Storia e come i fenicotteri possono battere i colombiani

La nazionale nigeriana Under 17 femminile, i Flamingos, ha superato tutte le aspettative sulla strada per la prima apparizione in semifinale in assoluto e sulla strada della storia; sono stati coraggiosi, clinici e fortunati.

Quando si presentano al Stadio Pandit Jawaharlal Nehru campo mercoledì 26 ottobre affronterà la Colombia, anch’essa in questa fase per la prima volta nella sua storia.

Territorio sconosciuto

Mentre la Nigeria si è qualificata per la fase dei quarti di finale tre volte, questa è la prima incursione della Colombia oltre la fase a gironi. Sulla strada per le piantine, entrambi i paesi ne hanno vinti tre e hanno perso una delle loro partite. Mentre la Colombia ha segnato sette gol e ne ha subiti due; La Nigeria ha segnato otto gol e ha subito tre gol.

Storia

La Nigeria e la Colombia hanno partecipato al primo torneo ospitato dalla Nuova Zelanda nel 2008 ed entrambi i paesi non sono riusciti ad accedere al secondo turno. La Nigeria è arrivata terza nel Gruppo D, mentre la Colombia è arrivata ultima nel Gruppo A.

I Flamingos hanno fatto un netto miglioramento a Trinidad e Tobago nel 2010, vincendo tutte e tre le partite del girone entrando in testa al Gruppo A. La Colombia non si è qualificata. I Flamingos hanno poi perso un combattuto quarto di finale 6-5 contro la Corea del Sud, dopo i tempi supplementari.

Nell’edizione 2012 in Azerbaigian, la Nigeria ha nuovamente superato il proprio Gruppo A con sette punti e ha segnato 15 gol, subendone solo uno. La Colombia era di nuovo assente. I nigeriani hanno affrontato la Francia nei quarti di finale dove hanno perso 5-3 ai rigori.

In Costa Rica nel 2015, i Flamingos hanno nuovamente superato il loro gruppo, che comprendeva Messico, Cina e Colombia. Le ragazze nigeriane hanno battuto 2-1 la Colombia, dopo aver subito il primo gol ad Angel Rodriguez, dopo appena tre minuti. Ma ancora una volta, i quarti di finale si sono rivelati troppo difficili da superare poiché hanno prontamente perso 3-0 contro la Spagna, che ha perso 2-0 contro il Giappone in finale.

C’è stata una drastica flessione nel 2017 in Giordania quando i Flamingos si sono spenti nella fase a gironi. Sono finiti ultimi nel Gruppo C con un solo punto mentre la Colombia non è riuscita a qualificarsi. Le cattive fortune sono continuate nel 2019 quando la squadra, per la prima volta, non è riuscita a qualificarsi dall’Africa.

La Colombia era presente in Uruguay nel 2018 ma non è uscita dalla fase a gironi. Sono arrivati ​​​​terzi nel Gruppo D, che comprendeva Spagna, Canada e Corea del Sud. La Spagna ha vinto il torneo battendo il Messico 2-1 in finale davanti a 5.500 spettatori.


Via alla semifinale

ID tabella=496 /

Come possono vincere i fenicotteri

Non esiste una minaccia colombiana più grande di Linda Caicedo. La numero 11 ha segnato quattro dei sette gol della Colombia in India e i suoi gol sono entrati e fuori area.


LEGGI ANCHE: AGGIORNATO: I Flamingos della Nigeria si qualificano per la prima semifinale di Coppa del Mondo in assoluto


Ma l’allenatore Bankole Olowookere ha una soluzione nel difensore allampanato Comfort Folorunsho, che deve affrontare un lavoro di marcatura a uomo poiché ha la capacità di affrontare la fisicità e l’aggressività del capitano della Colombia.

Anche la Colombia ha mostrato la sua debolezza per essere cross nella loro area. I tempi in cui sono stati più fragili sono stati quando le croci venivano ammassate nella loro scatola.

L’allenatore Olowookere dovrebbe anche incaricare Opeyemi Ajakaye, capocannoniere nelle qualificazioni ma ancora da segnare in India, di continuare a fare punti dietro la difesa e per Amina Bello e i centrocampisti Bisola Mosaku, Taiwo Afolabi e Blessing Emmanuel di provare il più possibile a sfondare le linee e supportare gli attaccanti.

I Flamingos dovrebbero anche essere pronti per una battaglia fisica, ma devono smorzare qualsiasi contrasto aggressivo che potrebbe portare ai cartellini rossi.


Sostieni il giornalismo di integrità e credibilità di PREMIUM TIMES

Un buon giornalismo costa un sacco di soldi. Eppure solo un buon giornalismo può garantire la possibilità di una buona società, una democrazia responsabile e un governo trasparente.

Per un accesso continuo e gratuito al miglior giornalismo investigativo del paese vi chiediamo di prendere in considerazione l’idea di dare un modesto sostegno a questa nobile impresa.

Contribuendo a PREMIUM TIMES, stai aiutando a sostenere un giornalismo di rilevanza e assicurando che rimanga gratuito e disponibile per tutti.

Donare



TESTO ANNUNCIO: Chiama Willie – +2348098788999






Campagna pubblicitaria PT Mag

Leave a Comment