Il caos di Taylor Swift di Ticketmaster innesca l’audizione antitrust del Senato degli Stati Uniti | Taylor Swift

Una commissione antitrust del Senato degli Stati Uniti procederà con un’udienza sulla mancanza di concorrenza nell’industria dei biglietti del paese dopo i problemi di Ticketmaster della scorsa settimana nella gestione della vendita dei biglietti di Taylor Swift.

La società madre di Tickemaster, Live Nation, ha attribuito i problemi di prevendita per il tour Eras di Swift – il primo tour americano della superstar del pop in cinque anni – alla “domanda senza precedenti” e allo sforzo di tenere fuori i bot gestiti dagli scalper di biglietti.

Dopo che i fan registrati hanno lottato per ore con problemi tecnici per ottenere i biglietti in prevendita e i biglietti hanno iniziato rapidamente ad apparire per la rivendita fino a 22.700 dollari (19.100 sterline, 33.500 dollari australiani), Ticketmaster ha annullato le vendite al pubblico in generale. In seguito ha affermato che la richiesta di biglietti Swift “avrebbe potuto riempire 900 stadi”.

Swift ha affermato che è stato “straziante” per lei guardare i fan che lottano per assicurarsi i biglietti e che le era stato assicurato che Ticketmaster potesse gestire la domanda.

Il caos ha attirato l’attenzione dei politici statunitensi, molti dei quali hanno espresso preoccupazione su quanto sia diventata dominante Ticketmaster dopo la fusione con la società di intrattenimento Live Nation nel 2010.

Il procuratore generale del Tennessee, Jonathan Skrmetti, ha dichiarato che avvierà un’indagine sulla protezione dei consumatori nella società dopo che il suo ufficio è stato bombardato dalle lamentele dei fan di Swift.

Anche la deputata Alexandria Ocasio-Cortez ha criticato la fusione. “Ricordo quotidiano che Ticketmaster è un monopolio, la sua fusione con Live Nation non avrebbe mai dovuto essere approvata e hanno bisogno di essere regine”, ha twittato. “Distruggili”.

Martedì la senatrice Amy Klobuchar, che presiederà la giuria, e il senatore Mike Lee, il massimo repubblicano della commissione, hanno annunciato che l’udienza del Senato andrà avanti. Devono ancora fornire una data o un elenco di testimoni.

“Le tariffe elevate, le interruzioni del sito e le cancellazioni che i clienti hanno riscontrato dimostrano come la posizione di mercato dominante di Ticketmaster significhi che la società non deve affrontare alcuna pressione per innovare e migliorare continuamente”, ha affermato Klobuchar. “Teneremo un’audizione su come il consolidamento nel settore dell’intrattenimento dal vivo e dei biglietti danneggi allo stesso modo i clienti e gli artisti”.

Ticketmaster ha negato qualsiasi pratica anticoncorrenziale e ha affermato di essere rimasta soggetta a un decreto di consenso con il Dipartimento di giustizia dopo la fusione del 2010, aggiungendo che non vi erano “prove di violazioni sistemiche del decreto di consenso”.

“Ticketmaster detiene una quota significativa del mercato dei servizi di biglietteria primaria a causa del grande divario esistente tra la qualità del sistema Ticketmaster e il secondo miglior sistema di biglietteria primaria”, ha affermato la società.

Klobuchar è stato uno dei tre legislatori che hanno sostenuto in una lettera di lunedì che Ticketmaster e Live Nation dovrebbero essere sciolti dal Dipartimento di Giustizia se fosse stata riscontrata una cattiva condotta in un’indagine in corso.

Il dipartimento ha dimostrato negli ultimi anni di essere molto più disposto a intentare cause antitrust contro società giganti – inclusa la causa in corso del dicembre 2020 contro Google – e a combattere le fusioni.

Reuters ha contribuito a questo rapporto

Leave a Comment