La squadra che invecchia del Messico si prepara per l’apertura della Coppa del Mondo contro il Polonia

DOHA, Qatar — Cosa hanno in comune i messicani Andres Guardado e Guillermo Ochoa con i grandi del calcio come Cristiano Ronaldo e Lionel Messi?

Come i vincitori del Pallone d’Oro, El TriI veterani di fanno ora parte di una selezione incredibilmente esclusiva di giocatori che sono stati convocati fino a cinque Mondiali, un record che nessun giocatore deve ancora battere.

Insieme a Ronaldo e Messi, Guardado e Ochoa si uniscono al tedesco Lothar Matthaus, all’italiano Gianluigi Buffon e alle icone messicane Rafael Marquez e Antonio Carbajal, che hanno tutti preso parte a cinque tornei ciascuno. Sia per Guardado che per Ochoa, è un tratto sorprendente iniziato con la Coppa del Mondo 2006.

– Coppa del Mondo FIFA 2022: programma, caratteristiche, come guardare

Ma mentre il Messico si prepara a iniziare la sua campagna di Coppa del Mondo in Qatar martedì, c’è più ambivalenza da parte dei fan e dei media invece dell’eccitazione per i due veterani e molti altri membri della vecchia guardia messicana.

Dopo l’annuncio dell’ultimo roster della Coppa del Mondo dell’allenatore Gerardo “Tata” Martino all’inizio di questo mese – con un’età media di 28,5 anni – le sopracciglia si sono alzate quando non c’era un solo giocatore sotto i 23 anni, comprese esclusioni degne di nota come Santiago Gimenez del Feyenoord e Diego Lainez del Braga.

Non manca l’esperienza in tutta la squadra messicana, ma ci sono anche persistenti preoccupazioni sul fatto che alcuni dei giocatori possano aver superato il picco delle loro capacità. Insieme a sole tre vittorie nelle ultime nove partite in tutte le competizioni, la forma del Messico ha molti fan ed esperti che si chiedono quanto sarà resistente questa squadra in Qatar.

Un giorno prima dell’apertura del torneo del Messico contro la Polonia, Martino ha sostenuto il suo criticato gruppo di giocatori.

“Come ho sempre detto, questa nazionale, soprattutto nell’ultimo periodo, è molto forte”, ha detto il tecnico durante la conferenza stampa pre-partita di lunedì. “Dall’estate fino ad oggi, la squadra ha iniziato a giocare davvero bene, ma i risultati in generale non sono seguiti”.

I risultati finalmente arriveranno El TriIl favorito durante la fase a gironi della Coppa del Mondo?

Anche se lunedì Ochoa sembrava dedicare più tempo a criticare la copertura dei media messicani che a discutere della partita di martedì contro la Polonia, il portiere ha tentato di capovolgere il copione su uno dei recenti punti di discussione di El Tri non avere abbastanza energia giovanile nella squadra.

“Ci sono molti giovani [in our squad] che non hanno esperienza di Coppa del Mondo”, ha detto Ochoa lunedì. “L’entusiasmo di quella prima partita, di quella prima Coppa del Mondo, sarà sempre lì”.

Potrebbe esserci lo stesso livello di entusiasmo anche per il 36enne Guardado, nuovo leader di tutti i tempi del Messico (178 presenze) che ha dichiarato che questa sarà la sua ultima Coppa del Mondo, definendolo il suo “ultimo ballo”.

“Giocherò in Coppa del Mondo e [then] la mia partecipazione con la nazionale sarà finita, è il mio ultimo sogno”, ha detto il capitano del Messico a Rondo Magazine all’inizio di quest’anno. “È l’ultima opportunità per ottenere qualcosa per la nazionale”.

La spinta e la motivazione ci saranno da Guardado, Ochoa e molti altri veterani che sono stati giocatori cruciali nel processo di Martino, ma il tempo dirà se è il giusto mix di caratteri per questa Coppa del Mondo.

Per quello che vale, l’attenzione ai veterani ha funzionato in passato per Martino. Ai Mondiali del 2010, l’allenatore dell’Argentina ha portato una squadra sfavorita del Paraguay con circa la stessa età media (28,1) del Messico nel 2022 (28,5) fino ai quarti di finale del torneo. Dodici anni dopo, Martino può ricreare ancora una volta un po’ di questa magia?

Martedì, il primo grande test per la sua rosa sarà contro la Polonia, una squadra con cui probabilmente sarà in lotta El Tri per il secondo e ultimo posto dal Gruppo C agli ottavi di finale, con l’Argentina l’atteso vincitore del girone.

Tradizionalmente, il Messico ha avuto una presenza più degna di nota alla Coppa del Mondo dal 1994 con le sue costanti qualificazioni agli ottavi di finale in sette presenze consecutive – rispetto alle sole tre uscite dalla fase a gironi per la Polonia durante la stessa serie – ma l’allenatore Czeslaw Michniewicz non lo farebbe accettare l’idea che il Messico sarà il favorito nella partita di martedì allo stadio 974.

“Non guardiamo al Messico in questo modo: siamo tutti ai Mondiali”, ha detto l’allenatore della Polonia durante la conferenza stampa di lunedì. “Non diamo alcun rango ai nostri avversari”.

Anche il portiere Wojciech Szczesny era d’accordo con l’idea El Tri non sono al di sopra di loro.

“Penso che la squadra messicana sia allo stesso livello del nostro”, ha detto il portiere della Juventus. “Sarà un gioco interessante.”

Supponendo che l’Argentina non avrà troppi problemi nel Gruppo C e che l’Arabia Saudita non gestisca alcun ribaltamento, i tre punti disponibili martedì aumenteranno notevolmente le possibilità che il Messico o la Polonia entrino negli ottavi.

– Streaming su ESPN+: LaLiga, Bundesliga e altro (USA)

Tasso El Tri sono in grado di ottenere tre punti, potrebbe bastare per un completo giro di 180 gradi sui riflettori negativi che sono stati puntati su Martino e la sua vecchia squadra. Una fiducia nei suoi veterani, sul più grande palcoscenico di questo sport, si dimostrerebbe ancora una volta sulla strada del successo.

Eppure se il Messico perdesse, o forse addirittura pareggiasse, non sarebbe difficile dipingere la selezione del roster di Martino come una scommessa rischiosa. In una squadra che sembra aver avuto bisogno di sostituzioni giovanili e di un ricambio generazionale, si avvertirebbe una dolorosa regressione durante il Mondiale.

Per il momento, Ochoa e Guardado condivideranno il record della Coppa del Mondo per il maggior numero di convocazioni ai Mondiali, ma se le cose non andranno a loro favore, potrebbe essere tutto ciò con cui torneranno a casa presto e potenzialmente deludente uscita dalla Coppa del Mondo.

Leave a Comment