Spunti di discussione Champions: fuori Barca, Juve, Atletico

La quinta giornata di Champions League ha visto 12 squadre qualificarsi per la fase a eliminazione diretta, con un sacco di gol, crepacuore e dramma lungo il percorso. Le uscite anticipate di Barcellona, ​​Juventus, Ajax e Atletico Madrid saranno amare per quei tifosi e giocatori, mentre Chelsea e Bayern Monaco sembrano contendenti al titolo dopo aver terminato come vincitori dei loro gironi.

Dopo un primo avvincente round di giochi, abbiamo chiesto ai nostri sceneggiatori Gab Marcotti, Sam Marsden e Mark Ogden di rispondere ad alcune delle nostre scottanti domande.

– Stream su ESPN+: LaLiga, Bundesliga, MLS, altro (Stati Uniti)

Cosa ha attirato la tua attenzione dalla quinta giornata?

Marcotti: Tanto di cui parlare… l’MNM [Messi, Neymar, Mbappe] lo spettacolo di Parigi ha offerto un sacco di piacere per gli occhi, l’autodistruzione della Juventus, l’RB Lipsia che ha vinto contro il Real Madrid al Bernabeu pochi giorni dopo la morte dell’amministratore delegato della Red Bull Dietrich Mateschitz, quei finali selvaggi del VAR in Atletico vs. Leverkusen e Tottenham vs. Sporting CP… alto dramma.

Marsden: Anche se è arrivato dopo il pareggio con l’Inter, l’uscita del Barcellona dalla Champions League nella fase a gironi non sarà mai una novità. Se l’uscita anticipata della scorsa stagione può essere imputata a una rosa scarsa, queste scuse non si laveranno quest’anno dopo i 150 milioni di euro spesi in estate per dare a Xavi la squadra che desiderava. Notevoli anche le uscite anticipate di Juventus e Atletico Madrid dalla competizione. Significa che solo una squadra spagnola sarà agli ottavi.

Ogden: Questo non doveva accadere, ma la Champions League rischia di essere oscurata da — OK, condividere i riflettori con — l’Europa League nella seconda metà della stagione a causa delle dimensioni dei club che dovrebbero entra nella competizione finendo terzo nei gironi di Champions League.

I precedenti campioni d’Europa Manchester United, PSV Eindhoven e Feyenoord sono già in Europa League e in corsa per la fase a eliminazione diretta; a loro si uniranno Barcellona, ​​Juventus, Siviglia e Ajax, e potenzialmente Atletico Madrid, Milan, RB Lipsia e Tottenham o Marsiglia.

Juve, Barca e Ajax hanno 11 Coppe dei Campioni/Champions League tra di loro e sono tutti giganti storici, ma la quinta giornata è stata una brutta serata per tutti loro.

Cosa rende Mudryk e Kvaratskhelia così speciali come giocatori di successo?

Marsden: Il calcio è intrattenimento e imprevedibilità alla fine della giornata ed è ciò che questi due giocatori portano nel gioco, insieme alla qualità. Tuttavia, entrambi hanno storie in cui puoi anche acquistare. Mykhaylo Mudryk rappresenta una squadra dello Shakhtar Donetsk che continua a competere nonostante l’invasione russa dell’Ucraina. Khvicha Kvaratskhelia, nel frattempo, ha dovuto lasciare il Rubin Kazan dopo l’invasione della Russia prima di approdare al Napoli via Dinamo Batumi nella sua nativa Georgia.

Marcotti: Penso che siano in qualche modo diversi in quanto Mudryk semplicemente non ha suonato molto e non era così apprezzato da adolescente, ma è diventato davvero forte negli ultimi 12 mesi. Inoltre, ovviamente, gioca per un club in una zona di guerra, il che si aggiunge all’intera storia passata.

– O’Hanlon: classifica ogni squadra della Champions League in questa stagione (E+)

Kvaratskelia ha ricevuto molte attenzioni sin dalla giovane età e ha trascorso diversi anni in un campionato competitivo come la Russia. Il colpo su di lui riguardava sempre il suo prodotto finale, ma gli scout amavano la sua capacità tecnica, forza e competitività. È solo un vero highlight di un uomo. Mudryk è più elegante, per certi versi più raffinato e, forse, ha un soffitto più alto.

Ogden: Sono entrambi eccitanti attaccanti, ancora relativamente sconosciuti sulla scena europea, ma sono stati eccezionali durante la fase a gironi. Un elemento interessante è che provengono entrambi dall’Europa orientale, una regione enorme che ha visto il suo flusso di talenti prosciugarsi negli ultimi anni rispetto ai grandi che ha prodotto storicamente.

L’Ucraina (Mudryk) e la Georgia (Kvaratskelia) costituivano la spina dorsale delle squadre più potenti dell’Unione Sovietica, mentre nazioni come Romania e Bulgaria hanno contribuito a grandi giocatori come Gheorghe Hagi e Hristo Stoichkov. Sono passati più di 20 anni da quando l’ucraino Andriy Shevchenko è diventato l’ultimo grande giocatore di quell’angolo dell’Europa orientale, quindi se Mudryk e Kvaratskelia stanno guidando una nuova ondata di talenti, è una buona notizia per il gioco.

giocare a

1:22

Gab Marcotti esamina cosa riserva il futuro per Massimiliano Allegri e la Juventus dopo che il club non è riuscito a raggiungere la fase a eliminazione diretta dell’UCL per la prima volta dal 2013-14.

Delle squadre qualificate finora per la fase a eliminazione diretta, quale pensi che andrà più lontano in base alla forma attuale?

Ogden: Diciamolo chiaro: la forma attuale è del tutto irrilevante come guida per chi potrebbe vincere la Champions League: le prestazioni nella fase a gironi non sono mai un indicatore per la fase a eliminazione diretta e con una Coppa del Mondo che si frappone in questa stagione, significa ancora meno questa volta.

Le squadre con record impressionanti ora potrebbero aver avuto un gruppo facile o semplicemente raggiungere il picco troppo presto. Il Liverpool è stato battuto dal Napoli, mentre il Manchester City non è riuscito a segnare nelle ultime due trasferte, ma entrambi hanno le stesse probabilità di vincere la Champions League come il Bayern Monaco, che ha vinto tutte e cinque le partite del girone. Quindi il mio consiglio è il Liverpool. Sì, hanno difetti a centrocampo e in fase difensiva, ma è stato così la scorsa stagione e sono arrivati ​​in finale. Hanno i marcatori per andare fino in fondo di nuovo.

Marcotti: Sono d’accordo con Oggy: la forma attuale non ha importanza, la forma di marzo/aprile conta. Ma se stai chiedendo chi è stato il migliore nella fase a gironi, beh, devono essere Bayern e Napoli ad essere perfetti. Penso che anche il City stesse bene, nonostante i due pareggi. Se vuoi sapere chi penso lo vincerà e se la fase a gironi ha cambiato la mia opinione, vedo ancora City, Real Madrid e Bayern come favoriti, con PSG, Liverpool e Napoli una tacca sotto. Immagino che dal pool originale di potenziali vincitori, puoi eliminare il Barca (per ovvi motivi) e aggiungere il Napoli.

Marsden: I soliti sospetti. Il Real Madrid è stato accusato di essere stato fortunato nelle ultime stagioni quando ha vinto la Champions League, ma questa volta ha una grande rosa e sembra di nuovo un potenziale vincitore. Il Bayern ha anche fatto un lavoro leggero su un gruppo difficile, vincendo tutte e cinque le partite finora, e sarà desideroso di rimediare all’uscita a sorpresa dell’anno scorso contro il Villarreal. Direi che anche il City è dalla parte di quelle parti. Finora il Napoli è stata la squadra più emozionante, ma vediamo come regge la sua forma negli ottavi.

Leave a Comment