La decima edizione del Premio LVMH è aperta alle candidature – WWD

Sui tuoi voti, preparati – fai domanda!

A partire da oggi, i giovani designer possono lanciare i loro nomi sul ring per il Premio LVMH, che ha contribuito a dare slancio alla carriera di talenti come Marine Serre, Nensi Dojaka, Thebe Magugu, Simon Porte Jacquemus e Grace Wales Bonner.

Il concorso del 2023 segna la decima edizione del premio annuale di design e i designer hanno tempo fino al 10 gennaio. 29, 2023, per inviare le loro candidature al sito web – lvmhprize.com.

Per qualificarsi, i designer devono avere un’età compresa tra i 18 ei 40 anni e avere almeno due collezioni commerciali di abbigliamento femminile, maschile o genderless.

Il vincitore del Premio LVMH per giovani stilisti riceve una dotazione di 300.000 euro e tutoraggio da parte dei team LVMH in aree quali sostenibilità, comunicazione, marketing, legale, produzione e finanza.

Il vincitore del Premio Karl Lagerfeld riceve uno stanziamento di 150.000 euro più un anno di tutoraggio da parte di esperti LVMH.

Entrambi i vincitori riceveranno inoltre un tutoraggio specifico sulle tematiche ambientali e riceveranno un’indennità – 20.000 euro e 10.000 euro, rispettivamente, per il primo e il secondo premio – sulla piattaforma Nona Source, che raccoglie materiali deadstock dalle case di moda e pelletteria di LVMH.

“Dieci anni dopo la sua creazione, il Premio LVMH è diventato un punto di riferimento, un attore chiave nella formazione di giovani designer”, ha affermato Delphine Arnault, vicepresidente esecutivo di Louis Vuitton e talent scout chiave per il gruppo, che ha istituito il premio nel 2013.

Ha osservato che il premio si è evoluto nel corso degli anni e “riflette gli sviluppi e le tendenze che guidano la moda e, più in generale, la società.

“Molti giovani designer influenti vi hanno preso parte negli ultimi 10 anni, il che dimostra il ruolo che il premio gioca nell’individuare i talenti”, ha aggiunto.

Altri vincitori del premio principale, secondo e speciale includono Hood by Air, Rokh, Doublet, KidSuper, Marques’Almeida e Hed Mayner.

I semifinalisti devono essere scelti da una giuria di esperti e rivelati a tempo debito.

Questi contendenti – erano 20 per l’edizione 2022 – esporranno il loro lavoro il 2 e 3 marzo durante la settimana della moda di Parigi in uno showroom dedicato e incontreranno gli esperti.

I semifinalisti del 2023 saranno inoltre presenti sul sito web e sui canali social del premio dal 2 marzo. Quella “sarà un’opportunità per il pubblico e gli esperti di scoprire e selezionare i designer in gara”. Anche quest’anno il grande pubblico potrà votare il proprio candidato preferito.

Il premio contraddistingue tre giovani diplomati della scuola di moda. Ciascuno riceverà 10.000 euro e entrerà a far parte degli studi di tre case del gruppo LVMH per un anno.

La giuria che seleziona i vincitori è piena di star della moda LVMH. Le edizioni passate hanno incluso Maria Grazia Chiuri, Stella McCartney, Nigo, Silvia Venturini Fendi, Marc Jacobs, Nicolas Ghesquière, Kim Jones, Jonathan Anderson e il compianto Virgil Abloh, così come i dirigenti di LVMH Sidney Toledano, presidente e amministratore delegato di LVMH Fashion Gruppo; Jean-Paul Claverie, consigliere di Bernard Arnault e responsabile della filantropia aziendale di LVMH, e Delphine Arnault.

LVMH prevede inoltre di riconoscere i diplomati delle scuole di moda, che possono presentare domanda fino al 19 marzo.

Il concorso del 2022 ha attirato circa 1.900 candidati e il vincitore è stato il designer britannico Steven Stokey-Daley, i cui spettacoli teatrali alla London Fashion Week hanno esplorato il sistema di classe britannico attraverso una lente queer.

Ci sono stati due vincitori del Karl Lagerfeld Prize l’anno scorso: ERL di Eli Russell Linnetz e Winnie New York, disegnata dal designer nigeriano nato e cresciuto a Londra Idris Balogun.

Leave a Comment