‘Japandi’: perché il design giapponese incontra lo scandinavo sta conquistando Internet

Scritto da Hanna Pham, CNN

L’accogliente pulizia degli interni scandinavi e la bellezza minimalista dell’arredamento tradizionale giapponese li hanno resi entrambi punti fermi del moderno design per la casa. Ora, c’è una tendenza in crescita che combina i due: “Japandi”.

Le ricerche su Google per il termine sono aumentate drasticamente nell’inverno del 2020, quando le persone in tutto il mondo hanno riprogettato le loro case durante i blocchi di Covid-19. Da allora l’interesse è cresciuto costantemente, secondo i dati di Google Trends.

“Penso che molte persone cercassero uno stile rilassante”, ha dichiarato Laila Rietnergen, autrice del nuovo libro “Japandi Living” in un’intervista via e-mail. “L’estetica serena e calmante dello stile Japandi e gli oggetti artigianali più durevoli si adattano perfettamente a queste esigenze.”

Una teiera di terracotta si trova su un elegante tavolo di legno.

Una teiera di terracotta si trova su un elegante tavolo di legno. Credito: Wij Zijn Kees

Zeitgeisty come sembra, questa fusione di design risale al 1860, ha detto Rietnergen. Fa risalire le radici dell’estetica al tenente della marina danese William Carstensen, che ha visitato il Giappone mentre il paese si apriva dopo due secoli di autoisolamento. È stato il suo libro “Japan’s Capital and the Japanese” a spingere i designer danesi a viaggiare in Giappone, dove hanno scoperto che entrambe le culture apprezzavano la semplicità e la bellezza naturale, ha affermato Rietnergen.

Avanti veloce fino ad oggi, gli interior designer contemporanei stanno riscoprendo punti in comune nella propensione per i toni neutri, i materiali naturali e l’arredamento minimalista.

Oltre a offrire consigli pratici ai lettori, il libro di Rietnergen presenta dozzine di foto di immacolate case in stile Japandi. Tanto accoglienti quanto eleganti, gli spazi abitativi sono decorati con delicate lampade di carta e invitanti strati color crema realizzati a mano da designer scandinavi.

Una carta delicata in seguito integra una libreria ordinata.

Una carta delicata in seguito integra una libreria ordinata. Credito: Jonas Bjerre-Poulsen

In uno, un’elegante cucina fa capolino per rivelare armadi marrone chiaro privi di ingombri che completano i toni grano e fulvo della sala da pranzo. Una pianta aggiunge un tocco di verde alla stanza. Rietnergen afferma che sia il design scandinavo che quello giapponese enfatizzano l’importanza della natura, non solo attraverso colori come il marrone chiaro, l’abbronzatura e il bianco tenue, ma anche utilizzando materiali come il lino e il legno per creare un’atmosfera di tranquillità.

Hygge e wabi-sabi

La chiave del design Japandi è creare qualcosa che sia sottilmente decorato senza sentirsi vuoto, un posto elegante ma dove puoi “sentirti a casa e rilassato”, ha detto Rietnergen, la cui pagina Instagram @japandi.interior vanta quasi 450.000 follower.

In questo modo ruota attorno a due principi di design: “hygge”, un termine danese e norvegese che si riferisce alla sensazione di intimità e calore, e “wabi-sabi”, il concetto giapponese di accettazione delle imperfezioni.

Per raggiungere entrambi, è essenziale declassare, ha affermato Rietnergen, citando l’esperta giapponese di riordino Marie Kondo i cui metodi di organizzazione domestica sono diventati un fenomeno globale dopo il successo del suo programma Netflix, “Tidying Up with Marie Kondo”. Rietnergen, come Kondo, consiglia di trattare il riordino meno come un lavoro ingrato e più come una celebrazione, e un’opportunità per riflettere se gli oggetti intorno a te ti rendono felice.

Lo stile Japandi celebra anche l’artigianato, che si tratti delle delicate sculture di luce di Isamu Noguchi o dei mobili di Carl Hansen, le cui sedie a braccio oscillante si vendono per migliaia di dollari. Ma Rietnergen sottolinea che l’estetica può essere raggiunta anche da coloro che decorano con un budget limitato. Dopotutto, dice, è una filosofia guidata dalla convinzione che “less is more”.

Tenui toni bianchi e marrone chiaro abbinati a un albero.

Tenui toni bianchi e marrone chiaro abbinati a un albero. Credito: Wij Zijn Kees

Piuttosto che acquistare mobili economici prodotti in serie che non dureranno, Rietnergen suggerisce di acquistare di seconda mano risparmiando per quei pochi pezzi straordinari che puoi amare per anni. E, in ogni caso, il bello del design Japandi è che non ci sono criteri rigidi da seguire, ha aggiunto l’autore.

“Ogni interpretazione della casa e dello stile Japandi è diversa”, ha detto. “È davvero importante avere il coraggio di fare le proprie scelte. La tua casa non è uno showroom e non dovrebbe essere un copia incolla di qualcosa che hai visto. Una parte importante è aggiungere elementi e oggetti personali.”

blank

Credito: Bozzolo

Japandi Living: tradizione giapponese. Design scandinavo,” pubblicato da Lannoo, è ora disponibile.

Immagine in alto: Interni di MENU Space.

.

Leave a Comment