Terzini multimilionari e stelle di alto livello: il Marocco può battere chiunque

Costruendo uno slancio costante, il Marocco, sì, il Marocco, è un pericolo per qualunque avversario possa affrontare la prossima Coppa del Mondo in Qatar. Dopo aver spazzato via la potenza del Belgio, ha ottime possibilità di giocare ancora una volta che l’ultima partita del Gruppo F contro il Canada eliminato si è conclusa allo stadio Al Thumama nella capitale Doha il 1° dicembre.

Ci sono segni che questa squadra, non un nome eccezionale prima del torneo, possa sfuggire a una difficile fase di apertura e fare tutto. Questo nonostante abbia raggiunto la fase a eliminazione diretta di questa competizione solo una volta prima e abbia affrontato le più attese Croazia e Belgio nei primi incontri qui.

Mentre i riflettori sono puntati sul Belgio e sulla possibilità che la sua generazione d’oro possa ancora consegnare il premio più importante, è una coincidenza che l’avversario del girone, il Marocco, abbia tranquillamente coltivato una collezione di autentici talenti. E con una vasta popolazione di persone con origini marocchine che vivono in Belgio, è sorprendente che i suoi sostenitori stiano salutando una coorte così entusiasmante mentre i loro concittadini guardano i Red Devils inciampare alla fine di un’era.

Questa squadra del Marocco è diversa. Per una volta, il suo allenatore Walid Regragui ha il suo invidiabile raccolto di giocatori felici in un posto, cosa che non era durante l’instabile amministrazione del suo predecessore Vahid Halilhodžić. Anche con poco tempo prima dell’evento, sostituire il bosniaco con un leader marocchino si è rivelata una decisione calcolata.

Sotto Halilhodžić senza fronzoli, non c’è stata alcuna scintilla creativa da parte dell’esterno del Chelsea Hakim Ziyech, una delle sue migliori risorse, a causa di una lite che lo ha lasciato fuori dal freddo. Ora è tornato in campo, e la dinamica di gruppo appare al top della condizione dopo quattro punti in due incontri contro croati e belgi.

Ha anche i soldi per sostenere le sue credenziali, con alcuni dei giocatori più capaci del Qatar, come Youssef En-Nesyri e Sofiane Boufal, che vestiranno il Marocco rosso e verde quest’inverno. Ma i più accattivanti sono i terzini volanti Achraf Hakimi e Noussair Mazraoui, risorse preziose rispettivamente per i club Paris Saint-Germain e Bayern Monaco. Averli a cui rivolgersi è una benedizione per un concorrente classificato fuori dai primi 20 nella classifica FIFA.

Per essere uno che ha lasciato il mestiere in alcune delle migliori squadre europee, Hakimi non riceve sempre il plauso che merita, a parte le squadre che investono molto su di lui. Finora nella sua carriera, è costato all’Inter e al PSG oltre 110 milioni di euro ($ 114 milioni) combinati in spese di trasferimento. È una cifra sbalorditiva per un difensore, almeno di nome.

Per quanto riguarda Mazraoui, il potente tedesco Bayern Monaco lo ha ingaggiato gratuitamente, ma un colpo del genere non riflette il suo valore. Atletico e longilineo, il 25enne è comodamente compreso tra 25 milioni di euro (26 milioni di euro) e 40 milioni di euro (41 milioni di dollari) dopo essere cresciuto a livello di Champions League con l’Ajax.

C’è vento nelle vele marocchine, ma le cose non diventeranno più facili, figuriamoci le sue stelle. Regragui ha riconosciuto il tributo fisico subito dall’ultima vittoria, e anche se il Canada tornerà presto a casa, non mancheranno gli sforzi da parte di un avversario ancora alla ricerca della prima vittoria in Coppa del Mondo. Aggiungete al mix le preoccupazioni per gli infortuni, come una botta subita da Hakimi, e la squadra deve riprendersi prima di continuare ad avanzare.

Tuttavia, questo è un gruppo vivace in cui anche i giocatori meno conosciuti fanno più che la loro parte. Il Marocco non ha illuminato il torneo con le migliori statistiche, ma è riuscito a vanificare le migliori squadre, alle quali ha concesso finora solo cinque tiri in porta. Ciò fa ben sperare con il calcio a eliminazione diretta all’orizzonte, che richiederà di più dai fiduciosi nordafricani.

Nella forma attuale, la squadra si immaginerà contro chiunque dovesse fare il turno successivo. Sulla base di come si sta preparando il sorteggio, il prossimo test del fuoco potrebbe avvenire contro Spagna, Germania o Giappone.

.

Leave a Comment