Kanye West annuncia l’offerta presidenziale del 2024 tra legami di estrema destra | Kanye West

Il rapper e designer caduto in disgrazia, precedentemente noto come Kanye West, ha dichiarato di voler candidarsi alla presidenza nel 2024, tra una serie di invettive antisemite e nuove associazioni di estrema destra.

La dichiarazione della sua candidatura, che faceva riferimento a diverse personalità politiche e collaboratori associati ai movimenti suprematisti bianchi e antidemocratici statunitensi, lo renderebbe la seconda persona a partecipare alla corsa dopo Donald Trump.

Il giorno prima, il gigante dell’abbigliamento sportivo Adidas ha annunciato che stava avviando un’indagine sulle accuse di aver molestato ex dipendenti. La rivista Rolling Stone ha riportato affermazioni da parte dei dipendenti Adidas che lavorano alla linea di scarpe Yeezy del rapper secondo cui ha usato “pornografia, bullismo e giochi mentali” per creare un “ambiente tossico” all’interno dell’azienda.

Quella stessa rivelazione ha seguito diversi marchi di moda, tra cui Adidas, Gap e Balenciaga, lasciando cadere la stella di 45 anni sui commenti antisemiti che ha fatto online, incluso che sarebbe andato “morte con 3 su JEWISH PEOPLE”.

Quel commento, dopo aver indossato una controversa maglietta “White Lives Matter” durante la settimana della moda di Parigi, ha scatenato la condanna di massa del rapper, ed è stato abbandonato dal banchiere JPMorgan, dal suo talent agent CAA, dagli avvocati e dalla casa discografica. In seguito Ye ha affermato di aver perso “$ 2 miliardi in un giorno”.

Twitter e Instagram hanno temporaneamente bloccato i loro account. Sei andato su Tucker Carlson Tonight di Fox News e hai fatto ulteriori commenti infiammatori, questa volta sulla sua ex moglie, Kim Kardashian, e sulla pop star Lizzo. Ha detto all’ex conduttore della CNN Chris Cuomo che il suo commento antisemita “non era un discorso di odio; questa è la verità”.

Il vacillante tentativo di Ye di prendere le distanze dalle osservazioni è stato ulteriormente minato quando i manifestanti antisemiti hanno fatto riferimento a Ye nei cartelli sollevati sull’autostrada 405 a Los Angeles, in California, ea Jacksonville, in Florida. Secondo quanto riferito, un cartello diceva: “Kanye ha ragione riguardo agli ebrei”.

“Le proteste antisemite di questo fine settimana a Los Angeles sono state disgustose e non possono essere normalizzate o ignorate. Le parole contano”, il governatore della California, Gavin Newsom, detto in un tweet.

La corsa presidenziale è la seconda di Ye. Durante il suo primo, nel 2020, si è qualificato per l’accesso al voto in soli 12 stati, ha citato in giudizio senza successo per l’accesso ad altri cinque, ha rinunciato a quattro e ha mancato i termini di registrazione per altri 29.

Ha tenuto una manifestazione molto emotiva nella Carolina del Sud in cui ha parlato delle sue opinioni contro l’aborto, ha finanziato due spot televisivi e alla fine ha raccolto solo 70.000 voti in tutti gli Stati Uniti.

L’annuncio di Ye di una seconda corsa per la Casa Bianca è stato fatto con un video del logo della sua campagna sui social media intitolato “Ye24”. In esso, ha affermato di aver chiesto a Donald Trump di essere il suo compagno di corsa, un suggerimento che aveva “molto turbato” l’ex presidente.

“La cosa di cui Trump era più turbato [is] chiedendogli di essere il mio vicepresidente”, ha detto Kanye in un video pubblicato sul suo account Twitter recentemente sbloccato. “Penso che fosse, tipo, in fondo alla lista delle cose che lo hanno colto alla sprovvista.”

“È stato il fatto che sono entrato con intelligenza”, ha aggiunto Ye.

Nel post su Twitter “Ye24”, il rapper ha detto di aver consigliato a Trump di “andare a prendere queste persone che i media hanno cercato di cancellare”, con flash del responsabile della campagna di Trump Corey Lewandowski, Roger Stone e il cospirazionista di InfoWars Alex Jones.

Diversi giorni fa, Ye è stato visto in compagnia del nazionalista bianco Nick Fuentes al country club e a casa di Trump a Mar-a-Lago. Nel video successivo, intitolato “Rapporto Mar-A-Lago“, Ye ha detto Trump” ha iniziato praticamente a urlarmi contro al tavolo, dicendomi che avrei perso. Ha mai funzionato per qualcuno nella storia? Sono tipo, ‘Aspetta, aspetta Trump, stai parlando con Ye.’”

Fuentes è ben noto per le sue virulente opinioni antisemite e ha fondato un’organizzazione nazionalista bianca chiamata America First Foundation. Il Dipartimento di Giustizia lo ha definito un suprematista bianco ed è stato bandito da più piattaforme di social media.

Nel video Ye sand Fuentes loda e lo definisce un “lealista”.

Ye ha anche recentemente detto al commentatore britannico di estrema destra Milo Yiannopoulos che stava “lavorando alla campagna”, cosa che Yiannopoulos ha affermato di aver interpretato come un annuncio della campagna. Giovedì, Ye ha indicato di aver arruolato Yiannopoulos come suo responsabile della campagna 2024.

Yiannopoulos ha anche una lunga storia di antisemitismo, inclusa la donazione di $ 14,88 a un giornalista ebreo, una cifra che fa riferimento al cosiddetto manifesto del suprematista bianco “14 parole” e 88, usato dai neonazisti come abbreviazione di “Heil Hitler”. perché H è l’ottava lettera dell’alfabeto.

Leave a Comment