‘Questo ragazzo è un giocatore’ — Matty Beniers sta avendo un grande impatto a Seattle

Matty Beniers non leggerà questa o nessuna storia su se stesso. Beniers è così serio riguardo a questo editto che ha chiesto ai suoi genitori di smettere di inviargli articoli che avevano qualcosa a che fare con lui.

L’umiltà significa tutto per Beniers. Ecco perché ritiene che sia meglio concentrarsi su altri elementi della vita diversi da ciò che la gente dice di lui.

È anche ironico dato che le persone non riescono a smettere di parlare di Beniers. Il suo nome viene sempre citato ogni volta che qualcuno parla del successo iniziale del Kraken di Seattle. Inizia a parlare della gara del Calder Trophy e il suo nome è uno dei primi che viene detto. Beniers ha solo 27 partite nella sua carriera in NHL, eppure è già abbastanza popolare a Seattle che sta iniziando a essere fermato per autografi e foto quando è in pubblico.

I suoi compagni di squadra scherzano sul fatto che sono stanchi di parlare di lui. Ma hanno tutti così tanto da dire su ciò che gli ha permesso di eccellere a 20 anni nella NHL, esprimendo anche ciò che lo rende una persona speciale che vuole comportarsi bene con coloro che lo circondano.

L’affinità per Beniers è così forte che il video introduttivo pre-partita del Kraken ha 30 secondi dedicati esclusivamente a Beniers. Parla di come sia il futuro e di come faccia parte di “The Next Wave” di giocatori che dovrebbero guidare il franchise negli anni a venire.

Naturalmente, Beniers non ne saprà molto perché non ne leggerà mai.

“Non mi è mai piaciuto vedere cose su di me”, ha detto Beniers. “Non so davvero perché. Penso di aver visto altre persone intorno a me fare il contrario e semplicemente non mi piaceva. Quindi ho iniziato a farlo quando ero giovane.”

Beniers ha gestito le aspettative da quando il Kraken lo ha arruolato con la seconda scelta nel Draft NHL 2021. La selezione di Beniers è arrivata con la convinzione che il Kraken stesse ottenendo un potenziale cliente che si proiettava come un centro di alto livello a due vie che poteva potenzialmente diventare uno dei capisaldi del loro franchising per gli anni a venire.

Andare 27-49-6 nella loro stagione inaugurale significava che il Kraken doveva rendere la prospettiva di un futuro migliore un punto di forza per i fan. Tutti hanno intravisto quel futuro la scorsa stagione quando Beniers ha lasciato l’Università del Michigan dopo il suo secondo anno per firmare un contratto di livello base e ha segnato nove punti nelle sue prime 10 partite di NHL.

“Il primo allenamento è stato sul ghiaccio, ho pensato, ‘Oh mio Dio, è bravo!”, Ha detto l’attaccante del Kraken Yanni Gourde. “È stato a quel punto che ti sei detto, ‘Questo ragazzo è un giocatore.’ Molti ragazzi escono dal college, escono dalle juniores e non sai se ce l’hanno subito. È quel ragazzo che ha davvero calpestato il ghiaccio e sapevi che questo ragazzo sarebbe stato bravo subito.

Beniers aveva già un punto – un assist – nella sua prima partita di NHL. Ciò che ha ottenuto nella sua prima partita alla Climate Pledge Arena ha solo accresciuto le aspettative. Era attivo in entrambe le zone mentre realizzava le commedie che il fan occasionale o un osservatore più acuto potevano apprezzare.

Ha anche segnato il suo primo gol in NHL in quella stessa partita che è andata ai tempi supplementari. L’allenatore del Kraken Dave Hakstol si è fidato abbastanza di Beniers da schierarlo per tre minuti di ghiaccio nel frame extra. Quella che è stata probabilmente la prestazione più forte di Beniers è arrivata quando ha provato a impostare il gol della vittoria in OT con un passaggio senza guardare, tra le gambe. La fiducia che ha mostrato è stata così forte che è stato uno dei tre pattinatori selezionati in una sparatoria che alla fine ha vinto il Kraken.

“Non sei particolarmente sorpreso di tutto ciò che fa”, Kraken anticipa Jordan Eberle. “Sei scioccato dal livello di fiducia nel farlo per uscire da una stagione universitaria ed entrare nella NHL e andare dritto al punto. È un ragazzo molto fiducioso ma lo gestisce in un modo molto buono”.

L’abilità è solo una parte del pacchetto. Eberle, un capitano alternativo, ha detto che Beniers ha mostrato la maturità e la personalità necessarie per prosperare in uno spogliatoio della NHL. Ciò che ha colpito di più Eberle è stato il fatto che Beniers l’abbia fatto a fine stagione, in un momento in cui la squadra aveva già una sua identità.

I giocatori del primo anno sono generalmente più riservati all’inizio. Prendono tempo cercando di capire lo spogliatoio prima di parlare e mostrare la loro personalità. Non Beniers. Eberle ha detto che Beniers non ha avuto problemi a integrarsi con il resto della squadra.

“È socievole. Gli piace parlare. Gli piace cinguettare”, ha detto Eberle. “Penso che quando hai un bambino, che in giovane età così, puoi entrare nella sua pelle e lui è in grado di avere fiducia per restituirlo, è una buona cosa. Ciò significa che ti adatti perfettamente. “

Un altro modo in cui Beniers si è adattato è con i suoi contributi. È il secondo della squadra in termini di gol ed è a pari merito per il terzo in punti (11). È terzo tra gli attaccanti nel tempo totale sul ghiaccio, secondo nel tempo sul ghiaccio 5 contro 5 e secondo nel tempo sul ghiaccio power-play.

Per quanto riguarda le statistiche da rookie: Beniers guida tutti i rookie con 11 punti, è secondo con cinque gol e sesto con cinque assist. È anche secondo nel tempo sul ghiaccio tra i rookie forward e 11 ° tra tutti i rookie skater.

C’è anche la fiducia che gli è stata mostrata in zona difensiva. È sesto tra gli attaccanti del Kraken negli ingaggi in zona difensiva ed è quarto nelle partenze in zona difensiva, secondo Natural Stat Trick. Questi numeri aiutano a creare un composito che mostra che Beniers si sta sviluppando nel giocatore a tutto tondo che i Kraken ritengono sia una parte importante del loro futuro.

Beniers sta dimostrando anche in questa fase della sua carriera di poter essere quel centro tra i primi sei in grado di influenzare una partita in diversi modi. Qualcuno come Beniers, tra gli altri, è uno dei motivi per cui i Kraken sono emersi Essendo emersi come una delle sorprese più importanti della NHL durante il primo quarto della stagione.

“È un grande giocatore e un grande essere umano che lo rende una persona molto speciale e importante in questa organizzazione”, ha detto Gourde. “Non solo stai cercando di costruire un’organizzazione che abbia una buona squadra ogni anno, ma stai cercando di costruire una squadra con un buon carattere e brave persone. È così che costruisci una base in un’organizzazione”.

Brava gente. Questo è tutto ciò che Bob e Christine Beniers hanno sempre voluto che fossero i loro tre figli quando sarebbero cresciuti. Hanno visto i primi segni di ciò nel loro figlio più piccolo quando giocava a basket nella lega giovanile a casa a Hingham, Massachusetts, un sobborgo di Boston.

Beniers aveva un compagno di squadra che non era il migliore a basket. Ma Beniers ha continuato a passargli la palla per assicurarsi che quel particolare compagno di squadra avesse la possibilità di tirare qualche tiro nel gioco.

“Dopo la partita, la madre di quel ragazzo mi ha ringraziato per quello che ha fatto Matty”, ha ricordato Bob. “Ha detto: ‘Mio figlio non tocca mai la palla. … Questo è il modo in cui ogni genitore dovrebbe desiderare che suo figlio e sua figlia siano. È essere umile e gentile con le persone ed essere consapevole dei sentimenti degli altri. È molto più importante dell’hockey”.

Poi Bob venne a conoscenza di un’altra storia. Era Halloween quando Gourde e la sua famiglia andarono a trovare Beniers e Will Borgen, che condividevano una casa insieme. I Gourde sono arrivati ​​​​solo per scoprire che Beniers e Borgen erano vestiti in costume in modo che le due figlie di Gourde potessero festeggiare Halloween con loro prima di andare a fare dolcetto o scherzetto più tardi quella notte.

“Cose del genere è come sai che sono autentiche, super buone, super carine e l’abbiamo apprezzato”, ha detto Gourde.

Beniers e Borgen sono coinquilini che si sono legati guardando i giochi, guardando Game of Thrones, giocando ai videogiochi e discutendo su chi è peggio di Mario Kart.

“Si scambiano messaggi dalle loro stanze”, ha scherzato Carson Soucy, che siede accanto a Borgen nello spogliatoio della palestra della squadra.

Borgen ha detto che Beniers è un coinquilino pulito che è anche colpevole di aver lasciato il bucato nell’asciugatrice per alcuni giorni. Dice che non cucinano molto. Ma quando lo fanno, Beniers è il miglior cuoco dei due. Borgen dice che la specialità di Beniers è il suo pane all’aglio. È possibile che Beniers abbia mostrato quelle abilità il fine settimana prima del Ringraziamento, quando i suoi genitori e due fratelli sono volati a Seattle per fare la loro versione del Ringraziamento insieme a Borgen.

Uscire a cena dà loro la possibilità di uscire ancora di più, esplorare diversi ristoranti e vedere anche più di Seattle. È solo che uscire a cena significa anche che Beniers sta imparando cosa significa essere un atleta professionista in un ambiente pubblico.

“Alcune persone potrebbero volere una foto con lui, alcune persone potrebbero voler salutare, alcune persone semplicemente fissarlo e guardarlo un po'”, ha detto Borgen. “Probabilmente è il suo primo anno che lo ottiene un bel po’, ma è davvero una brava persona che è stata cresciuta bene ed è per questo che gestisce le cose così bene”.

Com’è essere Beniers? Come gestisce ciò che deriva dall’essere un centro NHL di prima linea, che potrebbe vincere il Calder e aiutare il Kraken ora e in futuro, il tutto mentre lo fa in un mercato che è ancora nuovo per l’hockey?

“Non ne ho idea!” Beniers dice in un modo che fa ridere tutti intorno a lui. “Non ci penso nemmeno. Penso di avere grandi aspettative che sostituiscono quelle di tutti gli altri. Penso che per molti ragazzi in questa squadra qualcuno potrebbe dire: ‘Hai giocato una grande partita’ e potresti pensare che tu giocato male. Mi sento come se fossi allo stesso modo.

Bob, tuttavia, ha un modo per descriverlo: è surreale. Per quanto riguarda la loro famiglia, si rendono conto che sono passati solo pochi anni da quando Matty si è trasferito da casa per andare a giocare per il National Team Development Program. Le lezioni apprese all’NTDP sono ancora quelle che porta con sé fino ad oggi. Bob ha detto che il motivo per cui Matty fa un pisolino prima di ogni partita è perché è quello che hanno fatto all’NTDP per aiutare i giocatori a capire come il sonno può influire su una routine.

Bob e Christine guardano le partite di Matty in TV. Cercano anche di vederlo di persona quando il tempo lo consente. Sono volati a Pittsburgh non solo per vedere il Kraken suonare i Penguins. Ma sono volati per assicurarsi di poter festeggiare il ventesimo compleanno del figlio. Bob ha detto che Christine si è assicurata che il loro figlio ricevesse i suoi regali e “un grande abbraccio dalla mamma” perché quelle cose sono ancora importanti.

“Gli dico sempre che è un giovane molto fortunato”, ha detto Bob. “Gli ho anche detto di scattare molte foto in modo che possa ricordare il viaggio”.

Leave a Comment