Nadia Sawalha rivela che le è stato diagnosticato l’ADHD alla fine degli anni ’50 | sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Nadia Sawalha ha rivelato che le è stato diagnosticato un disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) verso la fine degli anni ’50.

Parlando a Loose Women giovedì, Sawalha, 58 anni, ha rivelato di aver convissuto con la condizione fin dall’infanzia, ma le è stata diagnosticata solo dopo aver girato un film sull’ADHD per lo spettacolo diurno.

Un segmento video nel programma mostrava Sawalha sottoporsi a una valutazione e diagnosi di ADHD con uno specialista, oltre a parlare con altri che vivono con la condizione, tra cui suo marito, Mark Adderley.

Ha detto che aveva temuto di avere una demenza ad esordio precoce e ha parlato dei suoi sintomi che possono includere disattenzione, iperattività e impulsività.

Ha rivelato di aver smesso di guidare perché non riusciva a concentrarsi sulla strada e ha lottato per sedersi in silenzio senza rumore per aiutarla a rilassarsi.

“Non potevo accettare che ci fosse una ragione per tutto questo caos che ho vissuto nella mia vita”, ha detto.

Sawalha ha esortato gli spettatori a esplorare eventuali sintomi simili. “Se qualcosa di tutto questo risuona con te, basta indagare un po’ più a fondo. Ho iniziato i farmaci e le cose stanno davvero cambiando per me “, ha detto. “Il punto è che sei a rischio molto elevato di comportamenti di dipendenza. Non sono solo le persone stupide che corrono in giro a fare cose stupide.

L’ex attore di EastEnders è l’ultimo di una serie di donne di alto profilo a rivelare che sono state diagnosticate condizioni neurodiverse da adulte, tra cui Melanie Sykes e Christine McGuinness.

Il dottor Ulrich Müller-Sedgwick, membro del Royal College of Psychiatrists, che rilascerà la sua risorsa di aggiornamento sull’ADHD degli adulti all’inizio del prossimo anno, ha affermato che il disturbo è stato sottodiagnosticato e sottotrattato nel Regno Unito, in particolare nelle ragazze. Almeno quattro volte più ragazzi rispetto alle ragazze ricevono una diagnosi di ADHD.

“L’ADHD nelle ragazze può presentarsi in modi meno dirompenti, come sognare ad occhi aperti, ma poiché non disturba una classe, ad esempio, non è visto come un problema”, ha detto.

All’età adulta, alle donne viene diagnosticata l’ADHD allo stesso ritmo degli uomini, ha detto, aggiungendo che negli ultimi anni c’è stata una tendenza alla diagnosi di più donne di età compresa tra 45 e 55 anni, dopo aver cercato aiuto per la menopausa a causa di un aumento profilo pubblico.

“Le persone che parlano delle loro diagnosi sono positive, perché possono aiutare il nostro lavoro come professionisti, ma anche attirare la consapevolezza delle condizioni e dei servizi di salute mentale sottofinanziati”, ha affermato.

L’anno scorso, la presentatrice televisiva Sykes ha detto che le era stato diagnosticato l’autismo a 51 anni, affermando che l’esperienza le aveva “cambiato la vita”. Sykes ha parlato del suo sollievo per il fatto che le cose nella sua vita abbiano finalmente iniziato ad “avere un senso”.

In un video su Instagram, la Sykes ha spiegato di aver fatto le valutazioni quando stava girando un documentario sui fallimenti del sistema educativo, soprattutto per i bambini autistici.

“C’è un senso di sollievo e un senso di lutto. Non perché non voglio essere quello che sono, è che avrei voluto saperlo prima così avrei potuto capire esattamente perché le cose stavano andando come stavano andando”, ha detto.

Nello stesso mese, la modella e attivista Christine McGuinness ha rivelato di essere stata diagnosticata come autistica e ha discusso di come ciò avesse influenzato la sua vita e le sue relazioni, incluso il dover “imparare a comportarsi”.

All’epoca disse al Daily Star Sunday: “La conoscenza è la chiave. Se conosci la situazione, sei in grado di affrontarla. Quindi ottenere una diagnosi mi ha davvero aperto la vita. Mi ha dato molte più opportunità di capire perché ero così”.

Secondo il sito Web NHS Choices, le persone con ADHD possono sembrare irrequiete, possono avere problemi di concentrazione e possono agire d’impulso. Mentre la maggior parte dei casi viene diagnosticata quando i bambini hanno meno di 12 anni, a volte la diagnosi avviene in età adulta. Mentre i sintomi dell’ADHD di solito migliorano con l’età, molti adulti a cui è stata diagnosticata la condizione in giovane età continuano ad avere problemi, afferma.

Leave a Comment