Ousmane Dembele ha segnato e ottenuto una tripletta di assist quando il Barcellona ha battuto l’Athletic Club

Ousmane Dembele ha prodotto una delle sue migliori prestazioni con la maglia del Barcellona, ​​dato che ha contribuito a tutti e quattro i gol nella vittoria sull’Athletic Club.

Dembele è stato uno dei simboli chiave della spesa eccessiva del Barcellona negli ultimi anni, essendo costato al club oltre 145 milioni di euro quando ha firmato per loro nel 2017, dopo la partenza di Neymar.

L’ex attaccante del Borussia Dortmund ha trascorso gran parte del suo tempo infortunato al Camp Nou e sembrava dirigersi verso l’uscita a gennaio.

A quel punto il club ha affermato che sarebbe stato ceduto, poiché non era disposto a firmare un nuovo contratto e quello attuale sarebbe scaduto in estate, cosa che lo ha fatto fischiare dai tifosi, in un altro bell’esempio del pasticcio che hanno si erano infilati.

Continua a deliziare e frustrare in egual misura, o sembrando il miglior giocatore del mondo o diventando completamente anonimo per tutto il tempo.

Prima di domenica, Dembele non segnava in campionato da settembre, anche se nel pareggio per 3-3 con l’Inter in Champions League, non mettendo a segno nemmeno un compagno di squadra in quel momento.

La squadra di Xavi ha giocato solitamente in modo difensivo nell’Atletico nel fine settimana, con solo una squadra che ha subito meno gol di loro prima del calcio d’inizio.

Tuttavia, gli ospiti del Barcellona sono stati fatti a pezzi dalla squadra di casa e in particolare da Dembele, che ha segnato il primo gol prima di andare ad assistere i suoi compagni di squadra nei tre gol successivi, vincendo 4-0.

Il francese apre le marcature al 12′, quando un suo tiro da fuori area colpisce i palmi di Unai Simon, che riesce a respingere la palla dalla porta.

Tuttavia è atterrato solo ai piedi di Robert Lewandowski, che ha messo la palla nell’area piccola, e Dembele si è intrufolato verso il dischetto per andare a casa.

Sergi Roberto ha raddoppiato il vantaggio della sua squadra appena sei minuti dopo, iniziando la mossa a metà con un punto, prima di giocare un uno-due con Dembele.

Roberto ha continuato la sua corsa in area e il suo tiro ha deviato Inigo Martinez e ha lasciato Simon con il piede sbagliato in porta.

La partita è finita al 22′ quando Dembele ha restituito il precedente favore di Lewandowski per preparare l’attaccante polacco alla sua 12a stagione di campionato.

Dembele stava dando all’esterno Yuri Berchiche tutti i tipi di problemi e questa volta è scivolato oltre il difensore prima di entrare in area e fare squadra per Lewandowski per toccare a casa.

Le marcature hanno poi rallentato, ma c’era ancora tempo per un quarto, a 12 minuti dalla fine, questa volta Dembele ha giocato un passaggio filtrante perfetto dietro la difesa, con Ferran Torres che ha segnato a casa per completare la tripletta di assist del suo compagno di squadra.

“In realtà ci sono due Dembele. Gemelli identici che tirano le cannucce prima di ogni partita per decidere chi gioca”, ha detto un fan, riassumendo la natura di Jekyll e Hyde dell’ex giocatore del Rennes.

Un altro lo ha paragonato in modo divertente a due leggende del gioco, dicendo: “Giuro che Dembele si sveglia ogni mattina e decide se vuole essere il Primo Neymar o essere come Ali Diano nel mezzo”.

“Dembele potrebbe avere il divario più grande tra il soffitto e il pavimento rispetto ai presunti migliori giocatori in questo momento”, ha aggiunto un terzo.

E un quarto ha accreditato l’allenatore di aver lasciato Dembele in una partita precedente per ottenere il meglio da lui, pubblicando: “Essere in panchina contro il Villarreal ha chiaramente fatto miracoli per Dembele. Sembra acceso, acuto e letale come sempre.

“Questa è la bellezza di avere profondità e competizione, tutti sanno che non possono rallentare perché il posto di nessuno è sicuro”.

Ora, se Dembele riesce a trovare un po’ di consistenza nel suo gioco, forse il prezzo che il Barcellona ha pagato per lui non sembrerà così ridicolo…

.

Leave a Comment