Il presidente della FIFA Gianni Infantino chiede il “cessate il fuoco ai Mondiali” nell’invasione russa dell’Ucraina

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha chiesto un “cessate il fuoco della Coppa del Mondo” di un mese nell’invasione russa dell’Ucraina.

Infantino ha parlato ai leader mondiali al vertice del G20 a Bali, pochi giorni prima dell’inizio del torneo in Qatar.

Sono passati quasi nove mesi da quando Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina da parte del suo paese, senza alcun segno che il conflitto si fermerà presto.

I russi avrebbero dovuto prendere parte a uno spareggio con la Polonia all’inizio di quest’anno per partecipare alla Coppa del Mondo, solo per essere banditi dalla competizione dalla FIFA.

Lunedì ha segnato un anno dall’ultima volta che la Russia ha giocato una partita competitiva, con la nazione anche espulsa dalla Nations League e bandita dall’imminente processo di qualificazione per i Campionati Europei 2024.

Infantino nel suo appello ha invitato i leader mondiali a fare tutto il possibile per porre fine al conflitto.

Ha detto: ‘Il calcio è una forza positiva. Ovviamente non siamo ingenui nel credere che il calcio possa risolvere i problemi del mondo – per questo, tu ci sei.

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha chiesto un cessate il fuoco nel conflitto tra Russia e Ucraina durante la Coppa del Mondo in Qatar, con il torneo che inizierà domenica

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha chiesto un cessate il fuoco nel conflitto tra Russia e Ucraina durante la Coppa del Mondo in Qatar, con il torneo che inizierà domenica

Sono passati quasi nove mesi dal giorno in cui il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato l'invasione dell'Ucraina da parte del suo paese, senza alcun segno che il conflitto si fermerà presto

Sono passati quasi nove mesi dal giorno in cui il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina da parte del suo paese, senza alcun segno che il conflitto si fermerà presto

“Sappiamo che il nostro obiettivo principale come organizzazione sportiva è e dovrebbe essere lo sport. Ma poiché il calcio unisce il mondo, questa Coppa del Mondo, con cinque miliardi di spettatori che la guardano, può essere l’innesco di un gesto positivo, un segno o un messaggio di speranza.

‘La Russia ha ospitato l’ultima Coppa del Mondo nel 2018. L’Ucraina si candida a ospitare la Coppa del Mondo nel 2030. Forse l’attuale Coppa del Mondo che inizierà tra cinque giorni può essere un fattore scatenante positivo.

‘Quindi il mio appello per tutti voi è di pensare a un cessate il fuoco temporaneo per un mese per tutta la durata dei Mondiali o almeno a dei corridoi umanitari oa qualsiasi cosa che possa portare alla ripresa del dialogo come primo passo verso la pace.

‘Voi siete i leader mondiali, avete la capacità di influenzare il corso della storia. Il calcio e la Coppa del mondo stanno offrendo a te e al mondo una piattaforma unica di unità e pace, quindi cogliamo questa opportunità per fare tutto il possibile per iniziare a porre fine a tutti i conflitti.’

La Russia e Putin sono fuori dalla lista degli ospiti mentre domenica prende il via la Coppa del Mondo.

Nonostante sia stato espulso dal torneo, l’emiro del Qatar ha ringraziato la Russia e il suo presidente per aver aiutato la nazione del Golfo a organizzare la Coppa del Mondo di quest’anno, e si è detto “orgoglioso” delle relazioni tra i due paesi.

La Russia è stata esclusa dalla Coppa del Mondo e non ha giocato una partita competitiva in nessuna competizione dalla sconfitta per 1-0 contro la Croazia il 14 novembre 2021, più di un anno fa

La Russia è stata esclusa dalla Coppa del Mondo e non ha giocato una partita competitiva in nessuna competizione dalla sconfitta per 1-0 contro la Croazia il 14 novembre 2021, più di un anno fa

In un vertice in Kazakistan il mese scorso, lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani ha detto a Putin: “Dopo che la Russia ha ottenuto un grande successo nell’organizzazione della Coppa del Mondo 2018, gli amici russi hanno fornito un grande sostegno al Qatar, soprattutto nell’organizzazione, per la Coppa del Mondo.

‘Vi ringraziamo per questo e siamo orgogliosi di questa relazione. Questo continuerà fino alla fine della Coppa del Mondo. Sono molto felice di vederla, signor Presidente. Grazie.’

Lo stesso giorno in cui i padroni di casa del Qatar aprono il torneo contro l’Ecuador, la Russia giocherà in trasferta contro l’Uzbekistan, tre giorni dopo la trasferta in Tagikistan.

La loro partita con il Tagikistan sarà solo la seconda dalla sconfitta per 1-0 contro la Croazia nelle qualificazioni ai Mondiali del 14 novembre 2021.

Hanno battuto il Krygyzstan 2-1 in un’amichevole a settembre, ma devono ancora giocare una partita in Russia.

Anche i club russi sono esclusi dalle competizioni europee per club, mentre la nazionale femminile è stata rimossa dal campionato europeo.

Il loro avversario in programma negli spareggi della Coppa del Mondo, la Polonia, si è rifiutato di recarsi a Mosca per giocare, così come altre squadre nel girone degli spareggi.

Ciò ha sollevato la prospettiva che la Russia si qualificasse per la Coppa del Mondo per impostazione predefinita. Nelle battaglie legali presso la Corte Arbitrale dello Sport, la FIFA ha sostenuto che consentire alla Russia di competere potrebbe causare più boicottaggi e danni “irreparabili e caotici” al suo torneo.

Infantino nella foto con il presidente russo Putin quando il paese ha ospitato il torneo del 2018

Infantino nella foto con il presidente russo Putin quando il paese ha ospitato il torneo del 2018

Le partite contro Iran e Bosnia-Erzegovina erano previste per novembre, ma ora sono in tournée in due ex nazioni sovietiche in Tagikistan e Uzbekistan.

Putin ha approvato i piani per un’amichevole contro la Bosnia-Erzegovina a settembre, affermando che “lo sport dovrebbe unire, non dividere, le persone”. Quella partita è stata rinviata a tempo indeterminato dalla federazione calcistica bosniaca il mese scorso, dopo che il capitano della squadra Edin Dzeko e il sindacato nazionale dei giocatori si sono opposti alla partita e hanno espresso sostegno all’Ucraina.

I club russi hanno anche visto giocatori chiave – tra cui Khvicha Kvaratskhelia, ora al Napoli – trasferirsi all’estero senza costi di trasferimento in base a una sentenza della FIFA che consente loro di sospendere i loro contratti durante la guerra.

Mentre la fase a gironi della Coppa del Mondo si svolgerà lunedì prossimo, otto club russi saranno impegnati presso il Tribunale Arbitrale dello Sport cercando di ribaltare la sentenza di trasferimento.

.

Leave a Comment