L’attaccante dell’Arsenal Saka restituisce ai bambini nigeriani

Il giocatore anglo-nigeriano e attaccante dell’Arsenal Bukayo Saka, ha intrapreso la filantropia medica in Nigeria a ottobre.

La nazionale inglese ha fornito le necessarie procedure chirurgiche a 120 bambini a Kano.

Saka, che è stato scintillante con i campioni del campionato, l’Arsenal ha esteso la sua eccezionale prestazione in campo ad alcuni bambini con problemi di salute nel suo paese di origine.

Secondo MSN.com, Saka, 21 anni, ha collaborato con una ONG nota come BigShoe per fornire servizi sanitari quantitativi per i bambini meno privilegiati.

È stato anche aggiunto che la maggior parte dei bambini “soffre di malattie come ernie inguinali, ernie ombelicali o tumori cerebrali”.

Nel frattempo, gli interventi chirurgici eseguiti da un team di cinque medici a metà ottobre hanno registrato un successo con i ragazzi di nuovo in piedi.

Il lodevole risultato si aggiunge agli oltre 1000 bambini che l’ONG, fondata nel 2006, ha intrapreso in tutto il mondo.

Saka, che non è riuscito ad arrivare in Nigeria a causa della preparazione per la Coppa del Mondo in Qatar con Gareth Southgate, la squadra inglese si è detto entusiasta di aiutare e connettersi positivamente con le sue radici.

Saka è la più giovane di due figli di genitori yoruba, Yomi e Adenike Saka, ed è nata a Ealing, in Inghilterra, il 21 settembre 2001.

Pubblicità TEXEM


Parlando virtualmente in un video diffuso da Goal.com, l’Arsenal corrisponde, Charles Watts, Saka ha detto di essere “connesso” alle sue radici.

“Mi sento fortunata ad essere in una posizione in cui posso contribuire a rendere la vita dei bambini più facile e migliore attraverso questi interventi chirurgici.

“Mi sento ancora molto legato alla Nigeria. Per me è molto importante usare le mie capacità per avere un impatto positivo dove posso e devo dire un grande grazie a tutto il team di BigShoe per aver reso possibile tutto questo”.

Saka segue le orme di Alaba

Alcuni mesi fa, anche un altro di origine nigeriana, David Alaba, ha restituito alle sue radici fornendo servizi igienici mobili nella comunità di Ogere Remo.

Alaba, anche lei di padre nigeriano e madre filippina, è nata a Vienna, in Austria, circa 30 anni fa.

A causa della sua nascita, il 30enne difensore del Real Madrid poteva giocare per la Nigeria o per l’Austria, che ha scelto quest’ultima.

Ma nonostante anni di assenza da casa, Alaba non ha dimenticato la città natale di suo padre, Ogere, dove anche lui appartiene alla famiglia reale. Si dice che il progetto della toilette mobile valga circa N13,3 milioni.


Sostieni il giornalismo di integrità e credibilità di PREMIUM TIMES

Il buon giornalismo costa un sacco di soldi. Eppure solo un buon giornalismo può garantire la possibilità di una buona società, una democrazia responsabile e un governo trasparente.

Per continuare ad accedere gratuitamente al miglior giornalismo investigativo del paese, vi chiediamo di prendere in considerazione l’idea di dare un modesto sostegno a questo nobile sforzo.

Contribuendo a PREMIUM TIMES, contribuisci a sostenere un giornalismo di rilevanza e a garantire che rimanga gratuito e disponibile per tutti.

Donare



ANNUNCI DI TESTO: Chiama Willie – +2348098788999




-->



PT Campagna Mag AD

Leave a Comment