porre fine allo stigma; Le celebrità stanno diventando più esplicite sulla chirurgia plastica

Altre celebrità ammettono pubblicamente di aver svolto del lavoro. Per quanto riguarda il suo aumento del seno nel 2015, il rapper Iggy Azalea ha detto che è meglio non avere segreti. Ha detto: “Li amo così tanto che ho dovuto parlarne … mi sentirei meglio a non avere qualche segreto. È molto più libero dirlo, e poi non devi preoccuparti che qualcuno lo scopra ,”

Tuttavia, non è stato sempre così. Molta vergogna è stata attribuita alle celebrità che hanno ammesso di non essere del tutto naturali. La top model Bella Hadid aveva precedentemente dichiarato di non sottoporsi a interventi di chirurgia plastica nonostante le voci di rinoplastica, filler per le labbra e botox. Tuttavia, in una recente intervista a Vogue, ha ammesso di essersi rifatta il naso a 14 anni, cosa di cui si rammarica.

Ma Hadid non è l’unico. Kylie Jenner aveva negato le voci sull’ottenimento di riempitivi per le labbra prima che finalmente si aprisse. La proprietaria del marchio si è inizialmente pentita di aver mentito, dicendo che sarebbe stata onesta e sincera al riguardo in primo luogo.

Non tutti possono essere audaci come Linda Evangelista, ma le celebrità stanno diventando più esplicite riguardo agli interventi di chirurgia plastica che hanno fatto in questi giorni… e lo stigma sta svanendo. Gran parte dell’accettazione deriva dalla comprensione dell’importanza di queste procedure chirurgiche, specialmente per le celebrità.

Secondo il dottor Harrison Lee, MD, DMD, FACS, un importante chirurgo plastico certificato a tripla commissione noto come il chirurgo plastico delle stelle, “Essere costantemente davanti alla telecamera e dover esibirsi per un vasto pubblico può essere estremamente impegnativo. Ancora più importante, in questa linea di lavoro i livelli di fiducia sono fondamentali per le prestazioni. Queste procedure sono il più delle volte un tentativo da parte di queste stelle di aumentare i loro livelli di fiducia e non c’è assolutamente niente di sbagliato nel fatto che qualcuno ottenga ciò di cui ha bisogno per semplificare il proprio lavoro. Ha detto, in risposta al commento di Kelly Ripa sull’ottenere il botox.

Le postulazioni del Dr. Lee sono ulteriormente sottolineate dai commenti di Kelly Ripa sulle sue ragioni per ottenere Botox; Ripa, nel 2015, le disse Abitare! co-conduttore Micheal Strahan; “Ho preso il Botox perché la gente continuava a dire ‘Stai bene?’…’Sembra che tu sia arrabbiato.’ Ero tipo, ‘Allora è il momento di prendere il Botox’

Il Dr. Lee è un esperto riconosciuto a livello internazionale in Chirurgia delle ossa facciali e Chirurgia della femminilizzazione facciale, famoso per il suo lavoro su Caitlyn Jenner e Nikita Dragun tra gli altri; Nelle sue parole; “Il modo in cui un paziente vede se stesso può avere un impatto sulla sua salute generale e sulla sua vita professionale”,

Motivi di salute

Nel 2018 la personalità e modella televisiva Tyra Banks ha ammesso a People Magazine di essersi fatta un lavoro al naso. Nelle sue parole, “Lo ammetto! Capelli finti e mi sono fatto il naso. Sento di avere la responsabilità di dire la verità”. Secondo lei, aveva le ossa del naso che stavano crescendo e il prurito, anche se non ha influenzato la sua respirazione, ha optato per una rinoplastica.

“La rinoplastica non è semplicemente per abbellire”, spiega il Dr. Lee, “è una procedura correttiva per condizioni come un setto deviato o persino l’apnea. È un miglioramento per la struttura del naso e un sollievo per molte situazioni di disagio. Molte star, cantanti e artisti spesso richiedono una rinoplastica per raggiungere il massimo potenziale e, considerando la breve durata della fama, questo intervento diventa spesso opportuno.

Mentre la chirurgia plastica può essere cruciale per affrontare alcuni problemi di salute, è ancora fondamentalmente utilizzata come trattamento di bellezza da molti, ed è da qui che viene lo stigma, uno stigma che sembra essere liberamente esteso alle celebrità che si sottopongono a interventi chirurgici come procedura correttiva per i tratti del viso o per motivi di salute.

Il dottor Lee insiste sul fatto che la qualità della vita dei suoi pazienti è più importante dello stigma e consiglia a più persone che hanno trovato utili queste procedure di parlare; “La maggior parte delle persone sta diventando più informata sui vantaggi di queste procedure e non c’è assolutamente nulla di cui vergognarsi. Parlare di eseguire una procedura può aiutare un’altra persona che ne ha bisogno a prendere la decisione, ma la parola chiave è “bisogno” perché ci sono molte persone che in realtà non hanno bisogno di una procedura, hanno bisogno di più di un riadattamento mentale. Il dottor Lee conclude.

In un’esclusiva con Fox News, il chirurgo plastico Dr Garth Fisher ha parlato della recente storia di Khloe Kardashian di un tumore rimosso dal suo viso. Una procedura su cui era a capo. Ha condiviso il suo processo di pensiero durante l’esperienza piuttosto che i dettagli sulla procedura del Kardashian.

“Aveva qualcosa sul lato della guancia che ha appena preso, non sapeva davvero cosa fosse e non ci stava prestando attenzione”, ha detto il dottor Fisher. “Poi è andata a fare una biopsia di questo, e la biopsia ha mostrato che era davvero pericoloso. Potenzialmente qualcosa potrebbe essere fatale e, naturalmente, questo ha attirato la sua attenzione.”

“Incoraggerei tutti, specialmente se hai gli occhi chiari, (a) cercare davvero le talpe”, ha detto. “Niente panico, la maggior parte delle volte non è niente, ma dovresti essere intelligente su questo e controllarti.”

Un aumento di fiducia

La star di The Big Bang Theory Kaley Cuoco è una delle tante celebrità che parlano apertamente dei loro interventi di chirurgia estetica e sono totalmente soddisfatte del risultato.

In un’intervista con Women’s Health, la star ha descritto i suoi interventi chirurgici come “la cosa migliore che abbia mai fatto”. Secondo lei, “Per quanto tu voglia amare il tuo io interiore, mi dispiace, vuoi anche avere un bell’aspetto”, l’attrice ha continuato dicendo: “Non penso che dovresti farlo per un uomo o chiunque altro, ma se ti fa sentire sicuro, è fantastico”.

Con oltre 23 anni di esperienza nella pratica, il Dr. Lee concorda sul fatto che molti pazienti recuperano la loro fiducia da questi interventi chirurgici e può fare la differenza. “Quando sai che puoi svolgere un lavoro che consente a quella persona di condurre una vita di fiducia e conforto in chi è e in chi sente veramente di essere come individuo, è gratificante”, dice, “In molti casi, queste procedure sono benefiche per la salute emotiva, che a sua volta ha un impatto diretto sulla vita personale e professionale del paziente” ha aggiunto.

Non sempre funziona

Non importa quanto possano essere fantastiche le procedure cosmetiche, non tutti ne sono entusiasti. Courteney Cox è una di queste celebrità che ha ritrattato la decisione di farsi fare la faccia.

“Ho dissolto tutti i miei riempitivi. Sono il più naturale possibile. Mi sento meglio perché assomiglio a me stesso”, ha detto Cox nel 2017. “Penso che ora assomiglio di più alla persona che ero. Spero di sì. Le cose cambieranno. Tutto sta per crollare. Stavo cercando di non farlo cadere, ma questo mi ha fatto sembrare falso. Hai bisogno di movimento nel tuo viso, specialmente se hai la pelle sottile, come me. Quelle non sono rughe, sono linee del sorriso. Ho imparato ad abbracciare il movimento e mi sono reso conto che i filler non sono miei amici.

Gli interventi di chirurgia plastica possono avere effetti diversi su persone diverse, l’importante è capire cosa funziona per pazienti specifici.

“La chiave per ottenere un ottimo risultato di chirurgia plastica è ascoltare le preoccupazioni del paziente, un’attenta pianificazione e un meticoloso intervento chirurgico”, afferma il Dr. Lee “Dalla pianificazione preoperatoria al recupero finale, cerchiamo sempre di fornire il più aperto e onesto informazioni per servire i migliori interessi dei nostri pazienti. Ha aggiunto.

Lo scopo, afferma, è garantire che “i pazienti ottengano il miglior risultato adatto a loro in questo modo. “Queste procedure non sono per tutti e dipendono totalmente dalla struttura mentale della persona, dallo scopo per cui si desidera la procedura e dagli obiettivi di bellezza.”

Il concetto e l’esecuzione della chirurgia plastica reversibile, tuttavia, non è sempre una procedura così semplice.

Il dottor Paul Banwell, un chirurgo estetico britannico e professore in visita di chirurgia plastica presso la Harvard Medical School, ha dichiarato alla pubblicazione Refinery29 che “le inversioni non sono qualcosa che normalmente dovevamo eseguire in precedenza”. Ha affermato che la chirurgia estetica ha i suoi rischi e così anche la sua inversione. “Questo è un potenziale disastro in attesa di accadere poiché fluttuazioni significative del volume dei tessuti possono provocare lassità e uno scarso risultato estetico”.

Portare a termine un lavoro può essere eccitante per alcuni, non ha senso spegnere quell’eccitazione con la paura della vergogna. Per fortuna, più celebrità stanno diventando più esplicite nell’ottenerlo, e almeno per loro è una vittoria.

.

Leave a Comment