iffi: il ministro I&B Anurag Thakur si congratula con “75 Creative Minds of Tomorrow” all’IFFI 2022, inaugura il Film Bazaar

PANAJI: lunedì il ministro dell’Unione per l’informazione e la radiodiffusione ha onorato 75 giovani talenti creativi che partecipano a vari campi del cinema durante una cerimonia qui il secondo giorno del 53° Festival Internazionale del Film dell’India (IFFI).

I giovani sono stati selezionati nell’ambito del ’75 Creative Minds of Tomorrow’, un’iniziativa avviata dall’IFFI lo scorso anno per celebrare i 75 anni dell’indipendenza dell’India.

Per la seconda edizione sono pervenute quasi 1.000 iscrizioni da tutto il paese.

“È stato l’anno scorso che abbiamo intrapreso questo viaggio, guidati dalla visione del Primo Ministro Narendra Modi di coinvolgere, incoraggiare ed esplorare il potenziale dei nostri giovani fornendo loro una piattaforma all’IFFI. “Questa è la seconda edizione di 75 Creative Minds di domani e abbiamo già creato una comunità di 150 persone forti collegate attraverso il loro comune amore per il cinema, la creatività e la cultura”, ha detto Thakur durante la cerimonia di congratulazioni.

Le “75 menti creative di domani” sono state scelte in base alla loro eccellenza in diverse aree del cinema, vale a dire direzione, recitazione, cinematografia, montaggio, sceneggiatura, canto di riproduzione, composizione musicale, costumi e trucco, design artistico e animazione, visual effetti (VFX), realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR).

La giuria dell’iniziativa comprende Prasoon Joshi, Resul Pookutty, R Balki, Rickey Kej, Mala Dey Banthia, Gautami Tadimalla, Ballu Saluja, Munjal Shroff, Narendra Rahurikar e Ravi K Chandran.

I giovani professionisti del cinema sono stati scoperti in 19 stati, tra cui Andhra Pradesh, Assam, Delhi, Goa, Karnataka, Kerala, Madhya Pradesh, Manipur, Bihar, Tamil Nadu, Uttar Pradesh, Jharkhand e West Bengal.

Il maggior numero di partecipanti selezionati proviene dal Maharashtra, seguito da Tamil Nadu, Delhi, Uttar Pradesh e West Bengal.

I candidati più giovani sono diciottenni: Nitish Verma dell’Haryana e Toufique Mandal del Maharashtra. Entrambi sono stati selezionati per il loro talento nella composizione musicale.

Il ministro I&B ha affermato che il governo sta compiendo sforzi per generare occupazione e rilanciare l’economia creativa dell’India.

“Il nostro governo si sta impegnando per generare occupazione, promuovere l'”economia creativa”, fare da mentore ad artisti eccezionali e incoraggiare i giovani a raggiungere l’eccellenza cinematografica.

“L’IFFI è la tua piattaforma per fare rete, esplorare, collaborare ed essere ispirato lungo il percorso. Chissà, alcuni di voi vinceranno National Film Awards, Grammy, Oscar e molto altro?” Egli ha detto.

Thakur ha anche lanciato la ’53-Hour Challenge’ durante la quale i partecipanti saranno divisi in gruppi di 15 e dovranno produrre un cortometraggio sulla loro idea di India@100 nell’arco temporale di 53 ore.

Nel suo messaggio, il ministro ha esortato i giovani registi a raccontare storie di una nuova India ambiziosa.

“Miei giovani amici, la vostra selezione rafforza anche la cultura della meritocrazia nel paese, e questo è il nostro sforzo per incoraggiare, plasmare e fare da mentore a giovani menti provenienti da angoli remoti e fornire loro opportunità senza pari nel regno dei media e dell’intrattenimento”, Ha aggiunto.

Il secondo giorno dell’IFFI ha anche segnato l’inizio del Film Bazaar, il più grande mercato cinematografico dell’Asia meridionale. Ideato e organizzato dalla National Film Development Corporation (NFDC), l’evento mercato è stato inaugurato dal ministro I&B.

L’evento di cinque giorni è stato curato come punto di convergenza per acquirenti e venditori di film provenienti da tutto il mondo. L’obiettivo è scoprire, supportare e mostrare contenuti e talenti dell’Asia meridionale nel cinema, nella produzione e nella distribuzione.

Il Film Bazaar faciliterà anche la vendita di contenuti mondiali nella regione dell’Asia meridionale.

La 53a edizione dell’IFFI si concluderà il 28 novembre.

.

Leave a Comment