Gli amministratori del calcio nigeriano devono imparare a pianificare e seguire, afferma Mutiu Adepoju

Con i Super Eagles nigeriani assenti dal roster del Qatar 2022, l’ex partecipante internazionale e due volte ai Mondiali, Mutiu Adepoju, ha sostenuto che il successo arriverà solo quando ci sarà un piano convincente per la squadra nazionale e il calcio nigeriano e la disciplina da seguire. quadrato.

Parlando all’a TEMPI PREMIUM Spazi Twitter programma mercoledì, Adepoju, popolarmente noto come il “Preside”, ha detto che se la Nigeria non vuole perdere la prossima Coppa del Mondo nel 2026, allora gli amministratori devono pensare a lungo termine invece degli attuali pensieri a breve termine.

“Bene, questa non è una novità e continuiamo a dire cosa dovremmo fare diversamente. Sappiamo cosa si sarebbe dovuto fare e come farlo, quali persone avrebbero dovuto farlo e quando farlo.

“L’unica cosa è che procrastiniamo sempre”, ha affermato, “e pensiamo sempre che con il passare del tempo andrà tutto bene e che tutto andrà bene.

“Non pianifichi solo un anno o due anni. Ci deve essere un piano di 10 anni che non abbiamo mai fatto”, ha affermato.

“Ricordo quando ero in Spagna, la squadra che ha vinto la Coppa del Mondo (nel 2010) e Euro, quei piani erano per 10 anni e non abbiamo mai fatto qualcosa del genere qui in Nigeria.

“Tutti gli altri paesi come la Germania hanno fatto il loro piano per 10 anni, 20 anni e hanno seguito tutti quei piani. Ecco perché stanno avendo i successi che stanno avendo, ma noi vogliamo solo stare insieme per un anno e lavorare. Non è possibile.

“Dobbiamo pianificare per molti anni ed è per questo che i paesi hanno successo. Ma se diciamo solo che vogliamo pianificare uno o due anni, non andremo da nessuna parte”.

La Nigeria si è qualificata per la prima volta per la Coppa del Mondo nel 1994, un torneo in cui ha giocato Adepoju e ha fatto parte anche della squadra del 1998, in cui ha segnato nella famosa vittoria per 3-2 sulla Spagna.

Pubblicità TEXEM


Il signor Adepoju ha continuato: “Sì, ci siamo qualificati per la Coppa del Mondo grazie al talento, ma deve esserci un piano e seguire il piano. La struttura, l’emolumento per i giocatori e tutto deve essere a posto.

“Ad esempio, nelle ultime qualificazioni ai Mondiali, ho sentito che non hanno pagato ai giocatori gli assegni. Anche le Aquile che sono in Portogallo [for Thursday’s friendly game] e quelli che sono andati là fuori a giocare. Allenatori, loro contratti, e giocatori e loro indennità; e vuoi il successo?

“Se non si fa tutto questo e non si mette tutto a posto, non si può avere successo. Questo è solo il fatto principale che dobbiamo dire a noi stessi e fare. Se continuiamo a farlo allo stesso modo, continueremo a ottenere lo stesso risultato”.

Mentre il Preside ha parlato ampiamente della pianificazione, ha anche affermato che la lega locale dovrebbe subire un restyling per sfruttare gli abbondanti talenti a sua disposizione.

“Il nostro campionato deve essere strutturato, deve essere attivo ogni volta perché se i club sono professionisti prenderemo i talenti da lì e se c’è organizzazione, tutto funzionerà.

“Ma se dipendono solo dai giocatori all’estero… Abbiamo talento anche qui, ma se tutto funziona in patria e all’estero, avremo modo di ottenere da ogni parte. O dalla Nigeria o anche giocatori stranieri e li metteremo insieme e tutto funzionerà.

“Prima di allora, il nostro campionato dovrebbe funzionare, il nostro campionato dovrebbe essere standard, il nostro campionato dovrebbe essere professionale perché non tutti andranno all’estero per giocare e se il campionato è professionale, sarà anche facile.

“Con quello che sta accadendo ora, i nostri giocatori di casa non possono competere con i giocatori stranieri.

“Professionalità delle società, struttura del campionato e delle società. Tutto va seguito alla lettera e non ci devono essere favoritismi. L’arbitraggio e tutto dovrebbe funzionare e dovremmo ottenere sponsor e il calcio dovrebbe essere attivo in TV, quindi sarà attraente per le persone “.

Gli Eagles hanno perso contro i Black Stars per i gol in trasferta nell’ultima fase delle qualificazioni per la Coppa del Mondo 2022. Prima della delusione, si erano qualificati per le edizioni 1994, 1998, 2002, 2010, 2014 e 2018, con i loro migliori piazzamenti nel secondo turno nel 1994, 1998 e 2014.


Sostieni il giornalismo di integrità e credibilità di PREMIUM TIMES

Il buon giornalismo costa un sacco di soldi. Eppure solo un buon giornalismo può garantire la possibilità di una buona società, una democrazia responsabile e un governo trasparente.

Per continuare ad accedere gratuitamente al miglior giornalismo investigativo del paese, vi chiediamo di prendere in considerazione l’idea di dare un modesto sostegno a questo nobile sforzo.

Contribuendo a PREMIUM TIMES, contribuisci a sostenere un giornalismo di rilevanza e a garantire che rimanga gratuito e disponibile per tutti.

Donare



ANNUNCI DI TESTO: Chiama Willie – +2348098788999




-->



PT Campagna Mag AD

Leave a Comment