Valencia vs Barcellona, ​​​​La Liga: punteggio finale 0-1, Robert Lewandowski segna il vincitore nel finale mentre Barca ottiene tre punti importanti al Mestalla

Il Barcellona lo ha lasciato il più tardi possibile, ma è riuscito ad andare a pari punti La Liga la capolista Real Madrid per almeno alcune ore grazie a una combattuta vittoria per 1-0 contro il Valencia a Mestalla sabato sera. Il Barça era la squadra migliore e ha creato grandi occasioni, ma ha sprecato molto sotto la porta ed era sulla buona strada per perdere due punti prima che Robert Lewandowski segnasse un gol molto tardivo regalando ai catalani tre punti enormi.

PRIMO SEMESTRE

Il Barça ha avuto un’ottima prestazione nel primo tempo, affermandosi come la forza dominante all’inizio e costringendo il Valencia a difendere in profondità nella propria metà campo. Tè blaugrana erano diretti come li abbiamo visti di recente e non avevano paura di giocare palle lunghe attraverso il terreno e l’aria per trovare corridori dietro, e c’era molta varietà in attacco che ha portato ad alcuni momenti davvero buoni per gli ospiti.

Il problema era la mancanza di precisione nell’ultimo terzo, con i giocatori che sbagliavano il passaggio finale o prendevano decisioni sbagliate sotto porta per salvare una difesa del Valencia che a volte era dappertutto.

Il Barça è riuscito a creare due occasioni importanti, tuttavia: la prima è arrivata da un passaggio glorioso di Pedri per trovare Ansu Fati ma il portiere del Valencia Mamardashvili è uscito di corsa bene e ha salvato il tentativo di chip di Fati; il secondo arriva poco prima dell’intervallo quando Jordi Alba gioca un bel cross per trovare la testa di Robert Lewandowski ma il polacco colpisce il piede del palo e non riesce a trovare il fondo della rete.

All’intervallo, una buona prestazione del Barça meritava almeno un gol, ma i catalani non sono riusciti a portare a termine il lavoro, lasciando molto lavoro da fare nel secondo tempo.

SECONDA METÀ

Il Valencia ha giocato molto meglio all’inizio del periodo finale, spingendo più in alto e mandando più corpi in avanti. Hanno anche preso il vantaggio al 5′ con Samuel Lino, ma il VAR ha escluso il gol per un fallo di mano di Marcos André nella preparazione.

La squadra di casa ha pareggiato le cose, ma Xavi Hernández ha fatto un triplo cambio con Gavi, Ferran Torres e Raphinha che sono usciti dalla panchina cercando di ristabilire il controllo, e il piano ha funzionato poiché i tre sostituti hanno portato più energia e intensità nella squadra e il blaugrana ancora una volta si sono ritrovati in cima.

Ma i loro problemi in attacco sono continuati e lo scarso processo decisionale nell’ultimo terzo ha rovinato alcuni attacchi davvero promettenti poiché il centrocampo ha fornito dei bei passaggi che gli attaccanti hanno sprecato più e più volte.

Il Barça ha permesso al Valencia di rimanere in gioco e la squadra di casa ha intuito di avere una reale possibilità di vincerla negli ultimi 10 minuti. Hanno iniziato a mandare sempre più corpi in attacco, il che ha lasciato molto spazio dietro al Barça per contrattaccare.

Ed è proprio con un contropiede che il Barça crea la sua migliore occasione della partita: all’84’ Raphiha trova Pedri dentro l’area con un pallone sopra le righe e Pedri piazza la palla a Ferran, tutto solo nell’area piccola per il più facile dei tap-in, ma lo spagnolo in qualche modo ha mancato completamente la palla e non è riuscito a trasformare a rete aperta.

Sembrava che quella fosse stata l’ultima occasione della partita per il Barça, ma i catalani non si arrendono e continuano ad attaccare cercando un’occasione in più, ed è arrivata: al 93′ Raphiha ha messo in campo un bel cross area e Robert Lewandowski si è allungato il più possibile per entrare in contatto e reindirizzare la palla in fondo alla rete per sbloccare finalmente la situazione.

Gli ultimi momenti sono stati molto, molto tesi quando il Valencia è diventato troppo fisico cercando di ottenere un pareggio nel finale, ma il Barça è sopravvissuto agli ultimi secondi e il fischio finale è arrivato a regalare al Barça tre punti giganti. Avrebbero dovuto vincere molto più facilmente e perdere ogni occasione tranne l’ultima, e dovranno migliorare sotto porta se vogliono vincere il campionato.

Ma alla fine hanno meritato i tre punti, e questa potrebbe rivelarsi una vittoria cruciale nella corsa al titolo.


Valenzano: Mamardashvili; Correia (Vázquez 80′), Gabriel, Cömert, Gayà; Guillamon; Foulquier, Kluivert (Castillejo 72′), Almeida (Lato 72′); Cavani (M. André 18′), Lino

Obiettivi: Nessuno

Barcellona: Ter Stegen; Balde, Kounde (Pique 74′), Eric (Alonso 42′), Alba; Pedri, Busquets (Gavi 56′), De Jong; Dembele (Ferran 56′), Lewandowski, Fati (Raphinha 57′)

Obiettivo: Lewandowski (90+3′)

Leave a Comment