Le celebrità condannano Kanye West per l’antisemitismo: Khloé Kardashian ad Amy Schumer

Ye (precedentemente noto come Kanye West) è stato nei titoli dei giornali negli ultimi mesi per i suoi post sui social media e le sue controverse dichiarazioni pubbliche.

Dopo aver criticato pubblicamente la sua ex moglie Kim Kardashian, prendendo di mira i collaboratori di lunga data, chiamando celebrità, facendo commenti falsi su George Floyd e la sua famigerata maglietta White Lives Matter alla settimana della moda di Parigi, Ye è stato ulteriormente coinvolto in polemiche dopo pubblicare dichiarazioni antisemite sui social media e sostenerle nelle interviste ai media.

Da allora i suoi account Twitter e Instagram sono stati bloccati ed è stato abbandonato da Gap e Balenciaga con l’Adidas che ha “rivisto” il suo contratto con il musicista.

Ma tutto ciò non gli ha impedito di continuare a diffondere i suoi messaggi odiosi.

Ye, noto anche come Kanye West, è stato visto il 21 ottobre 2022 a Los Angeles. Negli ultimi mesi è stato nei titoli dei giornali per i suoi post sui social media e le sue controverse dichiarazioni pubbliche.
Immagini Rachpoot/Bauer-Griffin/GC

Il 19 ottobre è apparso su Piers Morgan senza censure quando gli è stato chiesto se si fosse pentito di aver minacciato di fare “una truffa 3 contro gli ebrei”. Ye ha risposto: “No, assolutamente no. Ho combattuto il fuoco con il fuoco. Non sono qui per essere lavato”.

In seguito ha detto che era “dispiaciuto per le persone che ho ferito” e “per la confusione che ho causato”.

Durante il fine settimana, la Goyim Defense League, un gruppo antisemita e suprematista bianco, ha drappeggiato striscioni sull’Interstate 405 a Los Angeles. Uno di loro diceva: “Kanye ha ragione sugli ebrei”.

I membri del gruppo hanno anche fatto il saluto nazista.

In risposta, il procuratore distrettuale di Los Angeles George Gascón ha dichiarato su Twitter che l’antisemitismo non sarebbe stato tollerato, scrivendo: “#WhiteSupremacy è un cancro della società che deve essere eliminato. Questo messaggio è pericoloso e non può essere normalizzato”.

Ora una miriade di volti famosi, tra cui l’ex cognata di Ye, Khloé Kardashian, hanno espresso il loro sostegno al popolo ebraico, condannando i suoi commenti e chiedendo ad Adidas di porre fine alla sua collaborazione con il rapper vincitore del Grammy.

Amy Schumer

Una miriade di celebrità ha ricondiviso le immagini di un post dell’autrice Jess Seinfeld che recita: “Appoggio i miei amici ebrei e il popolo ebraico”.

La comica e attrice Amy Schumer è stata una delle prime celebrità a farlo ricondividete l’immagine su Twitterscrivendo a fianco della foto: “Se non sai cosa postare. Cominciamo da questo. Sai a cosa teme la comunità ebraica questo porterà? 1 persona su 2 non sa che l’olocausto è accaduto. Alzati in piedi #non guadagnare
@JessSeinfeld.”

Khloe Kardashian, Kris e Kendall Jenner

Finora, Khloé Kardashian, Kendall Jenner e la loro mamma Kris Jenner sono stati gli unici membri della famiglia Kardashian-Jenner a condannare le dichiarazioni antisemite di Ye. Hanno semplicemente ricondiviso il post di Seinfeld sulle loro storie di Instagram, facendo conoscere i loro sentimenti.

David Schwemmer

Nelle sue storie su Instagram, Gli amici la star David Schwimmer ha ripubblicato un video di Ye che parla al Bere Campi podcast in cui ha detto: “Il bello di me e dell’Adidas è che posso letteralmente dire stronzate antisemite e loro non possono lasciarmi cadere. Posso dire cose antisemite e l’Adidas non può lasciarmi. E adesso?”

Schwimmer ha intitolato la clip “Ora cosa” e ha taggato Adidas.

Ha seguito il video con un post che chiedeva ai suoi follower di sostenere la Lega anti-diffamazione e il suo appello all’Adidas di “riconsiderare il supporto della linea di prodotti Ye e di rilasciare una dichiarazione in cui si chiarisce che la società e la comunità Adidas non hanno alcuna tolleranza per l’anti-diffamazione”. -Semitismo”.

Questa non è la prima volta che Schwimmer critica Ye.

L’11 ottobre, Schwimmer ha scritto su Instagram: “Che Kanye West sia malato di mente o meno, non c’è dubbio che sia un bigotto. Il suo incitamento all’odio richiede violenza contro gli ebrei. Se interpreti le sue parole in un altro modo e lo difendi, indovina un po’ “Sei razzista. Se non chiamiamo qualcuno influente come Kanye per le sue parole divise, ignoranti e antisemite, allora siamo complici”.

Josh Gad

Congelato e Lupo come me Josh Gad, ha anche chiesto ad Adidas di porre fine alla sua partnership con Ye.

Ha ricondiviso il stessa clip di Schwimmer su Twittersottotitolando il post: “Questa non è una brava persona. Questa è una persona la cui pericolosa retorica continua a non essere controllata. Ehi @adidas, è giusto? Può individuare una singola fede e un gruppo di persone con odio e vetriolo ed è così non importa? Chiedere un amico.”

Firenze Pugh

L’attrice premio Oscar Florence Pugh ha ricondiviso un’immagine della protesta della Goyim Defense League sulle sue storie su Instagram, scrivendo: “assolutamente spaventoso”.

In un secondo post, ha invitato i suoi follower a leggere un post dell’attore vincitore del Tony Ari’el Stachel, aggiungendo: “Qualsiasi forma di incitamento all’odio incoraggia solo, cresce e si diffonde come una malattia”.

Firenze Pugh Instagram
Firenze Pugh Instagram

Kat Dennings

Kat Dennings, meglio conosciuta per il suo ruolo di Max Black in 2 ragazze al verde e Darcy Lewis dentro Thor e Wandavision, ha chiesto all’Adidas di agire, scrivendo su Twitter: “Il mondo sta guardando, @adidas.”

Banche

Il cantante e cantautore Banks ha twittato: “Per favore, smettila di dare una piattaforma a Kanye West” prima di condividere un’immagine della protesta sull’Interstate 405.

Oltre al suo post, ha scritto: “Così devastante. F*** Kanye west. Questo è così pericoloso quello che sta facendo”.

Reese Witherspoon

Lunedì 24 ottobre, Reese Witherspoon ha twittato: “L’antisemitismo in qualsiasi forma è deplorevole. Di persona. Online. Non importa dove. È odio ed è inaccettabile.

“Comprendi perfettamente perché i miei amici/colleghi ebrei hanno paura per le loro famiglie. Questo è un momento molto spaventoso”.

Sophie Turner

Game of Thrones la leggenda Sophie Turner ha condiviso due post sulle sue storie di Instagram. Uno è l’immagine di Jesse Seinfeld che recita: “Io sostengo i miei amici ebrei e il popolo ebraico”.

Turner ha anche condiviso un post dell’influencer Matt Bernstein, che ha pubblicato i seguenti commenti sul suo feed principale di Instagram e ha chiesto all’Adidas di agire.

L’immagine condivisa da Turner recita: “Quando le celebrità amplificano le teorie del complotto e le odiano, condannale. Potresti non prenderle sul serio, ma c’è qualcuno là fuori. L’antisemitismo non è uno scherzo”.

Settimana delle notizie ha contattato Adidas, Ye e la Lega anti-diffamazione per un commento.

Leave a Comment