Zara McDermott giura di cambiare i suoi contenuti sui social media dopo il suo documentario Disordered Eating

Zara McDermott ha promesso di cambiare i suoi contenuti sui social media dopo aver appreso che “attiva” le persone con disturbi alimentari.

I telespettatori di BBC Three sono rimasti divisi dopo aver visto il suo nuovo documentario, con molti fan che si sono affrettati a definire il programma “sordo”.

L’ex star di Love Island, 25 anni, è apparsa venerdì a colazione della BBC per discutere dell’impatto devastante che i post sui social media degli influencer possono avere sui giovani alle prese con disturbi alimentari.

“Ho una responsabilità”: Zara McDermott ha promesso di cambiare i suoi contenuti sui social media dopo aver appreso che “attiva” le persone con disturbi alimentari

Zara ha detto ai presentatori Charlie Stayt e Tina De Healy: “Purtroppo sono stata trollata piuttosto male quando sono uscita dallo spettacolo a causa del mio peso, sai che non ero la ragazza più piccola lì, ma ero un peso perfettamente sano, ma purtroppo i troll hanno deciso per dirmi che ero troppo grande.

‘Poi ho intrapreso il mio percorso di salute e fitness e di conseguenza ho perso un po’ di peso.

‘Io stesso non soffrivo di un disturbo alimentare, ma sapevo che c’era un’enorme richiesta di contenuti per la perdita di peso, quindi stavo solo postando senza sapere l’impatto negativo che stava avendo sui miei follower. Stavo solo soddisfacendo le richieste di quel contenuto.’

Zara ha spiegato:

Zara ha spiegato: “Ho anche una responsabilità, è un po’ una corda tesa perché voglio condividere la mia vita, ma devo essere consapevole che ci sono milioni di persone che guardano”

Alla domanda su quale sia stato l'”impatto dannoso” sui suoi follower, Zara ha risposto: “Sappiamo che i social media non causano disturbi alimentari, ma possono avere un enorme impatto sullo sviluppo, quindi essenzialmente i miei post e molti altri influencer potrebbero aver innescato qualcuno disordini alimentari ad un certo punto.

“È difficile perché voglio condividere la mia vita, sono ancora appassionato di mangiare sano, ma si tratta di trovare quell’equilibrio nella vita”.

Ha spiegato i suoi sentimenti ora pubblicando foto rivelatrici di bikini: “Penso che ogni tanto totalmente, ma si tratta solo di non renderlo il tuo intero profilo sui social media, si tratta di immagine del corpo e mostrare la tua personalità e le cose che ami, non solo come sembri.

‘Penso che anche se pensavo di essere preparato per questo, niente può prepararti per quelle conversazioni. È molto raro che ti siedi con le persone più vulnerabili della società e ci rifletti, quindi è stato davvero illuminante e ha cambiato la mia visione di me stesso e del contenuto che ho pubblicato e inoltre non penso di sapere esattamente quali sono i punti trigger erano ma ora lo faccio.’

Apertura: l'ex star di Love Island, 25 anni, è apparsa venerdì a colazione della BBC per discutere dell'impatto devastante che i post sui social media degli influencer possono avere sui giovani alle prese con disturbi alimentari

Apertura: l’ex star di Love Island, 25 anni, è apparsa venerdì a colazione della BBC per discutere dell’impatto devastante che i post sui social media degli influencer possono avere sui giovani alle prese con disturbi alimentari

Quando le è stato chiesto cosa farà andando avanti, ha detto: “In sostanza per me ho imparato a non permettere a qualcuno di emulare il tuo esatto stile di vita, esattamente cosa mangi in un giorno, quale esercizio fai perché potresti non credere ma le persone fanno ciò che emula esattamente il tuo stile di vita.

‘Quindi non pubblicare cose come quello che mangio in un giorno, non rigidi regimi di allenamento che le persone potrebbero copiare.

“Ho anche una responsabilità, è un po’ una corda tesa perché voglio condividere la mia vita, ma devo essere consapevole che ci sono milioni di persone che guardano quello che faccio e non voglio innescare qualcuno che è veramente vulnerabile, quindi si tratta di trovare quel perfetto equilibrio

“Voglio dire, penso che il 99% del feedback sia stato positivo, ci sarebbe sempre stato l’1% che avrebbe detto qualcosa perché è un argomento controverso e un influencer dei social media che affronta quell’argomento lo avrebbe sempre avuto.”

Opinioni: il documentario della BBC Three di Zara su Disordered Eating ha diviso gli spettatori dopo la sua trasmissione di martedì

Opinioni: il documentario della BBC Three di Zara su Disordered Eating ha diviso gli spettatori dopo la sua trasmissione di martedì

Il documentario di Zara su Disordered Eating ha diviso gli spettatori dopo la sua trasmissione martedì.

Prendendo su Twitter per condividere i loro pensieri immediati, molti fan si sono affrettati a criticare il programma definendolo “sordo di tono” e “trigger”, ma altri hanno lodato la star di Love Island per aver capito che era “parte del problema e voleva risolverlo”. ‘

Nel suo documentario, Zara ha indagato sull’impatto devastante dei post sui social media degli influencer sui giovani alle prese con disturbi alimentari, con la star stessa che ha appreso che le sue immagini di Instagram erano state “innescanti”.

Per il documentario, Zara ha parlato con un certo numero di giovani che avevano sofferto di disturbi alimentari, riflettendo su come i social media possano avere un impatto negativo sulla loro immagine corporea e sulla loro salute mentale.

Ma il programma ha ottenuto una risposta mista da parte dei fan, con alcuni che l’hanno elogiata per aver evidenziato un problema così grave e hanno persino riconosciuto che i suoi contenuti di salute e fitness potrebbero aver contribuito al problema.

Tuttavia, altri si sono affrettati a bollare il programma “non udenti”, con alcuni che avevano precedentemente combattuto contro i disturbi alimentari, ammettendo che era un orologio difficile.

Opinione: prendendo su Twitter per condividere i loro pensieri immediati, molti fan si sono affrettati a criticare il programma definendolo

Opinione: prendendo su Twitter per condividere i loro pensieri immediati, molti fan si sono affrettati a criticare il programma definendolo “sordo”, ma altri hanno lodato la star di Love Island

Uno ha twittato: “Ho appena visto il documentario di Zara McDermott su Disordered Eating. Il coraggio e la forza dei giovani che hanno condiviso le loro esperienze è stato ciò che mi ha colpito.

“Anche i contributi dei professionisti sono stati perspicaci.”

Un altro ha aggiunto: “Spero davvero che ogni influencer o persona con qualsiasi tipo di seguito guardi il documentario di Zara McDermott su @bbcthree. Le cose devono cambiare.’

Un terzo ha twittato: “Ho appena visto un documentario della BBC condotto da Zara McDermott ed è stato straziante vedere così tanti giovani, in alcuni casi preadolescenti, vergognarsi del proprio corpo.

‘Tutto il merito va a Zars per aver riconosciuto che lei potrebbe essere parte del problema e voler risolverlo. Il body shaming è disgustoso.’

“Wheewwww quel documento di Zara McDermott è pesante”, ha postato un fan.

‘TW sui disturbi alimentari ofc. Non riesco a credere che esista roba “meanspo”. Ho pianto molto in questo, ricordando che i social media non sono reali e che gli influencer devono essere super consapevoli di chi sia il loro pubblico.’

blank

blank

blank

blank

Importante: alcuni l'hanno elogiata per aver evidenziato un problema così incisivo e anche per aver riconosciuto che i suoi contenuti su salute e fitness potrebbero aver contribuito al problema

Importante: alcuni l’hanno elogiata per aver evidenziato un problema così incisivo e anche per aver riconosciuto che i suoi contenuti su salute e fitness potrebbero aver contribuito al problema

Un fan ha anche twittato: “Nel complesso, penso che il documentario su Zara McDermott sia stato ben fatto e corretto nei suoi confronti per aver esplorato come i social media e gli influencer possono esacerbare un’alimentazione disordinata”.

“Ho sicuramente trovato alcuni influencer che si innescano in passato e l’apertura della discussione è così importante.”

Tuttavia, uno spettatore ha twittato: “Guardando il documentario #DisorderedEating di Zara McDermott e provando sentimenti contrastanti.

“È utile affrontare l’impatto dei social media, ma l’intera conversazione riguarda il modo in cui si attiva quel contenuto pur mostrando lo stesso contenuto nel programma”.

Uno spettatore ha anche condiviso: “Oh, sta iniziando il graduale abbassamento della popolazione. Questo documentario su Zara McDermott mi fa venir voglia di buttare il divano contro la televisione. È così, così ottusa, per non dire completamente stonata.’

blank

blank

Infuriato: tuttavia, altri si sono affrettati a bollare il programma

Infuriato: tuttavia, altri si sono affrettati a bollare il programma “non udenti”, con alcuni che avevano precedentemente combattuto contro i disturbi alimentari, ammettendo che era un orologio difficile

Nel suo documentario BBC Three, Zara esamina lo scioccante aumento dei siti Meanspo, dove i giovani si iscrivono per sentirsi dire che sono “grassi” per “ispirarli” a perdere peso.

Ha rivelato che pochi minuti dopo aver creato un account su TikTok, è stata bombardata da post che promuovevano l’anoressia e i “thinfluencer”.

Zara ha detto che vuole che il suo nuovo documentario incoraggi le piattaforme di social media e altri influencer ad affrontare il problema e non a “perpetuare” i disturbi alimentari.

È arrivato dopo che in precedenza aveva rivelato di essere rimasta “devastata” quando i malati di disturbi alimentari le avevano detto che i suoi post sulla perdita di peso erano “trigger”.

La star ha affermato di non essersi mai preoccupata del suo corpo o di aver contato le calorie fino a quando i troll crudeli non l’hanno etichettata come una “balena grassa”, portandola a perdere peso.

Ha poi documentato la sua perdita di peso di tre pietre con immagini condivise su Instagram nel 2020, ma è stata accusata di scatenare anoressia e disturbi alimentari con i suoi post.

“Sono stata assolutamente devastata nel sentirlo”, ha detto a The Sun.

Sconvolto: è arrivato dopo che in precedenza aveva rivelato di essere rimasta

Sconvolto: è arrivato dopo che in precedenza aveva rivelato di essere rimasta “devastata” quando i malati di disturbi alimentari le avevano detto che i suoi post sulla perdita di peso stavano “innescando”

‘Non sapevo dove andare da lì, perché non voglio ferire nessuno ed è così facile che qualsiasi cosa pubblichi venga percepita nel modo sbagliato.

“Non sapevo se abbandonare del tutto i social media, ma penso che tutto quello che posso fare è imparare, ascoltare e fare del mio meglio.”

Zara ha detto che è stato parlare con pazienti adolescenti presso la Schoen Clinic Newbridge di Birmingham durante le riprese che ha cambiato la sua prospettiva sui suoi post sui social media.

La personalità televisiva ha detto che una giovane le ha detto che era “bella” prima della sua perdita di peso e che i suoi post potevano essere dannosi per le giovani donne alle prese con disturbi alimentari.

Ha ammesso che è stato “difficile da ascoltare” e ha detto di essersi sentita “davvero turbata” in seguito, ma ha detto che gli influencer hanno il “dovere” di essere responsabili dei loro contenuti, dicendo che non avrebbe mai più voluto commettere lo stesso errore.

Se hai bisogno di aiuto o supporto per un disturbo alimentare, chiama Beat allo 0808 801 0677 o visita www.beateatingdisorders.org.uk.

Sconvolto: l'ex star di Love Island (nella foto nel 2020) ha affermato di non essersi mai preoccupata per il suo corpo fino a quando i troll crudeli non l'hanno etichettata come una

Sconvolto: l’ex star di Love Island (nella foto nel 2020) ha affermato di non essersi mai preoccupata per il suo corpo fino a quando i troll crudeli non l’hanno etichettata come una “balena grassa”, portandola a perdere peso

.

Leave a Comment