La partnership tra National Gallery Singapore e Samsung Art Store presenta al mondo l’arte del sud-est asiatico – Samsung Newsroom India

L’arte è un riflesso della storia di una regione, fornendo preziose informazioni sulla direzione in cui sta andando la società. Ciò è particolarmente vero per la National Gallery Singapore, che sovrintende alla più grande collezione pubblica al mondo di arte moderna di Singapore e del sud-est asiatico fungendo da “melting pot” dell’arte della regione.

Samsung Art Store è un servizio di abbonamento artistico iniziato nel 2017 per The Frame, la TV lifestyle dell’azienda. In collaborazione con più di 50 musei e gallerie in tutto il mondo, il servizio fornisce più di 2.000 opere d’arte, che vanno da dipinti famosi a pezzi unici di artisti emergenti. Attraverso questo servizio, gli utenti possono accedere a varie opere d’arte in risoluzione 4K comodamente da casa.

Dall’aprile 2022, Samsung Art Store collabora con la National Gallery Singapore per offrire ai consumatori una selezione curata di importanti opere d’arte di artisti di Singapore e del sud-est asiatico. Un’importante istituzione di arti visive, la Galleria è custode di oltre 8.000 opere che formano la Collezione Nazionale di Singapore, che cattura il paesaggio mutevole di questa regione dinamica.

Samsung Newsroom ha incontrato Jason Ong, Director, Partnership Development presso National Gallery Singapore per discutere di come la Galleria e la sua partnership con Samsung Art Store stiano ridefinendo il ruolo delle gallerie d’arte e il suo ruolo nella promozione della diversità e dell’accessibilità.

▲ Galleria Nazionale Singapore

Q: La partnership della National Gallery Singapore con Samsung Art Store è piuttosto recente, essendo stata annunciata nell’aprile 2022. Puoi dirci qualcosa sull’ispirazione alla base di questa partnership?

La National Gallery Singapore si impegna a rendere la nostra collezione più accessibile e ad approfondire il coinvolgimento del pubblico con le nostre opere d’arte. La collaborazione con partner che la pensano allo stesso modo, come Samsung, ci aiuta a raggiungere questo obiettivo. Siamo particolarmente rincuorati nel sapere che, grazie a questa partnership, le opere d’arte della nostra collezione possono raggiungere un pubblico internazionale nel comfort della propria casa.

In qualità di primo museo del sud-est asiatico rappresentato nell’Art Store, la nostra presenza nell’Art Store ci consente di mostrare alcune delle nostre opere d’arte chiave a un pubblico globale; speriamo che questo aumenti la consapevolezza e l’apprezzamento della ricca storia dell’arte della nostra regione.

Attraverso la tecnologia, i visitatori possono dare un’occhiata alla diversità dell’arte e delle narrazioni messe in mostra attraverso le opere d’arte selezionate. Ci auguriamo che questa partnership susciti maggiore interesse non solo per le opere della nostra collezione, ma anche per l’arte di Singapore e del sud-est asiatico in generale.

Q: Puoi dirci di più sull’obiettivo della Galleria di promuovere e ispirare una società creativa e inclusiva? Cosa sembra questo?

La Galleria sta lavorando per espandere i cuori, le prospettive e gli orizzonti del pubblico attraverso l’arte. Siamo stati fermi nella nostra ambizione di approfondire l’apprezzamento dell’arte nel nostro pubblico. Il nostro desiderio di sviluppare la Galleria come spazio di dialogo e scoperta si estende anche alle mostre che presentiamo. Condividendo la magia della narrazione con tutti, le nostre mostre e i nostri programmi possono aggiungere, adattare o rifare racconti secolari. Le nostre mostre acclamate dalla critica sono curate per promuovere conversazioni e incoraggiare nuove prospettive sull’arte di Singapore, del sud-est asiatico e del mondo.

Q: SAMSUNG Negozio d’arte ha recentemente aggiornato la sua selezione dalle diverse collezioni della Galleria per includere pezzi di artisti famosi come You Khin, John Turnbull Thomson e Raden Saleh. Come sono state scelte queste opere?

Mostriamo un approccio transnazionale unico nei confronti della nostra collezione mentre miriamo a riscrivere le storie dell’arte di questa regione. Le opere selezionate per Samsung variando per mezzo, argomento e preoccupazioni sociali dimostrare la diversità dell’arte della regione. Troverai una vasta gamma di opere tratte da vari paesi della regione dal XIX al XX secolo, che variano per stile medio e artistico.

blank

▲ Kampong Pasir Panjang (1965) di Idris Mohd Ali

Q: Quali tre consiglieresti agli utenti di mostrare su The Frame?

Kampong Pasir Panjang è stato dipinto dall’artista di Singapore, Idris Ali, nel 1965. I dipinti di Singapore di Idris Ali sono importanti in quanto servono come documentazione visiva del nostro patrimonio nazionale. Ci auguriamo che questo dipinto fornisca uno spaccato del paesaggio locale della prima Singapore post-indipendenza.

Sei di Khin Senza titolo (Doha Scene: Pakistani Bakers) registra la panetteria pakistana locale che l’artista cambogiano You Khin visitava spesso con i suoi figli durante i suoi anni a Doha e offre spunti su come passava il tempo nella sua casa adottiva. Questo dipinto dimostra anche come altre regioni del mondo vengono interpretate nell’arte moderna del sud-est asiatico attraverso artisti che hanno viaggiato molto come You Khin.

blank

▲ Untitled (Doha Scene: Pakistani Bakers) (1990) di You Khin

marchio Bosch (Forest Fire) è una delle opere d’arte più iconiche della Galleria rappresentata nell’Art Store dall’inizio della partnership ad aprile. Sebbene questo pezzo non sia una delle ultime aggiunte all’Art Store, è un’opera d’arte straordinaria con una drammatica rappresentazione di animali selvaggi inseguiti dalle fiamme sull’orlo del precipizio. L’opera fu presentata in dono dall’artista indonesiano Raden Saleh al suo mecenate, il re Guglielmo III dei Paesi Bassi nel 1850. È di dimensioni monumentali; siamo lieti che questo capolavoro possa essere esposto e apprezzato dai proprietari di The Frame dalle comodità delle loro case.

blank

▲ Boschbrand (Incendio boschivo) (1849) di Raden Saleh

Q: Hai lavorato a progetti digitali che vanno dagli NFT all’universo Web3 per rendere l’arte più interattiva e accessibile. Come prevede che la tecnologia colmerà il divario di accessibilità per i consumatori e gli artisti nei prossimi anni?

Dobbiamo continuare a sfruttare questa capacità mentre avanziamo verso il regno digitale insieme a tutti gli altri. Non basta replicare l’esperienza di visitare le nostre gallerie. Invece, i visitatori avranno l’opportunità di creare la propria esperienza museale unica attraverso modalità di coinvolgimento online incentrate sull’interazione. Attraverso video tutorial, giochi e live streaming, le persone possono interrogare gli artisti; i bambini possono fare arte con i loro genitori; e gli studenti possono visitare le nostre mostre con i loro insegnanti.

Come parte di questa iniziativa, la Galleria ha recentemente creato una blockchain privata per “Adopt Now”, un’iniziativa di crowdfunding pubblico che consente a chiunque di adottare parte di un’opera d’arte dalla sua collezione d’arte per un minimo di 50 dollari di Singapore. Siamo entusiasti di annunciare che questa iniziativa di micro-donazioni ha ricevuto una risposta incoraggiante.

Q: Hai altre mostre o progetti imminenti di cui puoi parlarci? Hai in programma altri progetti di arte digitale in futuro?

In qualità di museo innovativo, la National Gallery Singapore continua a innovare ed esplorare le tecnologie emergenti per vedere cosa è possibile creare maggiori opportunità per l’apprezzamento dell’arte tra i nostri visitatori. Per rendere l’arte ancora più accessibile, la Galleria ha lanciato ARText a settembre, una piattaforma interattiva che consente agli utenti di conoscere l’arte del sud-est asiatico attraverso conversazioni quotidiane su comuni app di messaggistica.

ARText si basa sul concetto di micro-apprendimento e offre esperienze di apprendimento artistico interattive e di piccole dimensioni ai dispositivi mobili. La Galleria sta anche cercando di personalizzare l’esperienza integrando un software di riconoscimento del testo di intelligenza artificiale.

Per vedere altre opere d’arte della National Gallery Singapore, vai al Samsung Art Store in The Frame.

Leave a Comment