Israele risponde al tweet di Kanye West “Shalom”.

Israele ha reagito a Kanye West usando il saluto ebraico “Shalom” nel primo tweet del rapper da quando il suo account è stato ripristinato.

“Shalom”, che in senso lato significa “pace”, è stato pubblicato da West lunedì (21 novembre) insieme al simbolo di una faccina sorridente.

Le persone dietro quello che sembra essere l’account Twitter ufficiale dello stato di Israele hanno citato il messaggio di Ye su Twitter e scritto: “Ci piacerebbe molto essere esclusi da questa narrazione”.

Arriva settimane dopo che West ha fatto commenti che sono stati criticati come antisemiti.

Il mese scorso l’imprenditore ha promesso di partecipare alla “death con 3 on JEWISH PEOPLE”, che sostiene avere un legame con i neri (“In realtà non posso essere antisemita perché anche i neri sono in realtà ebrei”) prima di avere il suo Twitter e Instagram conti bloccati.

West ha ripetutamente negato che i suoi commenti fossero razzisti, incluso affermare che non crede nel termine “antisemitismo” perché afferma che “non è fattuale”. Tuttavia in seguito ha offerto una sorta di scusa in un’intervista con Piers Morgan, dicendo: “Mi dispiace per le persone che ho ferito con la ‘rapina della morte’… Mi sento come se avessi causato dolore e confusione”.

A ottobre l’ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha in qualche modo respinto le recenti osservazioni di Ye come “stupidità”, aggiungendo che Israele ha “affrontato problemi più grandi”.

Ha suggerito in un’intervista che i commenti di West richiamavano tropi razzisti contro gli ebrei che “non dovrebbero avere alcun posto nel discorso civile”.

Parlando con l’esperto politico statunitense Bill Maher, che gli ha chiesto se Israele agirà su Ye, Netanyahu ha risposto con una risata: “Abbiamo affrontato problemi più grandi di queste stupidaggini”.

Netanyahu ha continuato: “Ma, sai, i comunisti incolpano gli ebrei di essere capitalisti, i capitalisti incolpano gli ebrei di essere comunisti. Se hai un problema, dai la colpa agli ebrei. È roba vecchia. Non dovrebbe avere alcun posto nel discorso civile.

Nel frattempo, Kano Computing, la società che ha sviluppato Stem Player per consentire ai fan di ascoltare e personalizzare le canzoni degli album “Donda” di West, ha reciso i legami con il rapper.

La mossa di Kano segue numerose altre organizzazioni e figure che hanno lavorato con West. Adidas ha recentemente tagliato i rapporti con la star, così come il suo avvocato e l’agenzia di prenotazioni. E la società di produzione e finanziatrice di Hollywood, MRC, ha rivelato di aver protetto un documentario “completato di recente” su West.

Kanye West
Kanye West incontra Donald Trump alla Casa Bianca nel 2018. Crediti: Oliver Contreras – Pool/Getty Images.

All’inizio di questa settimana Ye ha confermato che si candiderà nuovamente alla presidenza degli Stati Uniti nel 2024. Ha arruolato la voce dell’alt-right Milo Yiannopoulos per assistere con la sua campagna.

Il rapper ha anche affermato di recente di aver chiesto all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump di essere il suo compagno di corsa.

West era un candidato alla presidenza degli Stati Uniti nel 2020, ma ha continuato a concedere la sua corsa dopo aver ottenuto 50.000 voti. Al momento del suo ritiro ha annunciato l’intenzione di correre di nuovo nel 2024.

Leave a Comment