Jesse Marsch giura di “fermare l’emorragia” dopo che il Leeds è scivolato in zona retrocessione | premier League

Jesse Marsch ha descritto le fatiche del Leeds United come “dolorose” e ha detto che deve “fermare l’emorragia” poiché la sua posizione è stata oggetto di maggiore controllo dopo la sconfitta contro il Fulham domenica.

Sebbene il consiglio di Elland Road si sia avvicinato alla partita con l’apparente determinazione di offrire al proprio manager americano il tempo di rimettere le cose a posto, il club è ora nella zona retrocessione della Premier League dopo quattro sconfitte consecutive.

Il Leeds ha giocato otto partite senza vittorie, ma Marsch, che ha sostituito Marcelo Bielsa al club la scorsa primavera, ha chiarito che crede di mantenere il sostegno dei suoi dirigenti dopo i colloqui con la gerarchia.

“Il consiglio e io siamo completamente uniti”, ha risposto un manager sottoposto a forti fischi e canti di “licenziato al mattino” al fischio finale quando gli è stato chiesto se si aspettava di essere ancora in carica per la trasferta a Liverpool il prossimo fine settimana.

“Abbiamo avuto discussioni chiare sul fatto che siamo in questo insieme. Capisco la frustrazione dei fan. Siamo ugualmente frustrati ma stiamo insieme. Siamo uniti. Anche i giocatori sono stati fantastici. So che non è stato facile né per loro né per noi, ma ci crediamo; Devo solo trovare il modo di aiutarli a migliorare.

“È doloroso in questo momento e me ne assumo la responsabilità. Devo trovare un modo per metterci sulla strada giusta e fermare l’emorragia. Dobbiamo fare di tutto per cercare di capire come ottenere la vittoria”.

Marsch crede che ripristinare la fiducia sia uno dei suoi compiti principali. “Sarà questione di disciplina, fiducia e convinzione. Non stiamo convertendo le occasioni nei nostri bei momenti, ma non dobbiamo smettere di crederci. Dobbiamo essere forti e stare insieme. Nei nostri bei momenti possiamo essere abbastanza bravi, possiamo essere aggressivi e giocare un calcio attraente con intensità e potenza.

“Ma nei nostri momenti deboli sembriamo ingenui e vulnerabili e siamo troppo deboli sulla difensiva. Mi prendo la responsabilità. Devo trovare soluzioni, ottenere slancio e dare il via alla nostra stagione”.

Almeno per il momento, non vuole alterare tattica o filosofia. “Se venissimo uccisi nelle partite avremmo di più di cui preoccuparci, ma non è così. Stiamo creando delle buone occasioni e credo che le cose possano cambiare rapidamente.

“La partita di oggi era in bilico, ma il Fulham è una squadra con fiducia e si è visto. Parte del problema è che siamo così ansiosi di andare avanti così in fretta che il gioco inizia ad aprirsi e lottiamo con le transizioni”.

Marco Silva è stato notevolmente più felice dopo che il Fulham è salito al settimo posto, con l’attaccante serbo Aleksandar Mitrovic che ha segnato il suo nono gol in 11 partite di campionato. “Eravamo la squadra migliore, meritavamo di vincere”, ha detto l’allenatore, che ha rivelato che Mitrovic ha un leggero infortunio alla caviglia. “Abbiamo dimostrato di poter far fronte alla pressione e Mitro è un top player. È brillante. È un giocatore davvero, davvero importante e da lui c’è molto altro da fare”.

Leave a Comment