I Cardinals guidati da Kyler Murray iniziano velocemente per guidare i Chargers a metà

Forse era l’armadio quasi pieno dei ricevitori dell’Arizona Cardinals con Hollywood Brown che si univa a DeAndre Hopkins e Robbie Anderson.

Forse è stato segnalato un conflitto tra il quarterback Kyler Murray e l’allenatore Kliff Kingsbury nelle ultime due settimane quando il primo ha affrontato un infortunio al tendine del ginocchio.

In ogni caso, domenica i Cardinals (4-7) hanno iniziato alla grande contro Los Angeles (5-5) in casa.

E poi sono arrivate alcune vecchie, cattive abitudini. Tuttavia, i Cardinals erano in vantaggio per 17-14 nel primo tempo.

Sembrava buono per iniziare.

Murray ha effettuato i suoi primi sei passaggi ed è stato 11 su 17 per 116 yard di passaggio con altre 38 a terra nel primo tempo.

Il gioco di corsa ha funzionato bene con l’assistente Steve Heiden che ha assunto le funzioni di coordinamento del gioco di corsa dopo l’espulsione di Sean Kugler prima della partita di lunedì sera della scorsa settimana in Messico. I running back James Conner e Keaontay Ingram, più Murray, si sono combinati per 110 yard e una media di 5,5 yard per riporto nel primo tempo.

A parte un fumble di Conner per rovinare il primo giro dell’Arizona, sembrava una torta. A 10 partite, il secondo possesso di 82 yard per i Cardinals si è concluso con un catch-and-run di 33 yard di Hopking che ha portato l’Arizona avanti 7-0 a 2:33 dalla fine del primo quarto.

L’Arizona ha ottenuto un field goal al suo terzo drive per andare avanti 10-0.

All’inizio si è presentata anche la difesa. Solo per la terza volta in 12 partite, l’Arizona ha tenuto un avversario a zero reti nel primo possesso della partita.

I Cardinals sono stati licenziati in anticipo da JJ Watt e Cameron Thomas che sono usciti dal limite e hanno attaccato il placcaggio sinistro del debuttante Jamaree Sayer. Zach Allen e Myjai Sanders hanno aggiunto passaggi battuti sulla linea per rovinare anche le giocate.

Ma i Chargers hanno guadagnato trazione al loro quarto drive. Un fumble del ricevitore Joshua Palmer è stato ribaltato per essere stato recuperato dall’Arizona per mantenere vivo il possesso di Los Angeles, e il quarterback Justin Herbert ha colpito Keenan Allen per un punteggio di due yard per portarlo in vantaggio per 10-7 Arizona con 8:51 rimasti nel metà.

Poi sono arrivate le inspiegabili chiamate di gioco – o decisioni del quarterback – sul tocco successivo dell’Arizona.

Con un terzo e 1 sulla linea delle 34 yard dei Cardinals, i Cardinals hanno optato per un’opzione di lettura di Murray che è stata fiutata senza alcun guadagno. Al quarto e 1, Murray ha lanciato un touch touch ben in fondo al campo mentre prendeva di mira Hopkins. È stato eliminato dalla sicurezza Derwin James, un gioco di downfield ad alta difficoltà quando i Chargers erano stati tagliati a dadini da Conner e il gioco di corsa fino a quel punto.

Los Angeles ha segnato un touchdown cinque giocate dopo.

I Cardinals sono tornati alla loro corsa per andare in vantaggio a 12 secondi dalla fine del secondo quarto. Hanno percorso 75 yard in 14 giocate in quattro minuti, facendo correre la palla otto volte. Murray stesso si è precipitato tre volte, chiudendo il drive con un touchdown di cinque yard.

Prestiti cambia vita

.

Leave a Comment