Gareth Bale pronto al sedicesimo momento mentre il “sogno” della Coppa del Mondo del Galles prende il via | Mondiali 2022

Hi è il ragazzo di Whitchurch, a nord di Cardiff, che sta per guidare il Galles sulla scena mondiale. I primi ricordi della Coppa del Mondo di Gareth Bale sono un po’ confusi – probabilmente Francia 98, dice – non aiutati dalla prolungata assenza del suo paese e di una squadra da tenere davvero dietro. Ma un momento che forse sembrava sfuggire a una scintillante carriera da superstar piena di onori e riconoscimenti individuali è finalmente arrivato. Verso un’estremità della Corniche, l’opulento lungomare di Doha, un’immagine industriale di Bale, intonacata sulla facciata di un grattacielo scintillante, brilla sopra la città.

Bale rimane un grosso problema, un’entità commerciale a sé stante, ma il fuoco in lui per dimostrare che può ancora fare affari in campo brucia brillantemente. Prove recenti lo hanno già suggerito: due settimane fa ha segnato un colpo di testa al 128′ aiutando il Los Angeles FC a vincere la Coppa MLS. Per il Galles poter contare sul proprio capitano, un giocatore che ha la comoda abitudine di cogliere l’occasione con calma, è un bene inestimabile alla loro prima finale di Coppa del Mondo dopo 64 anni. Bale e i suoi compagni di squadra sono determinati a godersi per quanto durerà quest’ultima corsa.

Gli ultimi sei anni hanno portato il Galles a tre importanti tornei, tra cui l’indimenticabile e ipnotizzante corsa alle semifinali di Euro 2016, iniziata da Bale con una punizione sfrenata contro la Slovacchia a Bordeaux. Per la generazione più giovane di tifosi, il recente successo del Galles potrebbe aver offuscato i confini. “Non si rendono conto di quanto siano viziati”, dice Bale. Segue quel sorriso affettuoso e sciocco.

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

Mostrare

Questa è una Coppa del Mondo come nessun’altra. Negli ultimi 12 anni il Guardian ha riferito sulle questioni relative al Qatar 2022, dalla corruzione e violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e leggi discriminatorie. Il meglio del nostro giornalismo è raccolto nella nostra home page dedicata a Qatar: Beyond the Football per coloro che vogliono approfondire le questioni oltre il campo.

La segnalazione del Guardian va ben oltre ciò che accade in campo. Sostieni il nostro giornalismo investigativo oggi.

Grazie per il tuo feedback.

Dopotutto, non è sempre stato così. “Guardare il Brasile e l’Argentina e quelle grandi squadre giocare e ora essere in quel torneo è una bella sensazione da provare, soprattutto perché crescendo non c’era una squadra del Galles [at a World Cup],” lui dice. “Per i ragazzi ora poter avere il Galles, poterli guardare e avere il poster sul muro per segnare ogni partita sarà incredibile”.

Bale, non per la prima volta, andrà dove altri hanno fallito. Quando il portiere Wayne Hennessey, il migliore amico di Bale in squadra e, come lui, centurione del Galles, ha recentemente raccontato del suo orgoglio nel rappresentare la sua nazione ai Mondiali, sembrava quasi imbarazzato nel farlo conoscendo il suo idolo, Neville Southall, non è mai arrivato così lontano. Lo stesso vale per Ian Rush, il cui record di marcature Bale ha battuto quattro anni fa, Ryan Giggs, Gary Speed, Mark Hughes e John Toshack, che ha consegnato un Bale di 16 anni, poi un frizzante terzino sinistro sui libri di Southampton, il suo debutto da senior nel 2006.

Un poster gigante di Gareth Bale è appeso a un grattacielo a Doha
Un poster gigante di Gareth Bale è appeso a un grattacielo a Doha. Fotografia: ANP/Alamy

La grandezza di indossare il drago sul petto – così come almeno due bracciali, solo uno dei quali è approvato dalla Fifa – in una finale non è sfuggita a Bale. “È un momento di grande orgoglio. Non solo per noi giocatori ma per l’intera nazione. Ogni volta che c’è stato un fallimento è stato “vogliamo superare la linea alla fine” e più tempo è passato è diventato un compito ancora più grande, immagino. Essere quelli che l’hanno raggiunto è stato incredibile e qualcosa che tutti abbiamo sognato fin da quando eravamo giovani: è pazzesco ora che il torneo è alle porte e proveremo solo a godercelo.

Rob Page, l’allenatore del Galles, insiste sul fatto che la squadra non fa affidamento su Bale come una volta e questo è un sentimento condiviso dal centrocampista Jonny Williams, che ha esordito in nazionale nel 2013 quando ha sostituito Bale come sostituto. Williams, che avrebbe schierato per una squadra di Swindon Town che sabato ha perso in casa contro il Crewe in quarta divisione se non fosse stato qui, è in realtà il capocannoniere del Galles a livello di club in questa stagione, non che abbia preso in giro Bale per quel fatto. “Non potevo farlo”, dice, tipicamente modesto. “Diranno solo ‘è nella League Two’, quindi arriverò prima e lo dirò io stesso.”

Guida veloce

Page dice al Galles di “mostrare al mondo quanto sono bravi”

Mostrare

Rob Page ha esortato i suoi giocatori del Galles a “mostrare al mondo quanto sono bravi” mentre si preparano a competere sul palcoscenico mondiale per la prima volta in
64 anni.

Il Galles affronterà gli Stati Uniti nella gara d’esordio del Gruppo B lunedì allo stadio Ahmad bin Ali e il capitano Gareth Bale ha dichiarato di sapere che il brusio della Coppa del Mondo ha attanagliato la nazione ed è determinato ad abbracciare un “enorme pezzo di storia nel nostro paese” a le sue prime finali.

Page ha detto che la sua squadra è pronta ad affrontare il torneo in Qatar e ha deriso il suggerimento del capitano degli Stati Uniti Tyler Adams di essere una squadra “molto fisica”.

“Abbiamo un modo di giocare che ci ha portato al successo e non verremo
lontano da quello “, ha detto Page.” Abbiamo identità, lavoriamo molto duramente l’uno per l’altro e abbiamo qualità in campo che possono danneggiare le squadre. Abbiamo un piano di gioco; abbiamo fatto molte analisi sulla prima partita. I giocatori sono rilassati e noi siamo pronti a partire”.

Page ha detto che la sua squadra è pronta a brillare dopo essersi adattata al caldo del Golfo e alla differenza di fuso orario, e Bale insiste che è pronto per esibirsi dopo aver seguito un programma di fitness su misura nonostante abbia giocato solo 31 minuti da ottobre.

“Sono esattamente dove voglio essere”, ha detto il 33enne attaccante del Los Angeles FC. “Puoi vedere l’entusiasmo che cresce nel nostro paese, le bandiere si alzano, tutti indossano di più i loro cappelli da pescatore e le magliette sono fuori. Sentiamo il brusio a casa qui”.

Bale ha detto di riconoscere l’importanza delle finali per il Galles nel suo insieme.

“È storia nel nostro paese”, ha detto. “Le scuole si fermeranno a guardare… È uno di quei momenti che rappresentano un enorme pezzo di storia nel nostro paese, qualcosa che tutti desideravamo da molto tempo.

“Essere la squadra per superare il limite e farlo per il nostro paese è incredibile. Sappiamo di avere il supporto di una nazione a casa. Qualunque cosa accada, finché diamo il 100% il nostro paese ci amerà per questo “.

Il centrocampista di Swansea City Joe Allen è destinato a saltare la partita, ma continua a intensificare la sua riabilitazione da un infortunio al tendine del ginocchio. “Avremmo potuto spingerlo, forse, ma se si rompe allora è definitivamente fuori dal torneo”, ha detto l’allenatore del Galles.

Page ha aggiunto: “Non c’è alcuna pressione su di noi, ci divertiremo, lo siamo
andando a gareggiare e ho detto al gruppo: “Non siamo qui per fare numeri, siamo qui perché ci siamo guadagnati il ​​diritto di essere qui, perché siamo una bella squadra”, e io voglio andare a mostrare al mondo quanto siamo bravi.””

Probabile squadra del Galles (3-4-3): Hennessy; Mepham, Rodon, B Davies; C Roberts, Ramsey, Morrell, N Williams; Bale, Moore, James

Probabile squadra USA (4-2-3-1): Tornitore; Dest, Zimmermann, Long, Robinson; Adams, McKennie; Musah, Aaronson, Pulisic; Sergente

Grazie per il tuo feedback.

Come si è evoluto Bale nel corso degli anni? “In un vero leader della squadra e un leader di uomini”, dice Williams. “Non c’è ego o big-time [nature]: ‘Non ho intenzione di farlo’. Tratta tutti con rispetto. Fa sentire le persone separate da qualcosa. Ho giocato negli spogliatoi dove non è stato necessariamente così, e cioè con giocatori che hanno molte meno capacità di Gareth. Williams scoppia in un sorriso. “Fair play, e merito a lui e ai suoi genitori.”

Bale ha avuto una parola veloce e discreta con Luke Harris e Jordan James per mettere immediatamente a proprio agio la coppia di adolescenti nel loro primo campo in Galles presso la base della loro squadra a Hensol a settembre. È stata una storia simile con Sorba Thomas all’inizio di quest’anno. “Ho detto a Sorba: ‘Hai già incontrato Gareth?’”, dice Page. “Ha detto: ‘Beh, solo giocando a Fifa su PlayStation.’ La prossima volta che si è seduto a cena con lui e ho guardato Sorba e guardava in soggezione il suo eroe che è in piedi sopra di lui e gli parlava a un livello. Ma Gareth ha l’abilità di farlo, fa solo sentire le persone a proprio agio.

Gareth Bale

La cosa che non è cambiata con Bale è lo sguardo che lo segue. “Illumina la stanza solo con la sua presenza, con lui che è lì”, dice Page. “Lo paragonavo alla gestione del club quando scrivi la scheda della squadra e vuoi i migliori giocatori sulla scheda della squadra perché conosci l’impatto che avrà sull’allenatore avversario. I gol di Gareth ci hanno portato al Mondiale… ma senza quello che hanno fatto tutti gli altri su quel campo, facendo i cantieri duri, l’innesto, per cogliere occasioni e dargli la possibilità di mettere una punizione, non succede . È un enorme lavoro di squadra”.

Per Bale, questa è la sua ultima apparizione garantita sul palcoscenico più importante e quasi certamente la sua ultima ai Mondiali. A seconda di come se la caverà il Galles nel Gruppo B, potrebbe uscire tra nove giorni contro l’Inghilterra, tra tutte le squadre. È troppo presto per dire come andrà a finire, ma il Galles, nonostante i passi avanti compiuti negli ultimi anni, guarderà ancora senza dubbio a Bale come ispirazione. “Lo fa da anni ed è ancora enormemente capace, anche alla sua età”, dice Williams. “Adesso ha 33 anni, segna gol enormi in America e sta vivendo grandi momenti per noi, nel [World Cup playoff] semi finale [against Austria, in which he scored twice]. Lo consideriamo ancora l’uomo principale.

Leave a Comment