Il presidente Biden incontrerà il principe William, Kate tra le polemiche sul razzismo reale

Come

LONDRA – Il principe William e Catherine, principessa del Galles, si sono recati negli Stati Uniti per la prima volta in otto anni sperando di mettere in luce una monarchia britannica giovane e vibrante in grado di affrontare i maggiori problemi che affliggono il mondo moderno. Invece, una crescente polemica da Buckingham Palace minaccia di mettere in ombra il loro primo viaggio all’estero dalla morte della regina Elisabetta II.

La coppia reale è arrivata a Boston mercoledì per una visita di tre giorni che si conclude venerdì con l’annuncio dei vincitori del loro premio Earthshot, un concorso mondiale volto a scoprire modi per salvaguardare il pianeta e combattere il cambiamento climatico. La coppia ha partecipato alla partita di basket Boston Celtics-Miami Heat mercoledì sera, seduta a bordo campo con il sindaco di Boston Michelle Wu e il governatore eletto Maura Healey (D).

La Casa Bianca ha annunciato che il presidente Biden ha in programma di incontrare William e Catherine venerdì quando sarà a Boston. L’addetto stampa Karine Jean-Pierre ha detto mercoledì che i funzionari stavano finalizzando i dettagli della riunione.

Ma anche prima che William e Catherine sbarcassero, si stava diffondendo la notizia che Lady Susan Hussey, madrina di William e importante dama di compagnia di sua nonna, si era dimessa dal suo ruolo all’interno della casa reale. Hussey si è dimesso il giorno dopo aver riferito di aver insistito con un ospite britannico nero a Buckingham Palace su dove fosse “davvero”.

Lady Susan Hussey, madrina del principe William, si è dimessa il 30 novembre dopo aver infastidito un ospite britannico nero a palazzo riguardo alla provenienza della sua “gente”. (Video: Reuters)

Nell’annunciare le dimissioni di Hussey, Buckingham Palace ha rilasciato “profonde scuse per il dolore causato”.

La madrina del principe William si dimette dal ruolo reale per il trattamento riservato all’ospite del palazzo nero

Ngozi Fulani, un attivista britannico e capo di un ente di beneficenza contro gli abusi domestici, martedì era a Buckingham Palace per un ricevimento per sensibilizzare sulla violenza contro donne e ragazze. In seguito ha twittato che un membro dello staff del palazzo, che ha identificato solo come “Lady SH”, le si è avvicinato e le ha fatto ripetutamente domande come “Da quale parte dell’Africa vieni?” e “Di che nazionalità sei?”

Quando Fulani ha insistito sul fatto che era “nata qui e sono britannica”, la donna avrebbe continuato chiedendo: “Ma da dove vieni davvero?”

L’andirivieni sembrava “un interrogatorio”, ha detto in seguito Fulani alla BBC. “Stai cercando di rendermi sgradita nel mio spazio”, ha detto, descrivendo la linea di domande come una forma di “abuso”.

È l’ultima polemica razziale ad avvolgere lo Studio, come è conosciuta la famiglia reale nel Regno Unito. La loro rapida risposta all’incidente, con Buckingham Palace che ha indicato che la denuncia di Fulani è stata “immediatamente indagata” e che il membro della famiglia reale coinvolto si era “allontanato dal suo ruolo onorario con effetto immediato”, suggerisce la consapevolezza che non possono permettersi un altro scandalo.

L’anno scorso, il principe Harry e Meghan, duchessa del Sussex, hanno dichiarato a Oprah Winfrey in un’intervista che prima della nascita del loro primo figlio, Archie Harrison Mountbatten-Windsor, la famiglia reale ha espresso “preoccupazioni” in “conversazioni” con Harry “su quanto sia oscuro [Archie’s] potrebbe essere la pelle.

L’esplosiva intervista di Meghan e Harry rivela quanto persista il razzismo della famiglia reale

La coppia ha anche accusato il palazzo di mantenere una relazione amichevole con i tabloid britannici, rifiutandosi di difendere Meghan dalla copertura che “incitava così tanto al razzismo” e di non aiutarla quando era in difficoltà emotiva. Questo ambiente, hanno suggerito Harry e Meghan, ha contribuito alla loro decisione nel 2020 di “fare un passo indietro” dai loro ruoli di membri anziani della famiglia reale e di trasferirsi in Nord America. Ora vivono in California.

Il rapporto tra la coppia e il resto della famiglia reale è stato teso da allora, anche se si sono riuniti tutti all’inizio di quest’anno per il funerale della nonna di Harry e William, la regina Elisabetta II. Ma è probabile che la visita di William e Catherine negli Stati Uniti rimetta sotto i riflettori il rapporto tra i fratelli e i loro coniugi. I media britannici hanno riferito che Harry e William non dovrebbero vedersi mentre sono lì.

I figli di Harry e Meghan hanno diritto ai titoli reali. Li prenderanno?

Il tempismo è una sfida: Harry e Meghan stanno per pubblicare una serie di documentari Netflix che ha sollevato dubbi sul fatto che la coppia farà ulteriori accuse di razzismo all’interno della famiglia reale. Tè trailer per la serie, Harry & Meghan, è stato rilasciato giovedì.

E la prossima settimana riceveranno anche un premio dalla fondazione Robert F. Kennedy per i diritti umani. Sono stati nominati destinatari del premio Ripple of Hope in ottobre e sono stati celebrati dal presidente della fondazione per avere il “coraggio morale” di denunciare pubblicamente il “razzismo strutturale” all’interno della monarchia.

“Sono andati all’istituto più antico della storia del Regno Unito e hanno detto loro cosa stavano facendo di sbagliato, che non potevano avere un razzismo strutturale all’interno dell’istituto; che non potevano mantenere un malinteso sulla salute mentale”, ha detto Kerry Kennedy, uno dei figli sopravvissuti di Robert Kennedy, secondo Insider.

I media britannici hanno colto un parallelo imbarazzante: solo pochi giorni prima, William e Catherine avrebbero organizzato il loro evento con i membri della famiglia Kennedy, quando ospiteranno la cerimonia di premiazione per il premio Earthshot – che è stato ispirato da John F. Il famoso discorso al chiaro di luna di Kennedy, in collaborazione con la John F. Kennedy Library Foundation.

Karla Adam ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment