La domanda di Mariah Carey per il marchio “Queen of Christmas” viene respinta

Come

È quel periodo dell’anno in cui le temperature scendono, il vischio abbonda e Starbucks fa risaltare la moka alla menta. Alcuni le chiamano le vacanze. Altri la chiamano stagione di Mariah Carey, un cenno al suo “All I Want For Christmas Is You” in cima alle classifiche che improvvisamente si scongela e suona a ripetizione.

Ma mentre Carey potrebbe aver presentato una petizione per essere l’unica e unica “Regina del Natale”, quel titolo reale rimarrà gratuito per chiunque lo rivendichi questo inverno.

Martedì, l’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha negato le domande di Carey per il marchio “Queen of Christmas”. All’inizio di questo mese, l’agenzia ha anche rifiutato le domande del cantante per “Princess Christmas” e “QOC”. L’anno scorso, la pop star aveva riferito di voler spruzzare tali frasi su una vasta gamma di articoli, dai prodotti per la cura della pelle ai guinzagli per cani, dal latte di cocco ai titoli musicali. Ciò che ne seguì fu una battaglia legale con un’altra “Regina del Natale”.

I cantanti combattono l’offerta di Mariah Carey di registrare il marchio “Queen of Christmas”

Elizabeth Chan, una cantante la cui carriera è esclusivamente dedicata alla musica natalizia, ha presentato una serie di opposizioni all’offerta di registrazione del marchio di Carey, che avrebbe impedito l’uso futuro del soprannome di Yuletide.

“Il tipo di musica e la cultura natalizia che lo hanno permesso [Carey] e io per essere una ‘Regina del Natale’ è ciò che volevo offrire alle generazioni dopo che ce ne saremo andati da tempo “, ha detto Chan al Washington Post martedì. “Che si tratti di nonne che preparano biscotti o venditori di Etsy o film di Natale, ci vogliono molte persone per aiutare a inaugurare la stagione, e per una persona ammettere apertamente che è sbagliato.”

Il legame di Chan con il Natale è profondo. La 42enne è stata battezzata il 25 dicembre. Il nome di sua figlia è Noelle, dopo la parola francese per Natale, e si riferisce a sua nonna come l’originale “Regina del Natale”. Professionalmente, Chan opera anche un po’ come Babbo Natale, spuntando ogni inverno con una nuova raccolta di melodie natalizie.

Il New Yorker l’ha soprannominata “La regina del Natale” in un profilo del 2018. Tre anni dopo, ha pubblicato un album con lo stesso nome. Oggi è diventato il suo “distintivo d’onore”, ma anche quello che spera che i futuri reali di Natale possano indossare con orgoglio. Ecco perché si è legalmente opposta alle affermazioni di Carey.

“Non si tratta di chi è la regina del Natale”, ha detto Chan. “Si tratta di [Carey’s] tentare di monopolizzare sostanzialmente la “Regina del Natale” in un modo molto esagerato. Ad esempio, quante “Regine del Natale” avremmo potuto perderci? E quante altre nuove canzoni natalizie ci saremmo persi?”

Tutto ciò che vogliamo per Natale sono… queste canzoni. Ecco perché.

Da quando i cantanti hanno pubblicato musica natalizia, ci sono state tante regine e re regnanti sovrani durante le vacanze. Brenda Lee, la cantante dietro classici come “Rockin’ Around the Christmas Tree” del 1958, è stata nominata così. Negli anni ’90, David Letterman ha conferito il titolo alla cantante di “Christmas (Baby Please Come Home)” Darlene Love. Quest’anno, alcuni hanno predetto che Alicia Keys diventerà una nuova monarca con il suo ultimo album, “Santa Baby”. Quando si tratta di re, Nat King Cole, Frank Sinatra, Elvis Presley e Michael Bublé hanno tutti portato la corona.

Ma nella sua domanda di marchio, Carey ha sostenuto che il suo legame con il soprannome è inestricabile, citando un articolo di Billboard del 2021 che la soprannomina “l’indiscussa regina del Natale” come prova. Da quando “All I Want For Christmas Is You” è uscito nel 1994, è diventato un inno inevitabile e una delle canzoni più popolari di tutti i tempi. E vieni ogni 1 novembre, è una scommessa sicura che Carey dichiarerà “IT’S TIME !!!” per spazzare via le zucche e le ragnatele e passare a bastoncini di zucchero e ghirlande.

Tuttavia, quando si è trattato di lottare per il titolo, Carey ha sostanzialmente lasciato svanire la sua richiesta. Da giugno ad agosto, il suo team legale ha presentato diverse mozioni per estendere il procedimento. Quando è scaduto il termine per rispondere all’opposizione di Chan, Carey non aveva ancora presentato una controargomentazione, lasciando infine scadere la domanda di marchio.

Il motivo non è chiaro. Né l’avvocato di Carey né i suoi rappresentanti hanno risposto alle richieste di commento di The Post.

“Abbiamo visto questo come un caso di bullismo sui marchi, in cui essenzialmente la società di Mariah Carey ha cercato di registrare il marchio ‘Regina del Natale’ in dozzine e dozzine di campi diversi”, ha affermato Louis W. Tompros, l’avvocato di Chan. “Era estremamente ampio, permanente e… non era un termine che usava da sola, quindi non era giusto.”

Ora, il titolo rimane libero da rivendicare per chiunque, ha aggiunto.

“Domani puoi uscire e indossare con orgoglio la tua felpa ‘Regina del Natale’, e la ‘Regina del Natale’ nelle stazioni radio può essere una persona nuova ogni anno”, ha aggiunto. “Uomo o donna, quello che vogliono, chiunque è la ‘Regina del Natale’. “

Love, l’altro cantante che ha criticato la domanda di Carey quando è stata depositata, martedì si è congratulato con “tutte le altre regine dei Natali in tutto il mondo, viventi e che sono passate”.

Leave a Comment