1993-94

Sion Williamson

Pellicani

20.0

2020-22

Williamson è stato all’altezza del clamore come talento generazionale con abilità senza pari in un corpo di 6 piedi e 6, 280 libbre, facendo praticamente tutti i suoi danni nella vernice o nella striscia di beneficenza, con il 97 percento dei suoi punti provenienti da uno di quei due punti. Sta dominando in ogni area a un ritmo storico.

Il suo punteggio di vernice è il migliore che il campionato abbia visto dai tempi di O’Neal. Williamson ha segnato una media di 20,3 punti in vernice a partita nel 2020-21, il più alto in una stagione da O’Neal nel 1999-00, la stagione in cui ha guidato il campionato segnando con 29,7 ppg.

Williamson ha segnato almeno 20 punti nel paint 50 volte nella sua carriera, o esattamente la metà delle sue partite. L’unico giocatore a farlo di più da quando Willamson è entrato in campionato è Giannis Antetokoumpo, che lo ha fatto 80 volte, anche se in solo 39 percento dei suoi giochi.

La maggior parte dei giochi con 20 punti vernice dal 2019-20

Giannis Antetokounmpo

dollari

80

Sion Williamson

Pellicani

50

Nikola Jokic

pepite

45

Ja Morant

Grizzly

37

Come puoi immaginare, con tutto il tempo trascorso all’interno, si è guadagnato la sua giusta quota di viaggi in linea. Gli 803 tentativi di tiri liberi in carriera di Williamson sono i sesti per numero di giocatori in 100 partite in carriera nelle ultime 40 stagioni dietro a David Robinson (998), Shaquille O’Neal (906), Michael Jordan (871), Alonzo Mourning (865) e Blake Griffin (829).

Il meglio di Sion

Le migliori partite di Williamson includevano una partita da 39 punti contro i Nuggets, una notte di tiro 13-14 (93%) contro i Mavericks e quattro tre realizzati al suo debutto in NBA contro gli Spurs.

I migliori giochi di carriera

Punti

39

26/03/21

contro DEN

66

Rimbalzi

15

4/9/21

contro PHI

71

Fuori rimbalzi

8

27/02/21

presso SAS

56

PITP

32

4/11/21

al CLE

72

FG pct

93,3 per cento

2/12/21

presso DAL

48

3 punti FG

4

22/1/20

contro SAS

1

SSM

13

25/02/20

presso L.A.L.

13

Ruba

5

27/2/21

contro SAS

56

Minuti

41:54

5/1/21

al MIN

83

Punteggio del gioco

36.4

26/03/21

contro DEN

66

Assist

8** (4 volte)

28/11/22

contro OKC

100

blocchi

3** (3 volte)

28/11/22

contro OKC

100

Manca qualcosa

Sebbene la sua presenza nel punteggio interno sia tra le migliori che il campionato abbia visto in questo secolo, alla fine diventerà una nota a piè di pagina se Williamson continua a essere rallentato dagli infortuni.

Ha perso 146 partite nella sua carriera, principalmente a causa di uno strappo al menisco nel suo anno da rookie e di una frattura di Jones al piede destro la scorsa stagione. È la terza partita persa al momento della 100esima partita della sua squadra dopo essere stata scelta come prima scelta assoluta, dietro David Robinson (servizio militare) e Greg Oden (infortunio al ginocchio).

Maggior numero di partite perse al momento della 100esima partita in carriera – Prima scelta assoluta nell’era del Draft moderno (dal 1966)

Greg Oden

Blazer da pista

440

2007-13

David Robinson

Speroni

164

1987-90

Sion Williamson

Pellicani

146

2019-22

Nella sua migliore stagione fino ad oggi, 2020-21, Williamson è diventato il primo giocatore a classificarsi tra i primi 10 nella NBA per punteggio e percentuale di field goal, ma ha saltato i playoff da Shaquille O’Neal nel 1992-93. Le cose stanno migliorando a New Orleans, però. I Pelicans hanno uno dei giovani marcatori più prolifici nella storia della NBA e sono 4 partite sopra .500 per la prima volta con Williamson, che la squadra ha firmato con un’estensione massima da rookie in questa bassa stagione e ha rinforzi in arrivo. I Pelicans possono scambiare le scelte del primo turno con i Lakers nel 2023, quando il fenomeno adolescenziale francese Victor Wembanyama dovrebbe essere la prima scelta assoluta. Non si sa mai, i fulmini possono colpire due volte.

Leave a Comment