Shangri-La Paris: all’interno dell’hotel di lusso parigino che ora ospita il ballo delle debuttanti più famoso del mondo

Uno degli eventi più sontuosi e vivaci del calendario sociale dell’alta società sta tornando dopo una pausa di due anni.

Le Bal des Debutantes (The Debutantes Ball) è un evento particolarmente unico e regale che celebra un gruppo selezionato di 20 giovani donne e uomini provenienti da famiglie importanti, dai reali di Hollywood ai reali reali di tutto il mondo. I precedenti debuttanti nati da celebrità includono Lori Harvey, Dree Hemingway, Autumn e True Whitaker, Scout e Tallulah Willis, Ava Philippe e Lily Collins.

L’evento ha anche una componente benefica e quest’anno Le Bal sta raccogliendo fondi per due enti di beneficenza: World Central Kitchen dello chef José Andrés negli Stati Uniti e per la ricerca sulle malattie cardiache presso l’ospedale Necker–Enfants Malades di Parigi.

Istituito nel 1994 da Ophélie Renouard, il gala è stato ispirato dalla tradizione inglese del XVIII secolo del ballo delle debuttanti, in cui le giovani donne venivano introdotte nell’alta società. Durante i primi anni della storia di Le Bal, l’evento era noto anche come Bal de Crillon, o Crillon Ball, poiché veniva ospitato anno dopo anno presso l’omonimo e importante hotel parigino. Ma l’Hotel de Crillon è stato sottoposto a un’ampia ristrutturazione per alcuni anni e da allora l’evento si è spostato in alcuni hotel diversi a Parigi prima di stabilirsi allo Shangri-La Paris, che ha ospitato il grande evento nel 2018 e nel 2019. E quest’anno segnerà il ritorno dell’evento dall’inizio della pandemia.

Lo Shangri-La Paris ha lo stimato onore di essere uno dei pochi hotel della città considerati dal governo con la distinzione di hotel di palazzo, a significare sia il suo significato storico che la sua eccellenza nel servizio e nell’ospitalità al di là dei tradizionali cinque -metro stellare.

“Lo Shangri-La è classificato come ‘monumento storico’ e quindi ha mantenuto il suo fascino e il livello di raffinatezza necessari per mostrare Le Bal nel miglior modo possibile”, racconta Renouard Fortuna. “Inoltre, il fatto che lo Shangri-La sia un luogo privato gli conferisce un’atmosfera speciale, ed è un vantaggio per un evento privato come Le Bal.”

Oggi, l’iconico edificio un tempo accoglieva i parigini e i viaggiatori del mondo tra le sue mura, 114 anni dopo che il principe Roland Bonaparte aprì per la prima volta le porte del suo palazzo residenziale alla società parigina.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Shangri-La Hotels and Resorts ha più di 100 hotel e resort di lusso con più di 40.000 camere in Africa, Asia, Europa, Medio Oriente, Nord America e Australia sin dal suo lancio a Singapore nel 1971. Il gigante dell’ospitalità ha ora sede a Hong Kong.

Situato nell’elegante 16° arrondissement di Parigi, l’hotel ospita 100 camere e suite, con servizi sufficienti che gli ospiti potrebbero non voler nemmeno lasciare spesso, nonostante si trovino a pochi passi da siti come la Torre Eiffel e Place du Trocadero, nonché da molti dei i musei più famosi della città, tra cui il Musée Moderne, il Palais de Tokyo e il Palais Galleria con il Musée de la Mode. (Per non parlare dell’hotel è a 15 minuti a piedi da alcune delle boutique di moda più esclusive, tra cui Chanel, Louis Vuitton, Saint Laurent e Dior, nel mondo lungo Avenue Montaigne e gli Champs-Elysées.)

Inondati di luce naturale, i foyer e la hall sono caratterizzati da soffitti alti e marmi rinnovati.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Ma nonostante abbia ospitato uno degli eventi mondani più importanti del mondo, oltre a sfilate durante la settimana della moda di Parigi ogni stagione e incontri con la stampa di Hollywood (come la “Shangri-La Suite” premium dell’hotel, il nome del marchio per la sua suite presidenziale , offre una vista impareggiabile sullo skyline di Parigi)—l’hotel stesso ha un ambiente molto più tranquillo e sobrio. È uno degli hotel a cinque stelle più lussuosi di Parigi e ovviamente accoglie celebrità, ma di solito quelle che non cercano l’attenzione di fan e paparazzi.

Gli ospiti si sentono più a loro agio per trascorrere del tempo nel lounge champagne bar o nel cocktail bar nascosto, Le Bar Botaniste. L’hotel accoglie frequentemente anche le famiglie e dispone anche di una nuova serie di servizi a tema panda per i più piccoli, tra cui pantofole con emblemi panda, un libro per bambini e un peluche panda, che i bambini possono portare a casa come souvenir.

Oggi, l’hotel al 10 di Avenue d’Iéna è tornato ad essere un indirizzo dell’ambiente chic e colto di Parigi, proprio come lo era più di un secolo fa.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Un compito importante per il personale dello Shangri-La Paris è quello di padroneggiare l’arte di combinare un’autentica rappresentazione dei costumi e dell’ospitalità asiatici con l’arte di vivere francese al fine di sviluppare una solida base di clientela europea e americana oltre alla sua lunga tradizione di accogliere ospiti provenienti dall’Asia.

Originariamente costruito come dimora del principe imperiale francese Roland Bonaparte, pronipote di Napoleone Bonaparte, il sito fu scelto dal principe per la sua vicinanza alla Senna e la sua posizione strategica nel cuore di Parigi per la sua scena sociale. In costruzione dal 1892 al 1896, il palazzo urbano rimase di proprietà della famiglia fino alla morte di Bonaparte nel 1924, e poco dopo la figlia lo vendette a una società finanziaria che lo trasformò in uffici. Dopo la seconda guerra mondiale, lo stato ha rilevato l’edificio fino al 2005, quando ha iniziato a subire lavori di ristrutturazione prima di essere aperto come Shangri-La nel 2010.

Costruito come omaggio alla figlia del principe Roland Bonaparte, l’ex padrone della tenuta parigina che ora ospita lo Shangri-La Paris, il Salon Marie Bonaparte offre un ambiente intimo per eventi di ogni tipo, da riunioni di lavoro e seminari fino a compleanni e matrimoni, con capienza fino a 40 persone a pranzo o cena.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

In tutto l’hotel, gli ospiti troveranno una miscela di arte francese fornita con la tenuta, nonché dipinti e altri oggetti d’antiquariato provenienti da tutta l’Asia, poiché Shangri-La installa in tutte le sue sedi in tutto il mondo. Le aree più storiche dell’ex Palais, tra cui il portale in ghisa su Avenue d’Iéna, la facciata, il tetto, i vestiboli e la galleria, la cupola d’ingresso, la scalinata in marmo, i saloni familiari al piano terra (come il biliardo stanza), e gli alloggi privati ​​di Roland Bonaparte al secondo piano, sono stati registrati nel 2009 come siti del patrimonio nazionale, un’iniziativa intrapresa da Shangri-La Group.

Con 100 camere e suite, due ristoranti, tra cui l’unico ristorante cinese con stella Michelin in Francia, oltre a un cocktail bar e numerosi eventi storici e sale per ricevimenti, gli ospiti possono vivere come un principe o una principessa in questo rifugio storico.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Per le camere (di cui 37 suite premium), i rinnovamenti architettonici sono stati progettati per fondere gli stili francesi di fine Ottocento con il lusso moderno (ma minimalista). E uno dei temi sottili con gli hotel Shangri-La è che ogni camera deve avere una vista, dalla posizione di Kowloon che domina lo skyline di Hong Kong al grattacielo The Shard, che offre una vista a 360 gradi di Londra. Allo Shangri-La Paris, il 40% delle camere e il 60% delle suite offrono incredibili viste dirette sulla Torre Eiffel e sulla Senna. E la maggior parte di queste camere e suite, quasi la metà delle quali dispone di un balcone privato, sono abbastanza grandi e attrezzate per intrattenere amici, familiari o partner commerciali.

Shangri-La Paris si sforza di coltivare un ambiente accogliente, con rappresentazioni autentiche di due culture: l’arte asiatica dell’ospitalità e l’arte di vivere francese.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Ma l’hotel ha cercato di preservare i componenti storici, con gli unici tocchi evidenti che sono l’aria condizionata e una macchina Nespresso in uno dei saloni comunicanti che fa da backstage per una sfilata di moda.

Complessivamente, gli spazi per ricevimenti ed eventi si estendono su 850 metri quadrati (9.150 piedi quadrati). Tre sale comunicanti, il Grand Salon, la Salle à Manger e il Salon de Famille, conducono alla storica galleria del primo piano. La sala da ballo si trova sul lato rue Fresnel dell’edificio, uno spazio ampio con funzioni audiovisive integrate. Affreschi abbelliscono le pareti e la sala da ballo si affaccia su una parte delle ex scuderie del principe Roland.

All’interno del Grand Salon allo Shangri-La Paris.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Il Grand Salon, decorato in stile Luigi XIV, è il principale spazio di accoglienza dell’edificio, sia durante l’era del principe che oggi per l’hotel. La sala da ballo presenta un immenso camino in marmo bianco, decorato con due tavoli in legno e marmo dorato, due lampadari di cristallo e dozzine di applique in bronzo (in particolare corone, leoni e api, tutti simboli abbracciati da Napoleone Bonaparte) e uno specchio trumeau.

Uno degli spazi lounge all’interno dello Shangri-La Paris.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

La sala da pranzo, progettata in omaggio all’epoca napoleonica, presenta intagli in mogano di armi da battaglia e trofei militari all’interno degli archi superiori sopra le porte del salone e la finestra che si apre su una terrazza esterna. Due enormi statue di aquile con le ali spiegate occupano un posto d’onore nella stanza. Un camino di ispirazione rinascimentale, sormontato da un mantello a doppia colonna, incornicia una replica in rilievo in bronzo dell’opera di Jacques Louis-David Napoleone valica le Alpi.

Delicate tonalità di blu e tocchi artistici donano un tocco di femminilità al Salon de Famille.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Il Salon de Famille è più morbido con toni di colore delicati e tocchi artistici, una stanza utilizzata principalmente dalle donne durante il periodo del palazzo come residenza. È decorato principalmente secondo lo stile imperiale francese, con pareti rivestite di pannelli dipinti con donne alate attorno a un medaglione, e il soffitto presenta un globo di sfingi e piante.

Immerso nell’esclusivo 16° arrondissement, a pochi passi da Place du Trocadero, l’hotel si trova dall’altra parte della Senna, di fronte alla Torre Eiffel.

Per gentile concessione di Shangri-La Hotels and Resorts

Shangri-La Paris afferma di poter personalizzare i propri spazi per incontri di lavoro ed eventi, dalle conferenze ai ritiri esecutivi, poiché il personale di portineria e il team degli eventi possono integrare gli orari di lavoro attraverso una varietà di attività di benessere presso la spa, la piscina e il centro fitness sotterranei dell’hotel. Inoltre, i premiati chef dell’hotel sono a disposizione per organizzare speciali esperienze gastronomiche che celebrano sia i prodotti francesi locali di stagione che la cucina asiatica, in particolare presso La Bauhinia, specializzato in cucina tailandese e che potrebbe avere il miglior Pad Thai sin Paris, e Shang Palace, un ristorante cinese che Shangri-La installa in molte delle sue sedi in tutto il mondo. E la location di Parigi, vista dal 37enne Samuel Lee Sum, originario di Hong Kong, ospita il primato di essere l’unico ristorante cinese in Francia con una stella Michelin.

Le tariffe allo Shangri-La Paris partono da € 1.600 ($ 1.599) per una camera superior a notte per due persone durante i mesi invernali.

Leave a Comment