Tiffany’s Celebrates Lock Collection a Los Angeles, con Hailey Bieber, Kim Kardashian e altro ancora – WWD

Il ciondolo con targhetta a cuore di Tiffany è radicato nella cultura adolescenziale americana.

“Ricordo quando mia sorella ha avuto il suo ‘Sweet 16’ e ha ricevuto una collana di Tiffany, ed è stato l’affare più grande del mondo”, ha ricordato Hailey Bieber della catena d’argento, adornata con la levetta anteriore incisa.

“E io ero tipo, ‘Uffa, non vedo l’ora che arrivi il mio 16° compleanno e spero di ricevere Tiffany'”, ha riso.

Ha fatto lei?

“Alla fine l’ho fatto”, ha detto il modello e fondatore di Rhode.

Bieber era al Sunset Tower Hotel di West Hollywood, California, mercoledì sera, insieme agli ambasciatori del marchio Tiffany & Co. Gal Gadot e Adria Arjona, oltre a Kim Kardashian, Zoë Kravitz, Alexa Demie, Halsey, Miranda Kerr, Alexandra Daddario , Demi Singleton, Kaitlyn Dever, Giveon, Bruna Marquezine, Diego Boneta e Zoey Deutch.

Anche Deutsch ha sollevato il ciondolo a forma di cuore.

Crescendo era un prodotto caldo per i bat mitzvah, ha detto: “Il regalo dei sogni. Non ne ho avuto uno, ma era quello da prendere”. Si fermò. “Metti una buona parola per me”, ha scherzato.

Stava benissimo, scintillando nei gioielli di Tiffany. L’attrice – la prossima protagonista della commedia romantica “Qualcosa da Tiffany” – indossava un’imperdibile collana di platino con un ciondolo di acquamarina di oltre 22 carati e diamanti, abbinata a orecchini abbinati e tre grandi anelli di diamanti.

“Ho anche il mio lucchetto, il mio splendido lucchetto d’argento”, ha detto Deutsch, rivelando il suo braccialetto.

Motivo della celebrazione è stata la collezione “Lock” di Tiffany, che ha debuttato a livello mondiale a settembre con quattro bracciali per tutti i generi in oro giallo, bianco e rosa 18 carati.

I Bieber erano accatastati, tempestati di diamanti.

“Per quanto riguarda i gioielli, quando si pensa a ciò che è bello, classico e senza tempo, Tiffany è la cosa che mi viene davvero in mente”, ha detto Bieber, in un abito Saint Laurent aderente e trasparente.

Qual è il suo pezzo più prezioso?

“Probabilmente il mio anello di fidanzamento è la cosa più sincera, speciale e fantastica che ho in termini di gioielli”, ha detto. È sposata con Justin Bieber dal 2018. “Inoltre, adoro gli orologi. Voglio essere in grado di trasmetterli un giorno ai miei figli oa mia figlia o a più bambini, chissà. Con i gioielli, sono così cimeli che puoi continuare a tramandare e continuare a tramandare.

Bieber, che si stava divertendo a ritrovare gli amici nella stanza, ha proseguito: “In uno spazio piccolo e intimo come questo, puoi vedere le persone che ami, connetterti e chattare… Alex Arnault è davvero fantastico. Mi è davvero piaciuto lavorare con loro. Amo i loro gioielli, personalmente. Sono in un punto della vita in cui è, tipo, non voglio collaborare con nessuno che in realtà non amo, sinceramente amo i loro prodotti, i loro vestiti o i loro gioielli”.

Alexandre Arnault, vicepresidente esecutivo del prodotto e delle comunicazioni di Tiffany & Co., era in città con il presidente e amministratore delegato di Tiffany Anthony Ledru per brindare all’occasione.

“È qui che abbiamo un’altissima concentrazione di amici di casa”, ha detto Ledru dei festeggiamenti a Los Angeles. Tra gli ospiti c’erano le star della Gen Z Blake Grey, Noah Beck, Amelie Zilber e Landon Barker; La sciatrice olimpionica Eileen Gu e lo schermitore Miles Chamley-Watson.

“È un buon periodo dell’anno”, ha continuato Ledru. “Il tempo è molto migliore che a New York. Questa è un’altra buona ragione”.

“Sembra che stia succedendo a casa”, ha detto Gadot della serata. “Ci sono così tante persone meravigliose qui, amici e persone con cui ho lavorato.”

Da giovane, “Colazione da Tiffany” è stata la sua introduzione al marchio: “Era il film, il classico e Audrey Hepburn”.

Aveva una fila di braccialetti “Lock” su ogni polso. “Io ne possiedo uno”, ha detto Gadot, che indossava un vestito rosso di Givenchy. “Lo adoro, perché è così Art Déco e senza tempo.”

La linea “Lock” vuole essere “il più grande lancio che Tiffany’s ha fatto nell’ultimo decennio”, ha detto Ledru. “L’ultimo è stato T. Credo che sarà effettivamente più grande di T. Il design è molto universale. Parla al mondo. Parla al mondo in termini di design. È puro minimalista. Parla al mondo in termini di genere. È completamente senza genere. E penso che parli al mondo, cosa più importante, in termini di simbolismo… Può riguardare la protezione. Risale al nostro lucchetto. È un motivo molto d’archivio per noi… Il modo in cui la collezione è stata immaginata doveva essere molto flessibile. Puoi rimuoverlo. Puoi impilarlo. E non c’è bisogno di alcuna cassetta degli attrezzi. Puoi rimuoverlo molto facilmente. E penso che questa sia la strada da percorrere con i nostri clienti oggi”.

Successivamente, “c’è un grande piano attorno ad Andy Warhol”, ha rivelato Ledru. “Era un illustratore negli anni ’60 per Tiffany’s. È stata una delle prime collaborazioni che abbiamo avuto. Riguarderà la magia di Andy Warhol nei negozi su alcune delle nostre facciate. E la cosa più importante per Tiffany’s per il prossimo anno è ovviamente la riapertura di Landmark [the Fifth Avenue flagship]. Saranno fuochi d’artificio per il marchio. E molte altre innovazioni per i negozi in arrivo”.

Leave a Comment