Si dice che il ritratto di Shakespeare sia stato l’unico realizzato durante la sua vita in vendita per 10 milioni di sterline | William Shakespeare

Un ritratto che si dice sia l’unica immagine firmata e datata di William Shakespeare creata durante la sua vita è stato messo in vendita per oltre 10 milioni di sterline ed è esposto a Londra.

Il proprietario, che desidera restare anonimo, propone l’opera in vendita a trattativa privata senza asta.

È opera di Robert Peake, pittore di corte del re Giacomo I, ed è firmata e datata 1608. L’opera d’arte è stata esposta mercoledì all’hotel Grosvenor House nella zona ovest di Londra.

Prima del 1975, l’immagine era appesa nella biblioteca di una casa signorile nel nord dell’Inghilterra, un tempo dimora della famiglia Danby. Da allora è di proprietà privata.

Coloro che sono dietro la sua vendita affermano che le connessioni tra Shakespeare e Peake sono “estese” e che l’artista è stato regolarmente incaricato di dipingere i ritratti di membri di alto rango della corte e della società giacobina.

Hanno anche notato che è stato incaricato dall’Office of the Revels, che ha supervisionato la presentazione delle opere teatrali, e ha lavorato nei locali di Clerkenwell, Londra, dove sono state provate alcune delle opere di Shakespeare.

Tuttavia, solo due dipinti di Shakespeare, entrambi postumi, sono generalmente riconosciuti come lo ritraggono validamente: l’incisione che appare sul frontespizio del First Folio, pubblicato nel 1623, e la scultura nel suo monumento funebre a Stratford-upon-Avon. Shakespeare morì nel 1616, all’età di 52 anni.

L'incisione di William Shakespeare come si vede nel First Folio risalente al 1623, come esposto alla casa d'aste Christie's a Londra, nel gennaio 2020.
L’incisione di William Shakespeare come si vede nel First Folio risalente al 1623, come esposto alla casa d’aste Christie’s a Londra, nel gennaio 2020. Fotografia: Andy Rain/EPA

L’esperto d’arte Duncan Phillips, che ha indagato sull’opera prima della vendita, ha dichiarato: “Ci sono più prove per questo ritratto di Shakespeare rispetto a qualsiasi altro dipinto conosciuto del drammaturgo.

“È un’opera monogrammata e datata di un ritrattista di rango serio con collegamenti con l’artista che ha prodotto l’immagine per il First Folio.

“L’immagine è sopravvissuta negli ultimi 400 anni quasi intatta dall’usura grazie alla proprietà di una famiglia di appassionati di Shakespeare che l’hanno appesa nella loro biblioteca.”

Tuttavia, l’esperto di Shakespeare Michael Dobson ha detto al Daily Mail che i suggerimenti secondo cui il dipinto è del Bardo sono “un pio desiderio”.

Ci sono state numerose rivendicazioni e controreclami sulla legittimità dei dipinti del drammaturgo negli anni precedenti.

Nel 2015, il botanico e storico Mark Griffiths ha affermato di aver scoperto quello che credeva essere l’unico ritratto autentico di Shakespeare realizzato durante la sua vita.

Ha sostenuto che un’incisione sul frontespizio di un libro di 400 anni, The Herball o Generall Historie of Plantes, contiene quattro figure identificabili – una delle quali era il Bardo di 33 anni.

Il frontespizio di The Herball o Generall Historie of Plantes di John Gerarde, 1597.
Il frontespizio di The Herball o Generall Historie of Plantes di John Gerarde, 1597. Fotografia: Eileen Tweedy/Shutterstock

Nel 2009, un ritratto esposto a Stratford-upon-Avon è stato al centro di polemiche.

Sir Roy Strong, ex direttore del Victoria and Albert Museum e della National Portrait Gallery, ha affermato che i suggerimenti secondo cui il dipinto era di Shakespeare erano “codswallop”.

Gli organizzatori della mostra Shakespeare Found hanno insistito sul fatto che il dipinto fosse del più grande eroe letterario d’Inghilterra.

Nel 2005, gli esperti della National Portrait Gallery di Londra hanno concluso che The Flower Portrait era un falso risalente all’inizio del XIX secolo.

Gli storici erano in disaccordo sulle origini del dipinto del Bardo che reca la scritta 1609.

Leave a Comment