Eden Hazard prende di mira la Germania per protesta contro il divieto della fascia da braccio OneLove della FIFA prima della sconvolgente sconfitta del Giappone

“Siamo qui per giocare a calcio, non per dare un messaggio politico”: il belga Eden Hazard prende di mira la Germania per essersi coperta la bocca per protestare contro il divieto della fascia OneLove della FIFA prima della sconfitta shock contro il Giappone

Eden Hazard è apparso critico nei confronti del gesto della Germania in vista della partita con il Giappone, in cui l’XI titolare si è coperto la bocca dopo che gli è stato impedito di indossare la fascia “OneLove” per denunciare la minaccia di sanzioni FIFA.

L’attaccante del Real Madrid ha affermato che i quattro volte vincitori della Coppa del Mondo avrebbero potuto avere un impatto migliore se si fossero concentrati maggiormente sulla vittoria della partita piuttosto che sul fare una dichiarazione nel gioco, secondo RMC Sport.

I giocatori erano stati avvertiti di non indossare bracciali OneLove che promuovono l’inclusività in un torneo tenutosi in un paese con un discutibile record di diritti umani, e Hazard ha ammesso di non voler rischiare di incorrere in un cartellino giallo automatico.

‘Sì, ​​ma poi hanno perso la partita’, ha detto Hazard, quando gli è stato chiesto il suo pensiero sul gesto compiuto dalla squadra tedesca mercoledì.

‘Avrebbero fatto meglio a non farlo ea vincere. Siamo qui per giocare a calcio, non sono qui per lanciare un messaggio politico.

‘Le persone sono in una posizione migliore per questo. Vogliamo concentrarci sul calcio’.

Diverse nazioni europee, tra cui Inghilterra e Galles, erano pronte a indossare i braccialetti OneLove al torneo, per promuovere l’inclusività nel calcio.

Eden Hazard ha affermato che la Germania avrebbe fatto meglio a concentrarsi sul calcio contro il Giappone

Eden Hazard ha affermato che la Germania avrebbe fatto meglio a concentrarsi sul calcio contro il Giappone

I giocatori della Germania si sono coperti la bocca in risposta alla minaccia di sanzioni sportive

I giocatori della Germania si sono coperti la bocca in risposta alla minaccia di sanzioni sportive

Tuttavia, alla vigilia dell’esordio dell’Inghilterra contro l’Iran lunedì, la FIFA ha stabilito che coloro che indossavano le fasce da braccio avrebbero dovuto affrontare sanzioni sportive, spingendo le squadre a tornare alle fasce da braccio regolari.

Tuttavia, la Germania di Hansi Flick si è affrettata a prendere l’iniziativa in proprio ea fare una dichiarazione personale per mostrare i propri sentimenti in merito.

Mentre la Germania ha perso la gara d’esordio in circostanze scioccanti, il Belgio di Hazard ha evitato per un soffio un destino simile contro il Canada.

Nonostante l’unico gol della partita arrivato da Divock Origi alla fine del primo tempo, il Canada ha dominato il pareggio.

Il Belgio ha faticato nella vittoria per 1-0 contro il Canada nella gara d'esordio mercoledì

Il Belgio ha faticato nella vittoria per 1-0 contro il Canada nella gara d’esordio mercoledì

Il fuoriclasse Alphonso Davies ha sbagliato un rigore iniziale, che si è rivelato l’occasione migliore per la sua squadra, con un finale imprevedibile e una mancanza di compostezza nell’ultimo terzo, l’unica cosa che separa il Belgio da un risultato imbarazzante in apertura.

I giocatori che hanno ignorato la sentenza della FIFA sono stati avvertiti che una delle punizioni che avrebbero potuto subire sarebbe stata l’inizio delle partite con un cartellino giallo a loro nome.

Mentre in circostanze ordinarie un’ammonizione potrebbe non sembrare una punizione troppo pesante in cambio della diffusione di un messaggio di solidarietà, i giocatori dovranno affrontare una squalifica di una partita se aumentano i gialli consecutivi.

“Non mi sento a mio agio a parlarne perché sono qui per giocare a calcio”, ha aggiunto Hazard.

‘Siamo stati squalificati per un po’… Non volevo iniziare la partita con un cartellino giallo, sarebbe stato fastidioso per il resto del torneo.

“Per farlo di nuovo, forse lo rimanderò.”

Annuncio

blank

.

Leave a Comment