Una retrospettiva su Gianni Versace, vincitori degli Australian Fashion Laureates – WWD

SOLO ICONE: Venticinque anni dopo la sua morte, Gianni Versace è oggetto di un’imminente retrospettiva al Groninger Museum nei Paesi Bassi che si autodefinisce la più grande mostra del lavoro dello stilista italiano.

La mostra presenta abiti da donna e da uomo, accessori, tessuti, disegni, design di interni e filmati del periodo di massimo splendore di Versace negli anni ’90, provenienti dagli archivi dei principali collezionisti privati ​​del suo lavoro. La famiglia e l’azienda Versace non sono coinvolte e non hanno appoggiato l’evento.

I visitatori potranno vedere creazioni iconiche come l’abito con spilla da balia che ha portato Elizabeth Hurley alla celebrità internazionale nel 1994, in prestito dal Metropolitan Museum of Art di New York City, e look chiave della passerella dell’autunno 1991 che hanno cristallizzato il momento della top model, con un cast che include Linda Evangelista, Christy Turlington, Cindy Crawford e Naomi Campbell.

Liz Hurley al

Liz Hurley alla premiere di “Quattro matrimoni e un funerale” a Londra, 1994.

© Dave Benett/Hulton Archive/Getty Images/Per gentile concessione del Groninger Museum

“Gianni Versace ha capito il potere dei media meglio di chiunque altro. Ha gettato le basi per gli influencer di oggi. Versace ha fatto sedere le celebrità piuttosto che i giornalisti di moda in prima fila ai suoi spettacoli”, ha dichiarato il museo in una nota.

“Li ha anche vestiti per apparizioni e spettacoli sul tappeto rosso. Il rapper 2Pac indossava spesso le camicie di seta dello stilista sul palco e si esibiva in una sfilata Versace del 1996 a Milano. La strategia di Versace è stata estremamente efficace nel raggiungere un pubblico di massa”, ha aggiunto.

“Gianni Versace Retrospective”, curata da Karl von der Ahé e Saskia Lubnow, è in programma dal 3 dicembre al 7 maggio. È organizzata in collaborazione con i collezionisti Antonio Caravano, con Sabina Albano come curatrice della collezione, così come Salvatore Alderuccio e Franco Jacassi, titolare del negozio milanese Vintage Delirium.

La mostra è organizzata attorno alle fonti di ispirazione del designer, con ogni galleria caratterizzata da un arredamento unico. Uno di questi è dedicato alla cultura pop statunitense degli anni ’90 e presenta musica di Elton John e disegni di Andy Warhol, che ha ispirato la collezione primavera 1991 di Versace, con stampe multicolori di Marilyn Monroe. — JOELLE DIDERICH

VINCITORI AUSTRALIANI: L’artista australiano Ken Done ha vinto il Lifetime Achievement Award agli Australian Fashion Laureates 2022.

Considerato il trofeo di punta del settore, il premio è stato tra i sette Australian Fashion Laureates che sono stati presentati a un pranzo al Museum of Contemporary Art di Sydney martedì.

Uno degli artisti più importanti del paese, il cui lavoro è stato presentato in oltre 100 mostre personali in Australia e in tutto il mondo, Done, che ora ha 82 anni, ha abbandonato una carriera di successo come direttore creativo presso agenzie pubblicitarie a New York, Londra e Sydney per concentrarsi sulla pittura a tempo pieno nel 1980. Le sue rappresentazioni vibranti e ingenue dell’Australia e, in particolare, dei punti di riferimento di Sydney hanno contribuito a definire lo zeitgeist culturale degli anni ’80 in Australia e si sono rivelate una miniera d’oro commerciale, sfruttando in particolare il boom del turismo giapponese del decennio.

Ken Done con una modella in un look della collezione Romance Was Born x Ken Done Resort 2023 durante la vetrina 2022 di Afterpay Australian Fashion Week, Ken Done Gallery, The Rocks, Sydney, 9 maggio 2022.

Ken Done con una modella in un look della collezione Romance Was Born x Ken Done resort 2023.

Brendon Thorne

Dalla sua galleria a Sydney, Done e sua moglie Judy hanno iniziato a vendere magliette e felpe decorate con le sue stampe, che si sono rivelate popolari. Si sono espansi in costumi da bagno, abbigliamento da resort, biancheria da letto e altri articoli per la casa. Entro la fine del decennio gestivano 15 negozi in tutto il paese.

Il merchandising di Ken Done non è stato solo un protagonista della catena di vendita al dettaglio degli anni ’80 di Olivia Newton-John, Koala Blue, che operava negli Stati Uniti, in Asia e in Europa, ma ha anche disegnato il logo del marchio. I suoi numerosi accordi di licenza, durante i suoi giorni feriali, includevano accordi con i grandi magazzini Mervyn e Bart Jacobs in California.

Il designer dell’anno ai premi di quest’anno è stato vinto dal duo di fratelli Camilla Freeman-Topper e Marc Freeman, dell’etichetta Camilla e Marc.

Emerging Designer of the Year è stato vinto da Lesleigh Jermanus, del marchio Alémais, il secondo importante premio dell’anno di Jermanus, dopo aver portato a casa il National Designer Award 2022 a luglio.

Lo stilista indigeno dell’anno è stato assegnato a Laura Thompson, co-fondatrice dell’impresa sociale aborigena e marchio di moda Clothing The Gaps.

Sarah Munro e Robert Sebastian Grynkofki del marchio di gioielli Sarah e Sebastian hanno ricevuto il premio Innovazione sostenibile dell’anno. A lungo concentrati sulla sostenibilità, i due si sono recentemente impegnati a donare un milione di dollari australiani, o $ 667.000 al cambio attuale, per gli sforzi di conservazione degli oceani nel prossimo decennio.

Il Carla Zampatti Award for Excellence in Leadership è stato vinto da Leila Naja Hibri, amministratore delegato dell’Australian Fashion Council.

Il People’s Choice Award, deciso da una votazione pubblica condotta dallo sponsor per i diritti di denominazione della settimana della moda australiana Afterpay, è stato vinto da Rebecca Vallance. — PATTY HUNTINGTON

LA NUOVA CASA DEL BRUNELLO: Brunello Cucinelli sembra aver messo radici a Los Angeles.

Il designer, presidente esecutivo e direttore creativo del suo omonimo marchio di moda, è il nuovo proprietario di una casa in stile revival coloniale spagnolo degli anni ’20 a Runyon Canyon.

LONDRA, INGHILTERRA - 02 SETTEMBRE: Brunello Cucinelli celebra il 1° anniversario del flagship store di Brunello Cucinelli il 2 settembre 2021 a Londra, Inghilterra. (Foto di David M. Benett/Dave Benett/Getty Images per Brunello Cucinelli)

Brunello Cucinelli

Immagine per gentile concessione di Brunello Cucinelli

La residenza è stata acquistata per 5 milioni di dollari in un affare fuori mercato, secondo Dirt, rivelando che la proprietà era stata precedentemente di proprietà del dirigente dell’intrattenimento Robert Geary per decenni. Secondo quanto riferito, è una casa con cinque camere da letto e tre bagni su due piani e più di 3.800 piedi quadrati. Il sito fa notare che Susan Andrews e Justin Roberts di Compass rappresentavano il venditore, mentre Brent Watson e Marco Salari, entrambi di Coldwell Banker Realty, hanno lavorato con Cucinelli all’affare.

Nato a Castel Rigone, vicino a Perugia in Italia, Cucinelli è noto per risiedere in una villa del XVII secolo a Solomeo, in Italia, dagli anni ’80. La sua sede aziendale è nelle vicinanze. Il marchio, che è diventato pubblico nel 2012, si è notevolmente ampliato sin dai suoi primi giorni. Lanciando l’attività nel 1978 con una linea di maglieria in cashmere tinto, Cucinelli è nota per offrire una vasta gamma di beni di lusso a livello internazionale.

A Los Angeles, i suoi vicini includeranno il compositore Harald Kloser, il regista Alan Ball, l’attrice Katey Sagal e l’attore Julian Morris. — RYMA CHIKHOUNE

IN GIARDINO: Il pop-up dorato.

Il marchio di gioielli britannico Missoma ha aperto il suo primo pop-shop a Covent Garden di Londra. L’attività è su una traiettoria ascendente, nel 2021 ha registrato una crescita del 74% delle vendite a 33 milioni di sterline, rispetto ai 19 milioni di sterline nel 2020.

Un negozio fisico temporaneo ha lo scopo di consentire al marchio di testare la temperatura della vendita al dettaglio. Missoma ha già sportelli all’interno dei grandi magazzini Selfridges e Liberty’s Jewellery Hall.

“Sembra una nuova opportunità perché ci dà la libertà di sperimentare e creare come vogliamo. Possiamo anche stabilire le regole, come mettere su Missoma x Mirabeau Late Night Shopping ogni giovedì ed eventi di styling esclusivi che presenteranno alcuni partner incredibili [to be announced soon]”, ha dichiarato a WWD Marisa Hordern, amministratore delegato e direttore creativo del marchio.

missoma

C’era una richiesta da parte della comunità di Missoma per un luogo fisico.

Per gentile concessione di Missoma

“Man mano che cresciamo, creiamo spazi fisici in cui possiamo connetterci con la nostra comunità e la nostra comunità può connettersi con il nostro prodotto nella vita reale. Comprendiamo che la vendita al dettaglio fisica è vitale per aumentare la nostra quota di mercato e ridimensionare il nostro marchio “, ha continuato.

C’era una richiesta da parte della comunità di Missoma per un mattone e malta. Il marchio sarà vicino all’annuale albero di Natale a Covent Garden, una decisione consapevole di Hordern.

“I nostri gioielli sono realizzati a mano da artigiani: dall’essere progettati nel nostro studio di Notting Hill, all’avere pietre preziose tagliate a mano incastonate a mano e dipingere a mano il nostro smalto”, ha affermato Hordern, affinando i quattro pilastri di Missoma che hanno aiutato il marchio successo: comunità, artigianato, sostenibilità e styling.

L’azienda sta lavorando alla campagna Worn on Repeat, incentrata su longevità e vestibilità. “Questo si collega anche ai nostri sforzi per creare meno, ma meglio”, ha aggiunto Horden.

“Un obiettivo importante saranno le nostre iniziative di sostenibilità e il modo in cui lavoriamo per ridurre la nostra impronta di carbonio. Quest’anno faremo i primi passi nella circolarità, collaborando con Central Saint Martins. Daremo agli studenti MA Design i nostri gioielli deadstock da trasformare in pezzi nuovi di zecca da cui sceglieremo un design vincente. Questo design ispirerà una collezione in edizione limitata che venderemo in loco”, ha affermato Horden. —HIKMAT MOHAMMED

LA VACANZA DI STELLA: Per le festività natalizie, Stella McCartney ha collaborato con Neiman Marcus per il debutto di una capsule partywear di prêt-à-porter e accessori. Per celebrare l’esclusiva collezione, Neiman Marcus ospita tre pop-up nei suoi Coral Cables, in Florida; Sedi di North Park, Texas e San Francisco.

“Mescolando uno spirito celebrativo con una sensibilità consapevole, la capsule incarna un sex appeal senza tempo su una tavolozza vibrante e ispirata alla natura”, ha affermato il marchio in una nota.

blank

Uno sguardo all’interno del pop-up natalizio di Stella McCartney da Neiman Marcus.

Diana Zapata/BFA.com

La capsule collection comprende 10 abiti da cocktail e da sera, due borse Falabella vegane e uno scivolo in rete di cristallo nei materiali cruelty-free e responsabili del brand. Gli abiti di McCartney sfoggiano un’attitudine celebrativa con accenti di cristallo senza piombo e fissati a caldo, come si vede sulla spalla di un abito greco asimmetrico in doppio raso di viscosa color seta viola e rosso o su abiti da cocktail a rete avvolgenti. Si dice che sia gli abbellimenti in cristallo della collezione che i dettagli del reggiseno attorcigliato, ritagliato e scultoreo sui numeri di maglia fossero riferimenti alla collezione autunnale del designer. —EMILY MERCER

blank

Uno sguardo all’interno del pop-up natalizio di Stella McCartney da Neiman Marcus.

Diana Zapata/BFA.com

Leave a Comment