La squadra polacca della Coppa del Mondo vola in Qatar con la scorta di un caccia F-16

La nazionale polacca in volo verso il Qatar per i Mondiali del 2022 è stata scortata ieri da aerei da combattimento F-16, dopo il fatale attacco missilistico di martedì notte.

Due cittadini polacchi sono stati uccisi nell’attacco nell’est del Paese, a quattro miglia dal confine ucraino, mentre l’Ucraina continua a difendersi dall’invasione della Russia.

Le autorità stanno ancora cercando di accertare esattamente da dove provenga il missile, con le prime indicazioni che puntano a un sistema di difesa aerea ucraino che cerca di contrastare il bombardamento russo – un’affermazione che l’Ucraina ha negato.

Nel segno che la Polonia non sta correndo rischi dopo l’attacco mortale, il filmato rilasciato giovedì dal paese ha mostrato un aereo passeggeri che trasportava la sua squadra nazionale di calcio scortato da un paio di aerei da combattimento F-16.

“Siamo stati scortati al confine meridionale della Polonia da aerei F16!” l’account Twitter della nazionale postato ieri.

‘Grazie e saluti ai piloti!’

Scorri verso il basso per il video

La squadra nazionale polacca che volava in Qatar per la Coppa del Mondo 2022 è stata scortata giovedì da caccia F-16, dopo l’attacco missilistico di martedì notte. Nella foto: l’aereo passeggeri della nazionale polacca accanto a un caccia F-16

Sono state condivise le foto scattate dai tre diversi velivoli.

Gli aerei da combattimento sono stati visti volare quasi da un’ala all’altra accanto all’aereo passeggeri, decorato con i colori nazionali della Polonia, rosso e bianco.

“Repubblica di Polonia” era scritto sul lato dell’aereo passeggeri. La sua ala di coda era adornata con immagini di personaggi storici della Polonia, con le date 1918 – 2018.

In polacco, un messaggio recitava: “100° anniversario della riconquista dell’indipendenza della Polonia”.

Il video ha anche mostrato la squadra nazionale in posa per una foto di addio con il personale prima di salire sull’aereo. Il filmato, girato attraverso un finestrino dell’aereo passeggeri, mostrava i due aerei da combattimento che volavano di fianco.

Il capitano superstar Robert Lewandowski e i suoi compagni di squadra sperano di guidare la Polonia fuori dal Gruppo C per la loro prima apparizione agli ottavi dal 1986.

La Polonia si è qualificata per la Coppa del Mondo nello stesso girone dell’Inghilterra, finendo al secondo posto a sei punti di distanza.

Nel segno che la Polonia non sta correndo rischi dopo l'attacco mortale, il filmato rilasciato giovedì dal paese ha mostrato un aereo passeggeri che trasportava la squadra nazionale scortato da un paio di aerei da combattimento F-16 (nella foto)

Nel segno che la Polonia non sta correndo rischi dopo l’attacco mortale, il filmato rilasciato giovedì dal paese ha mostrato un aereo passeggeri che trasportava la squadra nazionale scortato da un paio di aerei da combattimento F-16 (nella foto)

Nella foto: la squadra nazionale e lo staff della Polonia posano per una fotografia vicino all'aereo

Nella foto: la squadra nazionale e lo staff della Polonia posano per una fotografia vicino all’aereo

Hanno poi ricevuto un addio allo spareggio di semifinale a causa della squalifica della Russia dalla partecipazione al torneo a causa della sua invasione dell’Ucraina.

La Polonia ha poi trionfato nella finale degli spareggi in casa contro la Svezia, che l’ha vista battere Zlatan Ibrahimovic e compagni 2-0.

La Coppa del Mondo prende il via domenica con un pareggio tra i padroni di casa del Qatar e dell’Ecuador. Per la Polonia, il primo scontro arriva martedì contro il Messico.

Czeslaw Michniewicz affronterà poi l’Arabia Saudita sabato (26 novembre), prima di sfidare l’Argentina, favorita del torneo, mercoledì 30 novembre.

Il filmato, girato attraverso un finestrino dell'aereo passeggeri, mostrava gli aerei da combattimento che volavano di fianco

Il filmato, girato attraverso un finestrino dell’aereo passeggeri, mostrava gli aerei da combattimento che volavano di fianco

Il video ha anche mostrato la squadra nazionale in posa per una foto di addio con il personale prima di salire sull'aereo

Il video ha anche mostrato la squadra nazionale in posa per una foto di addio con il personale prima di salire sull’aereo

Martedì la Russia ha scatenato una raffica nazionale di oltre 100 missili e droni che hanno tolto energia a 10 milioni di persone in Ucraina – attacchi descritti dal ministro dell’Energia ucraino come il più grande assalto alla rete elettrica malconcia del paese in quasi nove mesi di guerra.

L’attacco ha provocato l’atterraggio del missile in Polonia, uccidendo due persone.

Giovedì il presidente polacco Andrzej Duda ha visitato il sito in cui è atterrato il missile e ha espresso comprensione per la difficile situazione dell’Ucraina. “È una situazione estremamente difficile per loro e ci sono grandi emozioni, c’è anche un grande stress”, ha detto Duda.

Mercoledì ha definito lo sciopero uno “sfortunato incidente”.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto ai giornalisti a Bruxelles: ‘Non è colpa dell’Ucraina. La Russia ha la responsabilità ultima mentre continua la sua guerra illegale contro l’Ucraina.’

Stoltenberg ha anche affermato che probabilmente si trattava di un missile di difesa aerea ucraino.

Una veduta aerea del magazzino per la lavorazione del grano nella Polonia orientale colpito da un missile.  Varsavia afferma che le armi sono state

Una veduta aerea del magazzino per la lavorazione del grano nella Polonia orientale colpito da un missile. Varsavia afferma che le armi sono state “molto probabilmente” sparate dall’Ucraina, ma Zelensky ha contestato tale versione

Il conflitto si è riverberato anche nei tribunali europei questa settimana quando un giudice olandese giovedì ha condannato all'ergastolo due russi e un ucraino per l'abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines sopra l'Ucraina nel 2014, uccidendo tutte le 298 persone a bordo

Il conflitto si è riverberato anche nei tribunali europei questa settimana quando un giudice olandese giovedì ha condannato all’ergastolo due russi e un ucraino per l’abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines sopra l’Ucraina nel 2014, uccidendo tutte le 298 persone a bordo

In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva affermato che le traiettorie suggerivano che era improbabile che il missile fosse stato lanciato dalla Russia. La Russia ha negato la responsabilità.

Anche il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba sembra aver respinto la posizione di Kiev secondo cui si trattava di un missile russo che ha colpito la Polonia a seguito di una telefonata con il segretario di Stato americano Antony Blinken.

“I nostri esperti sono già in Polonia”, ha twittato Kuleba. “Ci aspettiamo che ottengano rapidamente l’accesso al sito in collaborazione con le forze dell’ordine polacche”.

Il conflitto si è riverberato anche nei tribunali europei questa settimana quando un giudice olandese giovedì ha condannato all’ergastolo due russi e un ucraino per l’abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines sopra l’Ucraina nel 2014, uccidendo tutte le 298 persone a bordo.

Nessuno dei sospettati di quella prima fase delle ostilità era presente in tribunale o probabilmente avrebbe dovuto scontare la pena, spingendo Zelensky a salutare la sentenza “importante” ma a chiedere che i responsabili fossero chiamati a rendere conto.

Il Cremlino ha respinto la sentenza in quanto politicamente motivata, mentre l’Australia ha accusato Mosca di “ospitare assassini”.

Svelate le vittime dei missili polacchi: emergono le prime immagini dell’autista e del magazziniere

Questi sono i volti di due braccianti agricoli polacchi uccisi ieri quando un missile ucraino vagante si è schiantato su di loro, provocando un grave incidente diplomatico.

Bogusław Wos, 62 anni, caposquadra di un magazzino di grano, e Bogdan Ciupek, 60 anni, conducente di trattori, sono stati uccisi intorno alle 15:40 di martedì quando un razzo S-300 ha colpito la città di Przewodow nella Polonia orientale, vicino al confine con l’Ucraina.

Bogus¿aw Wos

Bogdan Ciupek

Il supervisore del magazzino Bogusław Wos, 62 anni (a sinistra), e l’autista di trattori Bogdan Ciupek, 60 (a destra), sono stati nominati come i due uomini uccisi in un attacco missilistico sulla Polonia ieri pomeriggio

I residenti inorriditi hanno riferito di aver sentito “strani fischi” quando il missile è volato in alto e poi “una massiccia esplosione, circa mille decibel” mentre si schiantava.

I vicini dicono che Boguslaw ha lavorato nel magazzino del silo di grano per 40 anni e viveva con la moglie e l’anziana suocera, di cui entrambi si prendevano cura.

Si dice che il nativo di Przewodow abbia due figli adulti che ora vivono nella città polacca meridionale di Cracovia.

Bogdan, che lavorava come autista presso l’impianto di essiccazione del grano, viveva nel vicino villaggio di Setniki.

.

Leave a Comment