Ecco la vera storia dietro il dramma romantico di Netflix “From Scratch”

Preparati a provare tutte le sensazioni, tutte in una volta, con il nuovo Netflix
NFLX
serie limitata Da zero. Dovremmo essere tutti abbastanza fortunati da trovare un amore così.

Il dramma romantico di otto episodi è ispirato al libro di memorie “From Scratch: A Memoir of Love, Sicily, and Finding Home”, scritto da Tembi Locke. Il suo libro è diventato a New York Times

NYT
bestseller, e Reese Witherspoon ne ha fatto una delle sue scelte del Book Club e delle produzioni Hello Sunshine.

La storia d’amore interculturale salta tra la splendida campagna siciliana e la soleggiata Los Angeles. È la storia di Tembi e Saro, Amy e Lino nella versione adattata, e di come il loro amore ha conquistato tutti.

Tembi ha co-creato la serie con sua sorella, Attica Locke. Quando ha incontrato Saro per la prima volta, lei era un’attrice e lui uno chef. Nella versione televisiva, è un’artista. Si sono incontrati per la prima volta per strada a Firenze, in Italia, e anche se alcuni potrebbero dire che è stato amore a prima vista, Tembi lo ha descritto in modo leggermente diverso in una recente intervista.

“La prima volta che ho visto Saro, quello che ho sentito subito è stato, beh, lasciatemi chiarire, avevo solo 20 anni ed ero tipo, ‘È carino.’ È stato piuttosto superficiale, a dire il vero. Ma ho riconosciuto in lui questo livello di onestà e apertura per cui non ero pronto in quel momento. Ma mi ha inseguito”, ha aggiunto, ridendo, rivivendo quel momento. “È diventato subito evidente che era il tipo di persona di qualità che non avevo mai visto prima. Mi ha fatto conoscere questo tipo di amore e mi ha insegnato la possibilità del tipo di amore che potrebbe essere. È stato un amore che descrivo come divertente, aperto, reciproco, rispettoso e visionario”.

La coppia ha dovuto affrontare numerosi ostacoli, come rappresentato nella serie con Zoe Saldaña nei panni di Amahle “Amy” Wheeler ed Eugenio Mastrandrea nei panni di Lino Ortolano. La sua tradizionale famiglia siciliana disapprovava la sua decisione di sposare una donna nera americana del Texas.

Col tempo, però, le due famiglie sarebbero diventate una. Si sono sposati, si sono trasferiti a Los Angeles e hanno adottato una bambina. La vita era bella, poi a Saro è stato diagnosticato un cancro e tutti i loro sogni di una lunga vita insieme sono andati in frantumi.

Il romanzo racconta tre estati trascorse in Sicilia con sua figlia, Zoela, quando i due scoprirono la vita senza di lui. Vivevano nella sua piccola città agricola e lei si sentiva a suo agio con la sua famiglia. La campagna siciliana è diventata un luogo di guarigione per lei e sua figlia con il suo cibo nutriente e fresco e la sua comunità affiatata.

Scrivere il libro e condividere la sua storia, ha detto Tembi, è stato terapeutico anche se non se ne rendeva conto all’inizio. Erano passati cinque anni dalla morte di Saro ei sentimenti erano ancora crudi. “Sapevo solo che dovevo scriverlo. La posta in gioco era molto alta emotivamente. Sentivo che avrei subito un altro risentimento se non avessi scritto ciò che avevo vissuto. Il libro serve anche come modello per mia figlia, per il tipo di amore che spero che troverà un giorno”.

Circa dieci anni fa, Tembi andò da sua sorella Attica e le chiese: “Cosa devo fare con tutto ciò che ho appena vissuto, cosa ho imparato sulla vita e sull’amore?” Il suo libro di memorie è stata la risposta. All’epoca nessuno dei due immaginava che il libro di Tembi sarebbe diventato un enorme successo né che i due avrebbero intrapreso un viaggio insieme per adattare il suo libro di memorie per la televisione.

Tembi spiega di aver sentito la responsabilità di raccontare la sua storia d’amore e di essere completamente trasparente nel ritrarne la complessità. In quanto narratrici, le sorelle Locke hanno convenuto che dovevano essere completamente autentiche.

Con il romanzo e la serie TV, le sorelle volevano raccontare una storia sull’amore in tutte le forme, compreso l’amore romantico e l’amore per la cultura, il cibo e i viaggi. Era anche essenziale includere l’amore per la famiglia e l’amore universale che tiene unita la nostra comune umanità.

“Lo sapevamo istintivamente è una storia d’amore epico in tutte le sue forme, da Eros a agape, e uno incentrato sul raggiungimento della maggiore età di una donna di colore. Una storia che inizia quando va contro la sua famiglia per studiare all’estero e si innamora dell’arte, dell’Italia e di se stessa”, racconta Attica. “Come sua sorella, ho avuto un posto in prima fila per la sua storia d’amore, e quando abbiamo parlato di adattarlo in uno show televisivo, volevamo farlo in un modo molto grande. Volevamo dimostrare che un amore romantico buono e intenso può aprire il tuo cuore ad ogni tipo di amore. L’amore di Tembi e Saro ha unito le nostre famiglie. Saro ci ha regalato questa grande famiglia allargata che ha attraversato culture e confini”.

C’è un messaggio di speranza qui. “Questa storia è una lettera d’amore da amare”, dice Tembi. “Ma abbiamo raccontato più di una storia d’amore. Riguarda la mia storia d’amore con Saro e la mia storia d’amore con mia suocera. Anche quella storia sembrava degna di essere raccontata”. Sebbene sia morta prima di guardare la serie, conosceva il libro e si sentiva onorata di farne parte.

Ancora oggi, Tembi e sua figlia si dividono il loro tempo tra Los Angeles e la Sicilia, dove trascorrono le loro estati. Quando le viene chiesto se ha qualche consiglio per quelli di noi che ancora cercano l’amore, Tembi risponde rapidamente e la sua risposta è semplice. “Stai aperto. La vita è piena di sorprese.”

.

Leave a Comment