Il calcio inizia in Qatar – DW – 20/11/2022

Sta accadendo, quindi: la Coppa del Mondo 2022 in Qatar è in corso.

Il Qatar ha perso contro l’Ecuador 2-0 nella prima gara di domenica, facendo notizia diventando il primo paese ospitante a perdere la prima partita nella storia del torneo.

La cerimonia di apertura potrebbe non aver superato il monologo in stile shakespeariano del presidente della FIFA Gianni Infantino il giorno prima, ma c’era sicuramente un’argomentazione secondo cui avrebbe superato il calcio che l’ha seguita.

La cerimonia di apertura della Coppa del Mondo 2022
La cerimonia di apertura aveva dietro un messaggio non così sottileImmagine: Ken Satomi/Yomiuri Shimbun/picture alliance

Per quanto brevi siano le cerimonie di apertura, il Qatar ha bilanciato la nostalgia gradita alla folla con l’intrattenimento ad alto volume. Comprendeva anche molti promemoria, nel caso in cui le menzioni precedenti fossero state dimenticate, che questo torneo ha lo scopo di riunire le persone.

In effetti, il gioco di apertura ha riunito un gruppo selezionato di VVIP (persone molto, molto importanti): Infantino, l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim Bin Hamad Al Thani e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. Erano presenti anche il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach e Nasser Al-Khelaifi, capo dell’Associazione dei Club Europei.

Il presidente della FIFA Gianni Infantino (a sinistra) e lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani
Il presidente della FIFA Gianni Infantino (a sinistra, con indosso una cravatta) è entrato nello stadio con lo sceicco Tamim Bin Hamad Al ThaniImmagine: JB Autissier/PanoramiC/IMAGO

Polemica, costo, come

C’erano anche cammelli, la star di Hollywood Morgan Freeman che ribadiva la necessità di rispetto e tolleranza e la star del K-pop Jungkook dei BTS che cantava sulla realizzazione dei sogni. L’integrazione dei cori di diverse nazioni in un’unica melodia e il ritorno di tutte le precedenti mascotte della Coppa del Mondo sono stati, anche se un classico del genere della cerimonia di apertura, bei tocchi della suddetta nostalgia. È stata una celebrazione, ma anche il messaggio che c’era dietro era difficile da perdere.

In effetti, quando allo sceicco Hamad bin Khalifa Al Thani, padre dell’attuale emiro del Qatar, sono stati riprodotti clip dei suoi ricordi calcistici, il pubblico è stato invitato a unirsi nel ricordare la propria storia di origine calcistica.

Date le polemiche, i costi e le critiche di questo torneo, insieme potrebbe non essere la parola più adatta. Tuttavia, dal Souq Waqif, un mercato riqualificato a Doha che è diventato un hub per i tifosi, alla struttura simile a una tenda dell’Al Bayt Stadium, c’erano molti tifosi di calcio. In mostra le maglie ei colori di Polonia, Ghana, Brasile, Argentina e Messico.

Mentre la sezione del tifo del Qatar sembrava un po’ più coreografata – l’uso dell’applauso islandese nei primi due minuti forse un po’ troppo ben studiato – l’angolo giallo dell’Ecuador è stato tremendo e vibrante.

Il futuro è qui

Per la vera passione che alcuni tifosi hanno mostrato, anche questa Coppa del Mondo sembra sconvolta.

Lo stadio Al Bayt si trova a 40 minuti di auto a nord di Doha, la capitale. Per arrivarci, molti fan sono arrivati ​​con la metropolitana a guida autonoma (e poi con un autobus), un servizio da un milione di dollari costruito appositamente per questo torneo. Guidare sul treno lucido sembrava una scena di un film di fantascienza in cui il creatore rivela i loro grandi piani per il futuro.

Un giovane fan del Qatar detiene una bandiera del Qatar.
L’orgoglio del Qatar è stato messo in mostra tra le polemicheImmagine: Danielle Parhizkaran/USA TODAY Network/IMAGO

Solo che questo è il presente. Questa Coppa del Mondo da 200 miliardi di dollari nella nazione ospitante più piccola di sempre si sta svolgendo ora. Le luci e la musica sono accese. Un enorme trofeo gonfiabile della Coppa del Mondo è stato messo sul cerchio centrale e le fiamme sono state sparate nell’aria intorno ad esso. A parte la grande sezione gialla dei tifosi dell’Ecuador, alcuni dei quali hanno cantato per la birra, lo stadio era davvero mezzo vuoto 15 minuti prima del fischio finale. Lo spettacolo, come sempre nel calcio, va avanti.

Infatti, Infantino lo ha detto poco prima dell’inizio della partita: “Benvenuti a celebrare il calcio perché il calcio unisce il mondo. Diamo il benvenuto alle squadre e che lo spettacolo abbia inizio”.

E così, inizia il torneo che molti credono abbia già cambiato per sempre il calcio.

Il calcio è al centro dell’attenzione, ma è improbabile che rimanga concentrazione per il prossimo mese.

A cura di: Michael da Silva

Leave a Comment