Eurovision aprirà il voto agli spettatori di tutto il mondo con un importante cambiamento di regole | Eurovisione

Gli organizzatori dell’Eurovision Song Contest hanno esteso il voto al suo pubblico globale e ridotto il ruolo delle giurie, a seguito di irregolarità nel voto che hanno rovinato la competizione di quest’anno.

Nelle modifiche alle regole più drastiche nei suoi 67 anni di storia, la canzone vincitrice sarà scelta dagli spettatori di tutto il mondo, in combinazione con una giuria di professionisti della musica, ha annunciato martedì la European Broadcast Union (EBU). Le giurie, tuttavia, non saranno coinvolte nel modo in cui i paesi vengono selezionati sia per le semifinali che per la finale, che si svolgeranno a Liverpool il prossimo anno. I paesi qualificati saranno decisi solo dai voti dei telespettatori.

Le modifiche, che sono state approvate dal gruppo di riferimento del concorso, arrivano dopo che sono stati individuati “schemi di voto irregolari” nei voti della giuria nazionale di sei paesi. Di conseguenza i voti della giuria sono stati rimossi da Azerbaigian, Georgia, Montenegro, Polonia, Romania e San Marino.

Sietse Bakker, un membro olandese del gruppo di riferimento ed ex produttore dell’evento, ha affermato che le modifiche sono state apportate per garantire il fair play in futuro.

Scrivere su Twitter ha detto: “A seguito delle irregolarità di voto senza precedenti che abbiamo visto quest’anno, abbiamo cercato modi per proteggere l’integrità della competizione. Il problema si è verificato in semifinale, questo è stato il modo migliore per chiuderla. Inoltre, la differenza tra chi si qualifica nel voto pubblico vs pubblico + giuria è minima.

Ha aggiunto: “Faccio parte della comunità dell’Eurovision da oltre 20 anni e ho visto ripetutamente tumulto e contraccolpo sui cambiamenti al formato. E guarda dove si trova ora il concorso; più forte che mai!”

Bakker ha anche difeso il nuovo sistema contro le affermazioni secondo cui i voti del pubblico avrebbero prodotto risultati iniqui. Ha twittato: “È * giusto, ma non obiettivo. Nessuna misura è, in un concorso che alla fine viene giudicato dal gusto personale delle persone e, nel caso delle giurie, dalla valutazione professionale degli elementi artistici”.

L’apparente brogli elettorale di quest’anno è stato minimizzato dall’UER quando è emersa a maggio. In una dichiarazione si afferma: “L’EBU prende molto sul serio qualsiasi sospetto tentativo di manipolare il voto all’Eurovision Song Contest e ha il diritto di rimuovere tali voti in conformità con le istruzioni di voto ufficiali, indipendentemente dal fatto che tali voti possano o meno influenza i risultati e/o l’esito della votazione.

Martin Österdahl, supervisore esecutivo dell’Eurovision Song Contest, ha affermato che le modifiche alle regole sono state apportate per riflettere la globalizzazione di un evento che ha attirato un pubblico televisivo globale di 160 milioni.

Ha detto: “Nel corso dei suoi 67 anni di storia, l’Eurovision Song Contest si è costantemente evoluto per rimanere rilevante ed emozionante. Questi cambiamenti riconoscono l’immensa popolarità dello spettacolo dando più potere al pubblico del più grande evento di musica dal vivo del mondo”.

Ha aggiunto: “Chiunque guardi lo spettacolo, ovunque viva nel mondo, può esprimere il proprio voto per le proprie canzoni preferite”.

Österdahl ha suggerito che i cambiamenti significherebbero che il vincitore è stato selezionato più per meriti musicali che per preoccupazioni europee parrocchiali.

Ha detto: “Coinvolgendo anche giurie di professionisti della musica nel decidere il risultato finale, tutte le canzoni del gran finale possono essere valutate in base ai criteri più ampi possibili”.

L’introduzione del voto globale è un cambiamento più importante rispetto alla controversa decisione del 2015 di consentire all’Australia di partecipare alla competizione. È probabile che alimenterà la speculazione che in futuro sarà consentito a più paesi di tutto il mondo di partecipare alla competizione.

Österdahl ha dichiarato: “Possiamo anche mantenere la tradizione di viaggiare in Europa e in Australia per raccogliere punti e garantire un’emozionante sequenza di votazioni con il vincitore rivelato solo alla fine dello spettacolo”.

“Coloro che guardano nel resto del mondo potranno votare tramite una piattaforma online sicura utilizzando una carta di credito del loro paese e i loro voti, una volta sommati, saranno convertiti in punti che avranno lo stesso peso di un paese partecipante in entrambe le semifinali e il gran finale.

Il pubblico di tutti i paesi partecipanti potrà votare tramite SMS, telefono o tramite l’app del concorso.

L’Ucraina Kalush Orchestra ha vinto il concorso di quest’anno con la loro canzone Stefania, un ensemble folk-rap che hanno dedicato a tutte le madri del paese. Ma l’Ucraina non ha potuto rivendicare il diritto di ospitare l’evento del prossimo anno a causa dell’invasione della Russia.

Il Liverpool è stato annunciato come città ospitante del prossimo anno per conto dell’Ucraina dopo che il britannico Sam Ryder si è classificato secondo nella competizione di quest’anno.

Leave a Comment