James Gunn e Peter Safran alla guida dei DC Studios per la Warner Bros. Scoperta

James Gunn e Peter Safran sono stati scelti come co-presidenti e co-CEO dei DC Studios, un’entità di produzione di nuova creazione che supervisionerà le proprietà DC per Warner Bros. Scoperta.

“Siamo onorati di essere gli amministratori di questi personaggi DC che abbiamo amato fin da quando eravamo bambini”, hanno detto Gunn e Safran. “Non vediamo l’ora di collaborare con gli scrittori, i registi e gli attori più talentuosi del mondo per creare un universo integrato e multistrato che consenta ancora l’espressione individuale degli artisti coinvolti. Il nostro impegno per Superman, Batman, Wonder Woman, Aquaman, Harley Quinn e il resto della scuderia di personaggi DC è eguagliato solo dal nostro impegno per la meraviglia delle possibilità umane che questi personaggi rappresentano. Siamo entusiasti di rinvigorire l’esperienza teatrale in tutto il mondo mentre raccontiamo alcune delle storie più grandi, più belle e più grandiose mai raccontate. Siamo particolarmente entusiasti di fare tutto questo con Mike, Pam, Casey, Channing e l’intera Warner Bros. Discovery team e siamo grati a David Zaslav, la cui visione audace per il futuro del franchise che condividiamo e consente questa opportunità irripetibile. Soprattutto, non vediamo l’ora di portarvi tutti nella storia della DCU”.

Gunn e Safran ora supervisioneranno film, TV e animazione presso i DC Studios. Assumeranno i loro nuovi ruoli il 1 novembre. Faranno rapporto alla Warner Bros. Il presidente e CEO di Discovery David Zaslav e lavorerà a stretto contatto con Mike De Luca e Pam Abdy, co-presidenti e CEO di Warner Bros. Gruppo di film. Entrambi dovrebbero anche continuare a lavorare su altri progetti al di fuori di DC.

“La DC ha uno dei personaggi più divertenti, potenti e iconici del mondo e sono entusiasta di avere i talenti singolari e complementari di James e Peter che si uniscono al nostro team di livello mondiale e sovrintendono alla direzione creativa del leggendario Universo DC”, ha affermato Warner Bros. Il CEO di Discovery David Zaslav. “I loro decenni di esperienza nel cinema, gli stretti legami con la comunità creativa e la comprovata esperienza che entusiasmano i fan dei supereroi in tutto il mondo li rendono particolarmente qualificati per sviluppare una strategia a lungo termine attraverso film, TV e animazione, e portare questo iconico franchise a il livello successivo di narrazione creativa”.

Da quando è stato annunciato che Walter Hamada si sarebbe dimesso dalla carica di capo della DC Films, è iniziata la caccia a qualcuno che supervisionasse l’Universo DC. C’erano stati numerosi nomi galleggianti per il lavoro, ma nulla era stato concreto fino ad ora.

Gunn non è estraneo al mondo degli adattamenti dei fumetti in generale, avendo diretto film sia per la Marvel che per la DC. Attualmente sta lavorando al terzo film “I Guardiani della Galassia” per la Marvel, mentre il trailer dello speciale natalizio “I Guardiani della Galassia” in arrivo su Disney+ è stato appena rilasciato. Gunn ha anche scritto e diretto il soft reboot di “The Suicide Squad” per la DC e ha creato la serie spin-off della HBO Max “Peacemaker”.

Safran ha prodotto diversi film DC, tra cui “Aquaman” e il suo prossimo sequel, “Shazam” e il suo prossimo sequel, così come “The Suicide Squad” e “Peacemaker” con Gunn. La sua società di produzione, The Safran Company, ha recentemente rinnovato il suo contratto di produzione con la WB.

“Non potremmo essere più entusiasti che James Gunn e Peter Safran si uniscano al team e assumano la guida dell’Universo DC”, hanno detto De Luca e Abdy. “James è un brillante regista e narratore e Peter è un produttore di enorme successo e prolifico e vederli entrambi impegnati a lavorare insieme per forgiare questa nuova era per la DC è letteralmente un sogno che si avvera. Condividiamo tutti una sensibilità e una passione molto simili per questo universo e le stelle non avrebbero potuto allinearsi meglio. Non vediamo l’ora di iniziare, approfondire e collaborare con queste menti creative senza eguali”.

Leave a Comment