Prime Video Nordics Content Chiefs su concorrenza e originali – Scadenza

ESCLUSIVO: Karin Lindström e Andreas Hjertø si sono uniti a Prime Video Nordics solo nel 2021, ma hanno già iniziato a correre, questa settimana presentando una lista di 18 originali e promuovendo ambiziosi piani di crescita in un’intervista esclusiva con Deadline.

Lo streamer di Amazon è arrivato in ritardo rispetto al gioco di contenuti originali nei Paesi nordici, con i suoi primi annunci in arrivo all’inizio di quest’anno sotto forma di formato realtà Il ponte e commedia politica sceneggiata Toppen. Altri quattro ordini di spettacoli senza copione sono emersi oggi in uno spettacolare evento Prime Video Presents a Stoccolma, in Svezia.

I leader di mercato Netflix e il player locale Viaplay, la cui società madre Lindström e Hjertø hanno lavorato per anni, hanno aperto la strada agli originali. Amazon ha rilanciato Prime Video come servizio nordico a marzo 2021 per una migliore posizione per la crescita. Nonostante il suo ampio catalogo e prezzi competitivi, aveva lottato per competere.

Tuttavia, Lindström e Hjertø non vedono l’ingresso in ritardo come uno svantaggio e suggeriscono invece che c’è molto spazio per Prime Video per sedersi accanto ai giocatori più affermati. “Questa non è una guerra in streaming, è una festa in streaming e gli ultimi ospiti sono sempre i più interessanti”, afferma scherzosamente il capo di Nordic Originals Lindström. “C’è abbastanza spazio per noi in un mercato limitato? Si C’è. Ad esempio, nel mercato svedese abbiamo visto consumatori raddoppiare il tempo davanti allo schermo negli ultimi 10 anni. Siamo una piccola squadra ma stiamo ancora crescendo”.

La coppia dovrebbe sapere: entrambi sono veterani dello spazio dei contenuti scandinavo, con Hjertø Head of Content and Program Director presso Nordic Entertainment Group (NENT; ora Viaplay Group) tra il 2014 e il 2019 e un ex boss indie, e Lindström un program boss di NENT predecessore MTG e CEO di Endemol Shine Nordics.

Sweathearts (Credit: Cato Ingebrigtsen)

Per segnare l’ingresso nel contenuto originale, Prime Video Nordics ha svelato oggi tre commissioni e fornito primi sguardi Toppen e Il ponte. Scherzo, Buona fortuna ragazzi e Felpe sono basati su formati internazionali rispettivamente di ITV Studios, Banijay e Fremantle, mentre LOL: L’ultimo a ridere è l’ultima versione del format della competizione comica giapponese che Prime Video ha lanciato a livello internazionale, con Jarowskij di Banijay che si occupa della produzione. Leggi di più su di loro qui.

“I mercati nordici hanno una grande passione per la realtà”, afferma Lindström. “I formati internazionali hanno fatto davvero bene per noi, quindi non è un rischio ma soddisfa comunque le aspettative del pubblico locale”. Hjertø nota che i temi trattati nella lavagna “sembrano molto nordici”, ad esempio il formato survivalista spagnolo Il ponte vede i concorrenti nella natura selvaggia che tentano di costruire il proprio percorso attraverso l’acqua per assicurarsi un premio in denaro attraverso, mentre Felpe vede i piccioncini avere datteri nelle saune, che sono una parte enorme della cultura svedese e scandinava più ampia. Scherzo presenta anche il calciatore di culto Nicklas Bendtner che fa battute pratiche sui suoi amici famosi.

Solo LOL e Toppen sarà visto oltre la regione nordica, con Lindström che afferma che esiste un interesse interno nel fatto che il pubblico tedesco o altri in Europa si sintonizzino per vedere la versione svedese. Hjertø rifiuta di approfondire la natura degli accordi di formato, ma afferma che ognuno è colpito “accordo per accordo”.

Seguiranno altre offerte. Anche se Lindström e Hjertø non stanno dicendo esattamente quanti nuovi spettacoli commissioneranno, sono appena tornati da un vivace Mipcom Cannes, dove hanno avuto 16 incontri in 48 ore. Lindström prevede che la probabilità di una recessione internazionale porterà il pubblico a richiedere formati più senza copione, osservando che la crisi globale del 2008 è stata un fattore importante nel successo di È in gamba e ha portato al lancio di spettacoli europei come Gloria eterna. “Ora c’è la possibilità di far emergere nuovi formati di benessere”, afferma. “Le persone hanno bisogno di riposarsi dal mondo e di divertirsi”.

Buona fortuna ragazzi (Credit: Prime Video Nordics)

Prime Video ha anche svelato oggi un importante accordo cinematografico con Nordisk Film, con sede a Copenaghen, portando artisti del calibro di John Wick: Capitolo 4, I giochi della fame prequel Ballata di uccelli canori e serpenti e di Steven Spielberg I Fabelman al servizio dal prossimo anno, insieme a diversi titoli regionali vivaci come Den Forsta Julen I Skomakergata e Bamse e L’avventura più piccola del mondoche siederà insieme ai film della MGM e ai programmi di punta degli Stati Uniti di Prime Video come I ragazzi, Buoni presagi e Il Gran Giroil cui speciale scandinavo pubblicato di recente è stato un successo locale, secondo Lindström.

“Non conosco tutti gli accordi di film nordici mai fatti, ma questo è uno dei più grandi”, dice Hjertø. “Per la prima volta, riceverai tutti i film nordici nei quattro paesi. È un investimento in contenuti per bambini, libreria e tutte le uscite cinematografiche. Dà anche a Nordisk l’opportunità di continuare e aumentare gli investimenti nei paesi nordici, non solo in Danimarca e Norvegia, dove hanno già un incredibile successo, ma anche per ampliare la loro lista di film anche in Finlandia e Svezia. In combinazione con tutto il resto che stiamo facendo, vediamo in questo il nostro impegno per la regione”.

Crisi della Danimarca

Notevole nella lista di Prime Video è che ci saranno diversi originali danesi. La Danimarca è attualmente nel mezzo di una crisi di commissioning che ha visto streamer come Netflix smettere di ordinare nuovi spettacoli nel paese per tutto il 2022 a causa dell’aumento dei costi, di un prelievo di streaming previsto dal governo del 6% e di una situazione di stallo con il sindacato degli artisti Create Denmark. A confondere ulteriormente le acque ci sono le elezioni danesi aspramente combattute, che si terranno la prossima settimana.

“Stiamo ancora facendo molti affari in Danimarca”, afferma Hjertø. “Ovviamente, ci sono alcuni problemi lì, che sono preoccupanti. Dal punto di vista dello streaming, vogliamo prevedibilità e visualizzazioni a lungo termine, ed è un mercato in cui non sappiamo cosa accadrà.

“Gli ultimi dieci anni sono stati un periodo fantastico per i contenuti danesi, con contenuti simili Il ponte [the DR drama] essere esportato in tutto il mondo. Siamo entrati e siamo stati davvero espliciti riguardo al nostro investimento nei paesi nordici, quindi ci stiamo chiedendo se la tassa del 6% è davvero ciò di cui l’ambiente produttivo danese ha bisogno. Certo, siamo abituati a questo: lo abbiamo in Francia e in altri paesi e opereremo a prescindere”.

Danny Saucedo (Credit: Prime Video Nordics)

Lindström afferma che Prime Video cercherà ancora di affermarsi come “il posto migliore per i migliori talenti davanti e dietro la telecamera, quindi dobbiamo trovare il modo migliore per andare avanti. Abbiamo un dialogo quotidiano con i produttori danesi sulle grandi storie che hanno. Se crediamo che qualcosa dovrebbe essere su Prime Video, vogliamo che funzioni”.

Nota che il talento locale che compare negli originali di Prime Video dovrebbe aiutare i produttori a capire dove stanno guardando. Presenti all’evento di oggi erano star come Eva Röse, Edvin Törnblom, Louise Nordahl, Özz Nûjen, Jens Hultèn, Ellen Bergström, Niclas Lij, Jasmine Gustafsson e Danny Saucedo, che oltre ad ospitare ScherzoLa versione svedese di Prime Video Sweden è stata anche annunciata come il primo ambasciatore del marchio di Prime Video Sweden.

Hjertø aggiunge che essere nuovo sul mercato consente a Prime Video di essere flessibile nelle sue strutture commerciali, il che offre ai produttori opportunità interessanti e osserva che le coproduzioni potrebbero diventare un fattore chiave in quanto esiste “un modo davvero unico di creare contenuti di alta qualità a prezzi ragionevoli prezzi nei paesi nordici.

“Siamo appena agli inizi e abbiamo un impegno a lungo termine per questa regione”, conclude. “Stiamo lanciando questi 18 originali ora e annunciando il più grande accordo cinematografico locale che sia mai stato fatto nei paesi nordici. Siamo qui per restare e crediamo in questa regione”.

Leave a Comment