I migliori potenziali artisti dell’Arizona Fall League 2022

Sin dal suo inizio nel 1992, l’Arizona Fall League ha inviato oltre il 60% dei suoi partecipanti e più di 3.000 giocatori ai campionati più importanti. Quel gruppo include gli Hall of Famers Roy Halladay, Derek Jeter e Mike Piazza, un altro blocco di Cooperstown in Albert Pujols e MVP della Lega americana di quest’anno (Aaron Judge) e AL Rookie of the Year (Julio Rodríguez).

La scuola di baseball ancora una volta è stata carica di talenti in questa bassa stagione, inclusi 16 membri dell’elenco dei 100 migliori potenziali clienti di MLB Pipeline. Il prospetto con il punteggio più alto nella Top 100, l’outfielder dei Cardinals Jordan Walker, rivendica anche il primo posto nella nostra classifica annuale dei migliori prospetti della Fall League. Solo tre ragazzi della Top 100 non hanno superato la nostra Top 30 AFL, tutto perché non hanno giocato abbastanza: gli esterni Robert Hassell (Nationals) e Brennen Davis (Cubs), che sono usciti presto per infortuni, e il destro Tink Here (Cardinals ), che ha lavorato solo 8 inning e 1/3.

Numerosi potenziali clienti non tra i primi 100 hanno fatto una buona impressione, nessuno più del vincitore del Joe Black MVP Award Heston Kjerstad. L’outfielder degli Orioles ha avuto il suo debutto da professionista ritardato di due anni dalla miocardite, ma ha riguadagnato il potere che ha portato Baltimora a selezionarlo n. 2 assoluto nel Draft 2020.

Poiché le squadre raramente inviano lanciatori di qualità in Arizona a meno che non abbiano perso inning significativi della stagione regolare senza subire un grave infortunio, i giocatori di posizione dominano sempre la nostra lista di potenziali clienti AFL. Hanno rivendicato i primi 10 posti e 25 dei 30 complessivi. Diversi osservatori che hanno coperto il campionato hanno contribuito alle nostre classifiche, che si basano sul potenziale a lungo termine considerando anche le prestazioni della Fall League.

1. Jordan Walker, OF, Salt River (Cardinali n. 1/MLB n. 6)
Walker sembra quasi pronto a subentrare nel campo giusto per St. Louis con la sua enorme potenza della mano destra e un braccio forte che ha segnato 99,5 mph su un lancio. Il 6 piedi-5, 220 libbre ha un’oscillazione naturalmente lunga e passi nel secchio, ma ha ancora una buona copertura della piastra e genera molta leva.

2. Giordano Lawlar, SS, Salt River (D-dorso n. 3/MLB n. 12)
Prima che un lancio errato gli rompesse la scapola sinistra a metà della stagione AFL, Lawlar si è distinto con il suo potenziale di cinque attrezzi all’interbase. Il suo approccio di qualità e il suo forte trucco sono altri due punti di forza, con l’unico cavillo che è che non ha il vero braccio in più che alcune squadre desiderano all’interbase.

3. Jackson Merrill, SS, Peoria (Padre n. 1/MLB n. 83)
Sebbene fosse il terzo giocatore più giovane del campionato all’età di 19 anni e avesse solo 45 partite di esperienza per l’intera stagione, Merrill ha più che tenuto testa. Ha avuto molti contatti difficili e potrebbe avere un tetto offensivo più alto di Lawlar, anche se è meno probabile che rimanga all’interbase.

4. Zac Veen, OF, Salt River (Montagne Rocciose n.1/MLB n. 23)
Due scout hanno paragonato Veen a Cody Bellinger, sia per la sua combinazione di potenza e velocità, sia per la sua difficoltà a volte a raggiungere le palle veloci nella zona dello strike. Il giocatore offensivo dell’anno dell’AFL dopo aver battuto .333/.444/.444 con i migliori 16 recuperi della lega e quasi il doppio delle passeggiate (15) rispetto agli strikeout (otto), dovrebbe essere in grado di apportare modifiche al piatto e il suo istinto può permettergli di rimanere al centro del campo.

5. Heston Kjerstad, OF, Scottsdale (Orioles n. 9)
Kjerstad ha battuto .357/.385/.622 e ha superato la Fall League in colpi (35), doppi (nove), colpi extra-base (15) e basi totali (61), dopo di che un valutatore lo ha valutato come il migliore del circuito prospettiva. Aveva la migliore potenza per mancini del campionato e il suo tasso di strikeout del 30% rifletteva la sua disponibilità a lavorare su conteggi profondi piuttosto che problemi con il suo swing o il riconoscimento del tono.

6. Noelvi Marte, 3B, Glendale (Rossi n. 2/MLB n. 17)
Marte ha avuto l’AFL più duro di chiunque altro in questa top 10, battendo .211/.321/.310 e commettendo sei errori in 20 partenze in terza base. Sembrava un po’ sconcertato dal tentativo di presidiare l’angolo caldo per la prima volta nella sua carriera, ma poteva produrre più di 30 homer su base annua e la sua mazza giocherà in prima base o in campo sinistro se necessario.

7. Masyn Winn, SS, Fiume Salato (Cardinali n. 2/MLB n. 51)
Winn aveva il miglior braccio interno della Fall League, un legittimo 80 sulla scala di scouting 20-80, ed era anche uno dei suoi corridori più veloci e dei migliori difensori. È più un ragazzo in base che una minaccia di potere, e le domande sul suo ultimo impatto offensivo gli hanno impedito di classificarsi più in alto.

8. Henry Davis, do, sorpresa (Pirati n.1/MLB n. 19)
Forse il più grande enigma dell’AFL, la selezione assoluta n. 1 nel Draft 2021 sembrava traballante come ricevitore e non ha scoraggiato il gioco in corsa nonostante un braccio più-più. La maggior parte degli scout pensa che Davis sia destinato all’esterno piuttosto che a un ricevitore, anche se dovrebbe avere abbastanza mazza per profilarsi su un angolo.

9. Nick Gonzales, INF, Sorpresa (Pirati n.5/MLB n. 93)
Gonzales lanciava palloni più regolarmente della maggior parte dei Fall Leaguers, anche se i valutatori credevano che sarebbe stato più efficace se a volte non avesse cacciato fuoricampo e avesse lasciato che il suo potere arrivasse naturalmente. Mentre divideva il suo tempo tra seconda base, terza base e interbase, il suo braccio medio è allungato sul lato sinistro del campo interno, quindi potrebbe finire nel campo sinistro.

10. Andy Pages, OF, Glendale (Dodgers n. 5/MLB n. 66)
Mentre la sua concentrazione può diminuire al piatto, Pages è un battitore pericoloso che attinge alla sua potenza grezza ben al di sopra della media quando è bloccato. Ha anche una forza delle braccia ben superiore alla media e svolge il lavoro nel campo giusto.

11. Quinn Priester, RHP, Sorpresa (Pirati n.3/MLB n. 44)
Sebbene abbia registrato un’ERA di 6,26, Priester è stata una scelta facile come migliore prospettiva di lancio dell’AFL e il suo unico titolare della grande lega. Ha bisogno di affinare il suo comando, ma ha mancato i pipistrelli con la sua palla veloce da 92-96 mph, lo slider da 82-86 mph e la palla curva da 76-80 mph.

12. Luisangel Acuña, SS, Sorpresa (Ranger n. 7)
Il fratellino di Ronald Acuña aveva uno dei divari più grandi tra il suo soffitto e il pavimento tra i Fall Leaguers. Ha la velocità della mazza elettrica e la possibilità di almeno strumenti solidi su tutta la linea mentre si attacca all’interbase, anche se dovrà risolvere palle di rottura di qualità per arrivarci.

13. Jasson Dominguez, OF, Mesa (Yankees n. 2/MLB n. 39)
Il marziano ha battuto solo .159/.250/.217 ei suoi strumenti sembravano buoni piuttosto che ultraterreni. Eppure è ancora uno switch-hitter di 19 anni che prevede di avere almeno velocità e potenza solide, e i valutatori pensano che il suo floor sia un regolare della grande lega.

14. Nick Yorke, 2B, Scottsdale (Red Sox n. 4)
Dopo essere crollato durante la stagione regolare del 2022, Yorke ha ripreso il controllo della zona dello strike e ha perforato i line drive in tutti i campi mostrando un potenziale di 20 homer. Ci sono alcune domande sul fatto che rimarrà abbastanza atletico da giocare in seconda base piuttosto che in campo sinistro.

15. Matt McLain, SS, Glendale (Rossi n. 5/MLB n. 73)
Anche se ha colpito .190/.340/.316, McLain ha mostrato più velocità e almeno 20 homer di potenza. Progettato più come un secondo base che come un interbase, ha inseguito homer da quando è diventato professionista e sarebbe migliore con un approccio più misurato.

16. Mason Miller, RHP, Mesa (Atletica n. 20)
Miller aveva le migliori cose pure tra i principianti dell’AFL, seduto nella parte superiore degli anni ’90 e toccando 102 mph con la sua palla veloce mentre sopraffaceva anche i battitori con uno slider della metà degli anni ’80. Arriva con alcune domande sulla salute e il rischio di sollievo, ma se finisce nel bullpen, potrebbe essere più vicino.

17. Kumar Rocker, RHP, Surprise (Ranger n. 8)
Tornando dall’operazione alla spalla destra nel settembre 2021 e ancora per fare il suo debutto ufficiale da professionista, la scelta n. 3 complessiva nel Draft 2022 è stata alquanto deludente. Riesce ancora a far sembrare cattivi i battitori con uno slider della metà degli anni ’80 che si è classificato come il migliore nella Fall League, ma ha faticato a lanciare colpi o schivare i pipistrelli con la sua palla veloce della metà degli anni ’90.

18. Jefferson Quero, C, Glendale (Birrai n. 7)
Una scommessa migliore per diventare un catcher di tutti i giorni rispetto a Davis, Quero è un ricevitore di qualità che ha usato il suo braccio plus-plus per cancellare il 46% dei basestealer mentre altri backstop AFL si sono combinati per ottenere solo il 17%. Un po ‘sopraffatto dai lanciatori avanzati a 19 anni, si proietta come un battitore medio-solido con potere di gap.

19. Edward Julien, 2B, Glendale (Gemelli n. 14)
Una scelta facile come Breakout Player of the Year dell’AFL, Julien ha pareggiato per il titolo di battuta (.400) e ha superato il campionato in percentuale su base (.563), OPS (1.249), corse (24) e passeggiate (23) . Aveva l’approccio più paziente del campionato e agli scout piaceva il suo gioco offensivo più di quello del più famoso compagno di squadra di Twins e Glendale Austin Martin, sebbene pensassero anche che a volte potesse diventare passivo ed è più adatto per la prima base o il campo sinistro.

20. Johan Rojas, OF, Sorpresa (Phillies no. 5)
Il giocatore più veloce della Fall League ha usato la sua velocità almeno plus-plus per salire in base, rubare basi (13 su 13 in 12 partite) e coprire un sacco di terreno al centro del campo. Anche Rojas ha una certa potenza pura, ma dovrà trovare un approccio più selettivo e lanciare più palle in aria per sfruttarla.

21. Austin Martin, SS/OF, Glendale (Gemelli n. 12)
Martin si è ripreso da una triste stagione in doppia A, battendo .373/.454/.482 e mostrando l’abilità nel colpire che lo ha reso la scelta numero 5 assoluta nel Draft 2020. Tuttavia, viene ancora con domande sulla sua potenza e gli scout non pensano che lanci abbastanza bene per avere una possibilità di giocare a interbase.

22. Mason Auer, OF, Mesa (Raggi n.11)
La linea .229/.308/.471 di Auer smentiva il fatto che possedeva alcuni dei migliori strumenti a tutto tondo della lega, tra cui potenza pura, velocità e forza del braccio ben superiori alla media. Ha bisogno di più lucidatura al piatto e in campo esterno, ma potrebbe trasformarsi almeno in un solido difensore centrale.

23. Matt Mervis, 1B, Mesa (Cuccioli n. 21)
Dopo aver battuto 36 homer durante la stagione regolare e aver battuto i Minors in colpi extra-base (78), basi totali (310) e RBI (119), “Mash” Mervis ha continuato a essere all’altezza del suo soprannome legandosi per il vantaggio AFL con sei homer. L’MVP di Fall Stars Game è un ragazzo di 24 anni, solo in prima base, tutto pipistrello, ma il suo potere è uno strumento di trasporto e potrebbe fargli ottenere un lavoro iniziale a Chicago il prossimo anno.

24. Emmet Sheehan, RHP, Glendale (Dodgers n. 22)
Sheehan ha pareggiato per il comando della Fall League con tre vittorie, grazie ad alcuni dei migliori break verticali indotti dalla palla veloce e uno dei cambi più eleganti del circuito. Il suo riscaldatore da 92-96 mph può essere inattaccabile quando è acceso – e ha toccato 99 in brevi periodi – ma si proietta più come un sollievo multi-inning che come antipasto a meno che non riesca a migliorare il suo cursore, controllo e comando.

25. Colt Keith, 3B, Salt River (Tigri n.6)
Keith ha mostrato la capacità di colpire per potenza e media mentre lavorava anche a piedi, una combinazione impressionante a 20 anni. errori in 10 avviamenti.

26. Zack Gelof, 2B, Mesa (Atletica n. 3/MLB n. 94)
Nonostante una Fall League altalenante, Gelof ha mostrato gli ingredienti per diventare un battitore completo con una potenza solida, anche se dovrà affinare il suo approccio per arrivarci. Redatto come terza base, ha giocato meglio del previsto in seconda base.

27. Joey Wentz, LHP, Salt River (Tigri n. 24)
Dopo un ottimo settembre a Detroit, Wentz ha superato tre partenze da quattro inning senza reti e ha superato l’AFL in ERA, media avversaria (.053) e WHIP (0.50). Arriva con un piano più alto rispetto alla maggior parte dei titolari del campionato perché mescola bene quattro tiri nella media, anche se deve dimostrare di poter rimanere in salute.

28. Lawrence Butler, OF, Mesa (Atletica n. 14)
È ancora un lavoro in corso al piatto, ma Butler potrebbe essere un esterno d’angolo 20-20 se riesce a stabilire un contatto più coerente. Ha vinto il Dernell Stenson Sportsmanship Award, onorando il giocatore AFL che meglio esemplifica l’altruismo, il duro lavoro e la leadership.

29. Ronny Simon, SS/2B, Mesa (non classificato il Raggi Top 30)
Il leader RBI della Fall League (24), Simon è uno switch-hitter atletico con una velocità solida e una potenza sorprendente per un 5 piedi-9, 150 libbre. È in grado di giocare tutto il quadri e dovrebbe fornire un valore di utilità se non colpisce abbastanza costantemente per essere regolare.

30. Owen Caissie, OF, Mesa (Cuccioli n. 10)
Sebbene abbia faticato a entrare in contatto con il lancio più avanzato che avesse affrontato, il 20enne Caissie ha un evidente vantaggio. Ha la velocità della mazza e la leva per produrre 25 o più homer a stagione e più braccio desiderato nel campo giusto.

.

Leave a Comment