Ghana, Danimarca, Iran e altre 4 nazioni Dark Horse da tenere d’occhio in Qatar ▷ SportsBrief.com

  • Fin dalla prima edizione dei Mondiali del 1930, il panorama calcistico è stato testimone di ogni sorta di sorprese al Mondo da nazioni etichettate come cavalli oscuri
  • I “cavalli oscuri” del calcio sono paesi o club che non sono visti come favoriti per vincere una competizione o andare lontano nella competizione, spesso sorprendendo gli oppositori
  • Dagli Stati Uniti fino ai quarti di finale fino al 38enne Roger Milla che guida il camerun sfavorito fino ai quarti di finale di Italia 90 ogni Coppa del Mondo ha un cavallo oscuro

La Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar è letteralmente a un tiro di schioppo e, per la prima volta dall’inaugurazione del torneo nel 1930, prenderà il via in inverno invece che in estate.

Tutte le 32 squadre partecipanti alla competizione di quest’anno sperano di assicurarsi un posto nel gran finale di domenica 18 dicembre, ma prima dovranno farsi strada nelle partite della fase a gironi, che inizieranno il 20 novembre in un pareggio tra i padroni di casa Qatar ed Ecuador.

Leggi anche

Fred: Guarda la stella del Manchester United vittima di bullismo da parte dei compagni di squadra brasiliani prima della Coppa del Mondo

Nonostante le aspirazioni di tutte le squadre in competizione, i tradizionali pesi massimi del calcio mondiale cercheranno di avere la possibilità di consegnare il Santo Graal.

Dark Horse, Danimarca, Ghana, Iran, Serbia, Mondiali 2022
Ghana, Danimarca e Serbia sono stati segnalati come paesi per suscitare grande scalpore alla prossima Coppa del Mondo FIFA in Qatar. Credito fotografico: @Ghanablackstars @FSSrbije @footballinDK @IranFooty
Fonte: Twitter

L’Argentina di Lionel Messi, i Samba Boys del Brasile guidati dalla superstar del PSG Neymar e i campioni in carica della Francia sono stati indicati dai bookmaker come favoriti.

Funzionalità entusiasmante: Controlla esattamente le notizie per te ➡️ trova il blocco “Consigliati per te” e divertiti!

Tuttavia, ci sono alcuni cavalli oscuri che sperano di suscitare sorprese in Qatar. Con molte squadre forti in questa Coppa del Mondo, è difficile scegliere i cavalli oscuri della competizione.

Breve Sport è riuscito a scegliere sei paesi che potrebbero arrivare molto lontano in Qatar:

Olanda

Dal ritorno di Van Gaal, l’Olanda è rimasta imbattuta e ha pareggiato solo quattro partite.

Ha vinto il proprio girone di UEFA Nations League, battendo il Belgio in casa e fuori. Ora sono al settimo posto nel mondo e entrano nel torneo con la speranza di ribaltare le probabilità.

blank

Leggi anche

Neymar fa giochi mentali con Messi mentre il brasiliano scherza sulla vittoria della finale della Coppa del Mondo contro il compagno di squadra del PSG

Gli olandesi sono stati indicati come i favoriti nel Gruppo A, ma potrebbero raggiungere la fine della competizione e forse cancellare l’etichetta di “perenni underachievers” dopo aver perso tre finali di Coppa del Mondo.

Serbia

Gli Eagles sono una squadra vibrante ricca di potenziale offensivo, guidata da un impavido allenatore e aiutata da una nazione estasiata alle sue spalle.

Sfilando una squadra molto forte con Milinkovic-Savic della Lazio, il tiratore scelto Aleksandar Mitrovic, il fantasista Dusan Tadic e l’attaccante della Juventus in erba Dusan Vlahovic, la Serbia potrebbe scatenare il caos in Qatar.

La Serbia potrebbe fare una corsa simile alla Croazia nella competizione di quest’anno. Non hanno perso una partita nelle qualificazioni, costringendo il Portogallo, squadra con il punteggio più alto del girone, ai playoff.

Danimarca

Indiscutibilmente, il paese scandinavo possiede l’etichetta di “cavalli oscuri” dallo scambio delle vacanze estive allo stupore dell’intera Europa fino alla conquista degli Europei del 1992 contro la Germania.

In tempi più recenti, i danesi hanno raggiunto le semifinali di Euro 2020 e l’hanno coronata con una campagna di qualificazione dominante.

blank

Leggi anche

L’Argentina di Messi e la Francia campione del mondo volano ai Mondiali

La Danimarca si aspetta di progredire davanti a Tunisia e Australia e spera di sfidare la Francia per il primo posto puntando a ripetere il trionfo europeo di tre decenni fa.

Senegal

Forse, il Senegal rappresenta le migliori speranze dell’Africa di rompere il soffitto di vetro per raggiungere le semifinali.

Nella loro prima apparizione ai Mondiali, i Lions of Teranga hanno sbalordito la Francia mentre hanno sconfitto altri giganti prima di inciampare nei quarti di finale contro la Turchia.

Le loro possibilità avrebbero potuto essere più brillanti a parte l’infortunio e la successiva omissione del talismano Sadio Mane dalla squadra finale.

Indipendentemente da ciò, con una costellazione di stelle che esercitano il loro mestiere in Europa, i campioni africani in carica potrebbero rivelarsi una manciata.

Uruguay

Due volte campioni del mondo e più vincitori CONMEBOL, l’Uruguay si dirige verso il Qatar come uno dei cavalli oscuri che potrebbero arrivare fino in fondo.

Il talento dell’Uruguay è innegabile e se l’allenatore Diego Alonso riesce a capire come utilizzare tutte le sue stelle, tutti gli altri, a partire dal Gruppo H, potrebbero trovarsi in un mare di guai.

blank

Leggi anche

Coppa del Mondo FIFA 2022: i momenti migliori e peggiori dell’Africa ai tornei della Coppa del Mondo

Iran

Il Team Melli, la squadra iraniana, è attualmente al 20° posto nel mondo ed è noto per la sua solida difesa.

È un peccato che siano caduti nel “gruppo della morte” in Russia 2018 che comprendeva Spagna e Portogallo oltre al Marocco. Alla fine, hanno ottenuto 1 vittoria, 1 pareggio e 1 sconfitta con 4 punti e sono stati espulsi dal girone.

L’Iran di Carlos Queiroz spera di superare la fase a gironi per la prima volta nella sua storia.

Ghana

Dirigendosi verso il Qatar come nazione con il punteggio più basso tra i 32 paesi, le Black Stars of Ghana potrebbero essere il pacchetto sorpresa della competizione del torneo.

Qualificandosi con la regola dei gol in trasferta, il Ghana ha sottoperformato, ma una convincente vittoria per 2-0 contro la Svizzera, 15° classificata al mondo, potrebbe essere il tonico per rilanciare i quattro volte campioni d’Africa.

Dopo aver raggiunto la fase a eliminazione diretta in due delle tre precedenti presenze ai Mondiali, la nazione dell’Africa occidentale avrà grandi possibilità contro Portogallo, Uruguay e Corea del Sud.

blank

Leggi anche

La leggenda del calcio rivela l’unico modo in cui Lionel Messi può sigillare lo status di GOAT

La prestazione dell’Africa ai Mondiali

Prima, Breve Sport ha riferito che l’Africa ha vissuto alcuni momenti memorabili nei passati tornei della Coppa del Mondo FIFA.

Da quando l’Egitto si è qualificato per l’edizione del 1934 che si è tenuta in Italia, diventando la prima nazione africana a farlo, ci sono stati momenti salienti e momenti salienti che Sports Brief sorvolerà prima dell’inizio dell’evento clou del Qatar domenica sera.

I Carthage Eagles hanno ottenuto la prima vittoria dell’Africa al torneo quando Ali Kaabi, Nejib Ghommidh e Mokhtar Dhouieb hanno portato i nordafricani alla vittoria su El Tri.

Fonte: Breve notizie sportive

Leave a Comment