Mostre e commissioni 2023 – Bandi

Ayo Aking Bade: Fammi vedere il mondo, signore
18 febbraio-21 maggio 2023
Una mostra di Ayo Aking Bade comprendente due nuove commissioni cinematografiche girate in esterni in Nigeria. Il pugno è un ritratto del birrificio Guinness a Lagos, dove le storie del colonialismo, dell’industrializzazione e del lavoro si scontrano; mentre Faluyi segue il protagonista Ife in un viaggio che ripercorre l’eredità familiare e il misticismo in terre ancestrali. Basandosi sugli interessi di Akingbade per la storia, la creazione di luoghi, l’eredità e il potere, questi film sono le sue produzioni più ambiziose fino ad oggi.

Howardena Pindell: Una nuova lingua
18 febbraio-21 maggio 2023
Un’indagine sulla mostra Howardena PindellLa carriera di sei decenni, dai primi dipinti astratti a opere più apertamente politiche che affrontano argomenti tra cui la schiavitù, la violenza contro i neri e gli indigeni e la pandemia di AIDS. Lo spettacolo prende il titolo da un saggio scritto da Pindell negli anni ’80, in cui chiede “un nuovo linguaggio” per le persone di colore che lavorano nelle arti, uno che “ci dà potere e non ci fa partecipare alla nostra privazione dei diritti .”

Commissione d’impegno: Rachel Bradley: Previsione
18 febbraio-21 maggio 2023
Una commissione di fidanzamento di Rachel Bradleysviluppato nell’ultimo anno in collaborazione con artisti emergenti con sede nell’Inghilterra occidentale e alunni del Creative Youth Network Carlo Hornilla, Tommy Howlett, Lauren Jaffrey e Calum McCutcheon. Riflettendo sulle funzioni sottostanti della psiche, del corpo e dove queste incontrano la realtà che ci circonda, Previsione tra cui un’opera video che esplora la coscienza collettiva dei corvi e una scultura a padiglione a specchio sospesa al soffitto della galleria.

Flo Brooks
10 giugno-10 settembre 2023
Una nuova commissione di Flo Brooks esplorando l’autobiografia, la memoria e la pittura di storia speculativa. Dipinti su tela, pavimenti in vinile e collage di tessuti intrecciano frammenti della vita di figure transmascoline della storia – come il “marito donna” inglese del XVIII secolo Charles Hamilton – con ricordi dell’adolescenza di Brooks, tracciando connessioni queer e complicazioni attraverso il tempo e lo spazio .

Asmaa Jama con Gouled Ahmed: Tranne che questa volta nulla torna dalle ceneri
10 giugno-10 settembre 2023
Una nuova commissione cinematografica di Asma Jamasviluppato in collaborazione con artista e costumista Gouled Ahmed. Girato ad Addis Abeba, il film segue presenze spettrali e glitch che infestano una città. Ispirato dagli studi fotografici africani, il lavoro esplora l’autoritratto, l’archivio e la memoria per considerare chi è escluso dalle narrazioni nazionali istituzionalizzate.

Olu Ogunnaike
30 settembre 2023-14 gennaio 2024
Una commissione site-specific di Olu Ogunnaike trasforma lo spazio della galleria alta otto metri di Spike Island, continuando l’esplorazione dell’artista delle proprietà sociali e storiche incorporate nella materialità del legno. Questa struttura monolitica combina l’OSB (oriented strand board) fatto a mano realizzato con scarti che fanno riferimento a specie di legno che crescono localmente con il fango raccolto dal fiume Avon, che scorre lungo la facciata dell’edificio.

Ofelia Rodriguez
30 settembre 2023-14 gennaio 2024
La prima grande mostra di indagine di Ofelia Rodrioguez, che riunisce dipinti, stampe e sculture realizzati negli ultimi cinque decenni. Sebbene abbia vissuto a Londra per la maggior parte della sua vita adulta, il lavoro di Rodríguez è influenzato dai ricordi della sua nativa Barranquilla, sulla costa caraibica della Colombia. Combina oggetti trovati e immagini ricche di simbolismo per costruire tableaux umoristici ma critici e “scatole magiche” che esaminano l’identità culturale e di genere.

Spike Island è un ente di beneficenza registrato e fa parte del National Portfolio dell’Arts Council England. Tutte le nostre mostre e la maggior parte dei nostri eventi sono gratuiti. Le nostre mostre in corso Rosmarino Mayer: Modi di attaccamento e Lorenzo Abu Hamdan: 45° parallelo proseguono rispettivamente fino al 15 e 29 gennaio 2023.

Ringraziamenti
Ayo Akingbade: Fammi vedere il mondo, signore è prodotto da Spike Island, Bristol e Chisenhale Gallery, Londra, e commissionato da Chisenhale Gallery, Londra; Spike Island, Bristol; il Whitworth, l’Università di Manchester; BALTIC Centro per l’Arte Contemporanea, Gateshead; e Galleria John Hansard, Southampton.

Mostre e commissioni di Ayo Akingbade, Rachal Bradley, Flo Brooks, Olu Ogunnaike e Ofelia Rodríguez fanno parte del programma West of England Visual Arts Alliance, sostenuto dall’Arts Council England.

Howardena Pindell: Una nuova lingua è organizzato da Fruitmarket, Edimburgo, in collaborazione con Kettle’s Yard, Cambridge e Spike Island, Bristol.

Rachel Bradley: Previsione segna il culmine del primo Spike Island e Creative Youth Network Engagement Fellowship for Artists e fa parte del programma West of England Visual Arts Alliance, sostenuto dall’Arts Council England.

Leave a Comment