Stelle nascenti da tenere d’occhio in Qatar

La Coppa del Mondo inizia domenica in Qatar con i padroni di casa che perdono la prima partita in Ecuador. Otto gruppi di quattro squadre forniranno l’intrattenimento prima della fase a eliminazione diretta e ci sono molti grandi nomi in azione. Abbiamo scelto un giocatore per ogni gruppo che pensiamo possa annunciarsi sulla scena mondiale nelle prossime settimane

Cody Gakpo (Olanda)

Se si deve credere alle voci di mercato, il Manchester United e l’Arsenal sono solo due dei club legati al PSV Eindhoven e alla stella olandese Cody Gakpo.

L’attaccante ha segnato 13 gol e ne ha realizzati 16 in sole 24 partite in tutte le competizioni in questa stagione, il che significa che si sta preparando per il torneo al top della forma.

Gakpo, 23 anni, ha giocato solo nove volte per il suo paese, ma ha tre gol e due assist in quelle presenze.

Con due di questi gol nelle ultime tre partite con gli Oranje, gli avversari del Gruppo A Qatar, Senegal ed Ecuador avranno difficoltà a fermare l’olandese.

Jude Bellingham (Inghilterra)

Incredibilmente ancora solo 19enne, Jude Bellingham giocherà quasi certamente al fianco di Declan Rice nel centrocampo dell’Inghilterra.

Il prodotto dell’accademia di Birmingham è una Rolls Royce nel mezzo del parco ed è andata sempre più rafforzandosi in questo periodo.

È stato nominato il capitano più giovane nella storia della Bundesliga all’inizio di questa stagione e ha segnato nove gol con il Borussia Dortmund nel 2022-23.

Questa dovrebbe essere la prima Coppa del Mondo per l’adolescente e sarà desideroso di lasciare il segno subito contro Iran, Stati Uniti e Galles nel Gruppo B.

Cristiano Romero (Argentina)

L’Argentina ha una miriade di talenti offensivi, ma Cristian Romero è il tipo di difensore che può aiutarli a trasformarli nuovamente in vincitori della Coppa del Mondo.

Romero, 24 anni, continua a migliorare sotto la tutela di Antonio Conte al Tottenham con la sua aggressiva difesa a terra e in aria.

Come tutti i bravi difensori moderni, anche lui è a suo agio con la palla e alimenterà le scintille creative di La Albiceleste.

Il suo paese è attualmente imbattuto da 36 partite, mentre ha mantenuto la porta inviolata in ciascuna delle ultime 10 partite in nazionale di Romero: sarà una figura chiave se vogliono andare lontano.

Joakim Maehle (Danimarca)

Terzino sinistro di piede destro, Joakim Maehle si è trasformato in una forza creativa sia per il club che per la nazionale nelle ultime stagioni.

Da quando si è trasferito dal Genk all’Atalanta nel 2021, il danese è stato un ingranaggio chiave nel lato fluido degli italiani.

E per la Danimarca, è in forma rovente con un gol e tre assist in otto partite finora nel 2022.

Legato al trasferimento da Bergamo la scorsa estate, le forti esibizioni in Qatar lo riporteranno in vetrina.

Jamal Musiala (Germania)

Dopo aver scelto di giocare per la Germania, il suo paese natale, contro Inghilterra e Nigeria, Jamal Musiala si sta dimostrando un’arma letale.

Ha 12 gol e otto assist in tutte le competizioni per il Bayern Monaco già in questa stagione ed è un altro giocatore che arriva alla sua prima Coppa del Mondo assolutamente volando.

Dopo aver giocato solo una piccola parte nella deludente campagna tedesca di Euro 2020, Musiala potrebbe benissimo essere un titolare regolare sotto Hansi Flick in Qatar.

In un girone con Spagna, Giappone e Costa Rica, il 19enne attaccante cercherà di mettersi alla prova sui palcoscenici più importanti.

Jonathan David (Canada)

Il Canada potrebbe essere l’outsider nel Gruppo F, ma ha anche uno dei più grandi talenti in Jonathan David.

Il suo record per Les Rouges è di 22 gol fantastici e 13 assist in 35 partite, anche se spesso non affrontano squadre con la qualità di Belgio, Croazia e Marocco.

L’attaccante nato a New York ha anche avuto un inizio produttivo per il Lille in Ligue 1 con nove gol in 15 partite.

L’unica altra apparizione del Canada ai Mondiali nel 1986 li ha visti fallire nel segnare un gol o raccogliere un punto e se le cose devono cambiare, David avrà voce in capitolo.

Richarlison (Brasile)

Anche se i fan del Tottenham hanno preso a cuore Richarlison, deve ancora trovare il fondo della rete in Premier League per loro.

Mentre il Brasile ha un enorme talento offensivo, l’attaccante degli Spurs è un uomo chiave per la squadra di Tite.

Richarlison ha segnato 17 gol in 38 partite con la Selecao, di cui sette nelle ultime sei, oltre a due assist.

Dopo essersi ripreso da un recente infortunio al polpaccio, il 25enne entrerà direttamente nell’undici titolare del Brasile se tornerà in piena forma.

Min Jae Kim (Corea del Sud)

Il gioco offensivo del Napoli ha ricevuto molti elogi in questa stagione, ma i suoi difensori sono stati altrettanto bravi.

Min-Jae Kim ha iniziato tutte le partite tranne una sia in Serie A che in Champions League, eccellendo nel cuore della difesa.

In una squadra della Corea del Sud piena di talenti, può aiutarli a schierarli attraverso forse il girone più difficile del torneo.

Portogallo, Uruguay e Ghana ritengono di potersi qualificare per la fase a eliminazione diretta, ma superare Kim non sarà un’impresa facile.

Leave a Comment