Sembra che Candace Owens e altri potrebbero essere coinvolti in una causa da 250 milioni di dollari contro Kanye West

Kanye West è nel mezzo di una procedura di divorzio con l’ex moglie Kim Kardahian ma, questa settimana, è stato coinvolto in una causa ancora più grave. Il rapper è stato colpito con una causa da 250 milioni di dollari dalla famiglia di George Floyd, morto nel 2020 dopo che un agente di polizia di Minneapolis si è inginocchiato sul suo collo per nove minuti e mezzo. Durante un’apparizione in un podcast, West ha rilasciato false dichiarazioni sulla morte di Floyd e la famiglia della defunta guardia di sicurezza ha deciso di citare in giudizio la star per diffamazione e altro. E secondo i rapporti, sembra che anche l’esperto politico Candace Owens e altro possano essere coinvolti nella causa.

La causa è stata intentata da Roxie Washington per conto della figlia di lei e di George Floyd, Gianna, che è anche l’unica figlia del defunto Floyd. In una dichiarazione, gli avvocati di Washington hanno confermato che sta facendo causa a Kanye West e ai suoi soci in affari per diffamazione, molestie, appropriazione indebita e inflizione di stress emotivo. Ora, secondo TMZ, il team legale sta valutando una serie di possibili imputati nel caso. A parte la già citata Candace Owens, la Bere Campi podcast (su cui West ha rilasciato le dichiarazioni) e la casa dello spettacolo, Revolt TV, potrebbero anche affrontare un’azione legale.

Leave a Comment