Thiago Silva insiste sul fatto che il Brasile, favorito della Coppa del Mondo, possa porre fine al dolore della propria nazione

Thiago Silva ha già camminato in questa tempesta. Era il capitano del Brasile nel 2014, quando erano i padroni di casa e non riuscivano a trattenere le lacrime durante l’inno nazionale prima che non potessero più tenerlo insieme e crollassero sotto la pressione.

Silva ha saltato la semifinale persa 7-1 contro la Germania. È stato bandito dal gioco e pesantemente criticato per mancanza di forza mentale dopo aver collezionato un inutile cartellino giallo nei quarti di finale contro la Colombia.

Subito dopo è stato privato della carica di capitano, ma giovedì contro la Serbia, il 38enne centrocampista del Chelsea guiderà la sua nazionale verso un’altra Coppa del Mondo con motivo di credere che questa volta sarà diverso.

Thiago Silva può gestire la pressione associata al fatto che il Brasile sia favorito per la Coppa del Mondo

Thiago Silva può gestire la pressione associata al fatto che il Brasile sia favorito per la Coppa del Mondo

‘Sono più preparato, sono calmo, sono a mio agio’, ha detto Silva e lo stesso si può dire del Brasile di Tite. Hanno un aspetto stabile. Sono imbattuti durante le qualificazioni e hanno il loro fiammeggiante talismano, Neymar, che partecipa per la prima volta a una Coppa del Mondo in buona forma fisica e mentale.

“Senza infortuni o preoccupazioni, vediamo un Neymar migliore”, ha confermato Silva. «La cosa migliore è che è umile. Lo metteremo più a suo agio. Condividiamo le nostre responsabilità come giocatori e lo aiutiamo a giocare ancora meglio.

Silva ha giocato nella Coppa del Mondo 2014 con il Brasile e ha anche segnato nei quarti di finale contro la Colombia

Il Brasile ha subito una sconfitta per 7-1 contro la Germania nella semifinale della Coppa del Mondo 2014

Era il capitano del Brasile nel 2014 quando hanno ospitato il torneo ed è stato eliminato

Neymar ha l'opportunità di stupire quando il Brasile affronta la Serbia nella prima partita

Neymar ha l’opportunità di stupire quando il Brasile affronta la Serbia nella prima partita

‘Neymar è a un buon livello per questa competizione. Dobbiamo sfruttare questa migliore modalità Neymar’.

Sarebbe il momento perfetto per Neymar per alzarsi in piedi. Lionel Messi ha iniziato con la sconfitta. Cristiano Ronaldo è assalito dalla distrazione della sua uscita dal Manchester United. A 30 anni, questo potrebbe essere il momento decisivo per un’icona brasiliana della sua generazione.

È assistito da un forte cast di supporto in ogni posizione, con Richarlison, il punto focale come centravanti, e Vinicius Junior, suo apparente erede, a condividere i doveri creativi.

Cristiano Ronaldo è assalito dalla distrazione della sua uscita dal Manchester United

Lionel Messi ha iniziato con una sconfitta shock contro l'Arabia Saudita

Neymar potrebbe lasciare il segno ed essere più alto sia di Cristiano Ronaldo che di Lionel Messi

Neymar ha sofferto molto sotto il peso delle aspettative nel 2014. Sotto stress emotivo, si è infortunato alla schiena mentre il Brasile batteva la Colombia e, come Silva, era assente dall’umiliazione per mano della Germania.

TRE STELLE DI SAMBA DA GUARDARE

Richarlison

Molto apprezzato da Tite, che ama la sua capacità di fornire un punto focale al centravanti, offrire presenza fisica e creare spazi per Neymar e soci. La sua forma recente per il Brasile è stata eccellente. Molti tifosi brasiliani preferirebbero vedere Rodrygo nella squadra, ma il capo dovrebbe restare con il suo uomo.

Marquinhos

Ha forgiato una meravigliosa chimica con Thiago Silva durante il loro tempo insieme al PSG. Thomas Tuchel sarebbe entusiasta della sua consapevolezza tattica, del suo istinto difensivo e della capacità di entrare a centrocampo quando richiesto. Anche Tite farà affidamento su questi doni mentre la sua squadra si flette tra difesa e attacco.

Neymar

Arriva in Qatar con un aspetto fresco, fisicamente e mentalmente. Ancora il gioiello della squadra di Tite, anche se ora con più talento attorno a lui per condividere il fardello. È in ottima forma con 18 gol in 23 partite tra club e nazionale. Questa potrebbe essere la sua maggiore età in Coppa del Mondo

Quattro anni dopo, ha saltato tre mesi con un metatarso rotto prima del torneo in Russia ed era un po’ lontano dalla forma migliore quando il Brasile è uscito nei quarti, battuto dal Belgio.

Con ogni fallimento, la disperazione aumenta per un paese identico alla gloria della Coppa del Mondo.

“Crediamo veramente in tutto ciò che abbiamo fatto finora”, ha detto Silva. ‘Iniziamo questa Coppa del Mondo in una posizione molto favorevole.

“Dico ai tifosi, per favore, credete in noi, state tranquilli perché siamo pronti per un grande Mondiale”.

Per quanto riguarda la sua evoluzione personale dal 2014, Silva ha aggiunto: ‘Ci sono alcune cose che cambiano nella vita nel tempo. Al giorno d’oggi sono meglio preparato perché a volte dobbiamo imparare nel modo più duro.

‘A volte l’allenatore dice che dobbiamo fare in questo o in quel modo, ma siamo noi che dobbiamo imparare. Ho la fiducia di tutti i miei colleghi e questo dimostra quanto apprezzo e rispetto la responsabilità’.

Sono passati vent’anni dall’ultima volta che il Brasile ha vinto la Coppa del Mondo e hanno immagini giganti del loro glorioso passato sulle pareti della loro base di allenamento in Qatar, l’Al Arabi Sports Club.

I loro cinque trionfi sono scritti in grande accanto a uno spazio per il 2022. Secondo i loro standard, gli ultimi quattro Mondiali sono stati dei fallimenti, ma Tite, che si dimetterà dopo questo, ha cercato di farne luce.

“Non posso assumermi la responsabilità per quei 20 anni”, ha detto. «Solo quello di quattro anni fa. Quella è stata l’unica volta in cui sono stato l’allenatore. È una bella storia e, ovviamente, porta un certo grado di pressione.

‘Il Brasile è un paese appassionato di calcio e il calcio è uno strumento di educazione. Pertanto, non solo abbiamo la pressione, ma ne approfitteremo e la useremo perché sognare fa parte della nostra vita.

‘Qualcuno ha detto che è bello sognare e noi sogniamo di essere i vincitori. E nel caso non ci riuscissimo, faremo del nostro meglio’.

Neymar ha sofferto molto sotto il peso delle aspettative nel 2014 e si è infortunato alla schiena (sopra)

Neymar ha sofferto molto sotto il peso delle aspettative nel 2014 e si è infortunato alla schiena (sopra)

.

Leave a Comment