Southgate sta facendo la sua più grande scommessa in Inghilterra con la lealtà a Harry Maguire | Inghilterra

Di tutte le questioni che l’Inghilterra deve affrontare prima che inizi la sua campagna di Coppa del Mondo affrontando l’Iran lunedì pomeriggio, niente sembra più urgente della domanda se Gareth Southgate finirà per pentirsi della sua decisione di restare con Harry Maguire.

La possibilità che tutto vada storto a causa di un inciampo di un difensore centrale fortunato anche solo a essere in squadra è evidente. Questa, più di ogni altra cosa, è la chiamata che deve venire fuori per Southgate. Si tratta di un allenatore deriso per la sua prudenza che si apre alla derisione giocando con il fuoco, seppure con un atto di temerarietà pragmatico e limitante: una scelta tattica che in qualche modo riesce a presentarsi sia come rischio che come esempio di sicurezza. primo approccio che rischia di trattenere l’Inghilterra.

La contraddizione è sorprendente. Da un lato abbiamo Southgate che rischia tutto su un difensore fallito; dall’altro è possibile visionare il Maguiredependencia come mossa conservatrice. È una dimostrazione di forza da parte di un allenatore che rifiuta di piegarsi al consenso del pubblico e un’ammissione di debolezza per l’Inghilterra, che senza dubbio troverebbe più facile passare da Maguire se avesse difensori in coda per prendere il suo posto.

Ad ogni modo, Southgate è consapevole della probabile reazione se un errore di Maguire finisce per costare la sua parte. “Qualunque sia la reputazione che ho, la metto lì”, ha detto l’allenatore dell’Inghilterra quando gli è stato chiesto della sua fiducia nel giocatore del Manchester United a settembre. “Devi sempre sostenere il tuo giudizio e riteniamo che sia un giocatore importante”.

Non è una visione ampiamente condivisa. Ci saranno brontolii se, come previsto, Maguire partirà contro l’Iran. Southgate sarà accusato di favoritismo ed è difficile non preoccuparsi per Maguire, che deve assicurarsi che gli scettici non influenzino la sua attenzione quando esce al Khalifa International Stadium.

La pressione sarà intensa. Passa in rassegna il tempo di Southgate al comando dell’Inghilterra ed è impossibile trovare una scommessa più grande della sua lealtà a Maguire. Ha preso decisioni coraggiose – lasciare Joe Hart e Jack Wilshere fuori dalla squadra per la Coppa del Mondo 2018, porre fine alla carriera internazionale di Wayne Rooney, fare di Jordan Pickford il suo numero 1 – ma quelle chiamate erano radicate in una logica spietata. Con Maguire, l’impressione è che Southgate abbia sviluppato un punto cieco.

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

Mostrare

Questa è una Coppa del Mondo come nessun’altra. Negli ultimi 12 anni il Guardian ha riferito sulle questioni relative al Qatar 2022, dalla corruzione e violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e leggi discriminatorie. Il meglio del nostro giornalismo è raccolto nella nostra home page dedicata a Qatar: Beyond the Football per coloro che vogliono approfondire le questioni oltre il campo.

La segnalazione del Guardian va ben oltre ciò che accade in campo. Sostieni il nostro giornalismo investigativo oggi.

Grazie per il tuo feedback.

Fino a che punto arriva la lealtà ispirata alle performance passate? La crisi di fiducia di Maguire va avanti da molto tempo. Ha iniziato una partita di Premier League da agosto e sembra non avere un futuro a lungo termine allo United. Sono migliorati come unità difensiva da quando ha lasciato Maguire, che ha collezionato solo nove presenze in questa stagione, ed Erik ten Hag non gli impedirà di andarsene la prossima estate.

Harry Maguire

Ovviamente la differenza per Ten Hag è che le opzioni di difensore centrale dello United non si limitano a un piccolo gruppo di giocatori inglesi. In definitiva, mentre ci sono state lamentele sul fatto che Southgate abbia agito ingiustamente scegliendo Maguire sulla reputazione piuttosto che sulla forma, è vero che l’Inghilterra non ha molte alternative.

Come ha sottolineato Southgate quando ha nominato la sua squadra per il Qatar, il giovane duo di Marc Guéhi e Fikayo Tomori non è ancora pronto. Tyrone Mings è fuori dai giochi.

Se l’Inghilterra gioca una difesa a tre, non c’è un sostituto ovvio per Maguire come difensore centrale di fascia sinistra. Cosa farebbe Southgate se il 29enne si infortuna prima, diciamo, di un quarto di finale contro la Francia? Spostare John Stones a sinistra, mettere Eric Dier al centro e avere Kyle Walker a destra? Difficilmente sarebbe una configurazione collaudata e affidabile.

Ecco perché l’Inghilterra si appoggia ancora a Maguire e spera che possa riconquistare la forma che gli è valsa un posto nella squadra del torneo a Euro 2020. Al suo meglio è un difensore potente e imponente. È decente sulla palla ed è perfettamente in grado di prosperare in una difesa compatta e profonda, motivo per cui è stato un giocatore così forte per l’Inghilterra di Southgate.

Nel peggiore dei casi, però, Maguire è una presenza goffa e incline agli incidenti. Non è veloce, quindi è difficile per l’Inghilterra alzare il campo e giocare una linea alta. È fallibile nelle situazioni uno contro uno, quindi Southgate tende a liberarsi di un attaccante e giocare una difesa a tre contro i migliori avversari. Non è l’ideale e, nonostante Southgate abbia continuato a sostenere pubblicamente e privatamente Maguire, non si può sfuggire al fatto che l’ex difensore del Leicester sia stato colpevole di almeno un gol quando l’Inghilterra ha pareggiato 3-3 con la Germania a settembre.

Rimane il ricordo di Maguire che perde possesso palla, commette fallo su Jamal Musiala e regala il rigore con cui Ilkay Gündogan porta in vantaggio la Germania. Rimarrà presente contro l’Iran, indipendentemente dal fatto che Maguire gioca con Stones in difesa a quattro o, con Walker infortunato, Dier arriva a tre. Ma Southgate non è stato influenzato. Sosterrà Maguire per brillare contro l’Iran, che ha attaccanti pericolosi, e per gestire la velocità degli altri avversari dell’Inghilterra nel Gruppo B, Galles e Stati Uniti.

I rischi sono chiari. Southgate sa che il primo accenno di vulnerabilità difensiva lo lascerà esposto. Sta scommettendo tutto su Maguire. Ne varrà la pena?

Leave a Comment