Cristiano Ronaldo: Gary Neville dice che non c’è modo di tornare indietro per l’attaccante del Man Utd, ma non è contro l’ex compagno di squadra | Notizie di calcio

Gary Neville di Sky Sports afferma che “non c’è via di ritorno” per Cristiano Ronaldo al Manchester United dopo le sue critiche esplosive al club e all’allenatore Erik ten Hag, ma insiste che non è contro il suo ex compagno di squadra.

Lo ha raccontato Neville, lui stesso criticato da Ronaldo durante la sua intervista con Piers Morgan su TalkTV Sky Sport non può vedere di nuovo l’attaccante portoghese giocare per il club.

“No, e non credo che voglia tornare indietro”, disse Neville. “Non avrebbe rilasciato questa intervista se avesse voluto tornare indietro. Sapeva che avrebbe portato i titoli dei giornali e sarebbe stata la fine della sua carriera nel Manchester United”.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

La nostra raccolta dei momenti alti e bassi di Cristiano Ronaldo dal suo ritorno per la sua seconda esperienza al Manchester United

Il Manchester United non ha ancora indicato quale azione intraprenderà dopo l’intervista di Ronaldo.

“Mi chiedo cosa stia facendo il Man Utd perché la realtà è che sanno che devono rescindere il contratto di Cristiano o sostanzialmente aprono un precedente in modo che qualsiasi giocatore possa criticarlo in futuro”, ha aggiunto Neville.

“Sono d’accordo con alcune delle cose che ha detto Cristiano e molti fan del Man Utd saranno d’accordo con molte cose che ha detto Cristiano, ma la realtà è che se sei un dipendente all’interno di un’azienda e dici quelle cose il tuo impiego deve terminare e il Man Utd ha farlo nei prossimi giorni.

“Probabilmente anche Cristiano lo vorrebbe, ma non era necessario che finisse così. Avrebbero potuto incontrarsi un paio di settimane fa e percorrere un percorso attraverso quello che avrebbe potuto potenzialmente essere un mare mosso fino alla riva, ma non è successo, loro ‘ entrambi si sono sostanzialmente messi all’angolo”.

Neville: non sono contro Ronaldo!

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Parlando con Piers Morgan su TalkTV, Cristiano Ronaldo ha detto che Wayne Rooney e Gary Neville “non sanno cosa sta succedendo” dopo aver ricevuto critiche da entrambi i suoi ex compagni di squadra

Rispondendo alle critiche di Neville e Wayne Rooney in questa stagione, Ronaldo ha detto a Morgan che i suoi ex compagni di squadra “non sono miei amici” e “non avrebbero cenato insieme”.

Cosa ha detto Ronaldo di Neville e Rooney?

“Le persone possono avere le proprie opinioni.

“Non sanno davvero cosa sta succedendo al campo di allenamento, devono anche ascoltare il mio punto di vista. È facile criticare se non conoscono l’intera storia.

“Non sono miei amici, sono colleghi. Abbiamo giocato insieme ma non ceniamo insieme. Fa parte del mio viaggio, continuano a criticarmi con negatività ogni volta. Posso continuare il mio viaggio e devo mettermi al passo con gente a cui piaccio”.

Alla domanda sui suoi pensieri e se fosse contro Ronaldo, Neville ha risposto: “Non è vero, quello che ha detto, ma tutto è lecito in amore e in guerra.

“Vivo nel gioco delle critiche e so che devo accettarle, e me ne riprendo in abbondanza. Amo tutti i miei compagni con cui ho giocato, Cristiano compreso.

“Non sono contro Ronaldo, tutt’altro. Non potrei avere più ammirazione per lui, non potrei avere più rispetto per lui. È il più grande giocatore che abbia mai visto ed è il giocatore più talentuoso che io mai giocato con.

“Ho visto i commenti di Cristiano e accetto le critiche. Vorrei ancora stringere la mano a Cristiano – potrebbe non stringere la mia! Ma non porto avanti le cose”.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Gary Neville dice di essere ancora pieno di ammirazione per il suo ex compagno di squadra Cristiano Ronaldo e accetta qualsiasi critica possa avere per lui

“Le uscite non devono avvenire in questo modo”

Ronaldo, arrivato allo United nell’agosto 2021 e finito come capocannoniere in tutte le competizioni la scorsa stagione con 24 gol, ha chiesto di lasciare il club in estate.

Ma è rimasto all’Old Trafford prima della stagione 2022/23 e ha detto a Morgan di essersi sentito “tradito” dallo United per aver cercato di costringerlo a lasciare questo mandato.

Neville ha detto: “Probabilmente c’era un altro modo per farlo, ma quello era dalla parte del club e dalla parte di Cristiano.

“Quando ho avuto quel dibattito in studio dopo la partita del Chelsea tre o quattro settimane fa con Roy Keane, Jimmy Floyd Hasselbaink e Dave Jones, ho esortato Man Utd e Cristiano a incontrarsi quella settimana perché era ovvio che la relazione stava fallendo o aveva fallito e per percorrere un percorso verso gennaio o la Coppa del Mondo dove hanno creato una tregua. Le uscite non devono avvenire in questo modo se entrambe le parti sono proattive e mature. Sono deluso dal fatto che l’incontro non sia avvenuto.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

Roy Keane e Gary Neville si sono scontrati sul fatto che Cristiano Ronaldo dovesse lasciare il Manchester United dopo il pareggio contro il Chelsea lo scorso ottobre

“Cristiano non è stato controllato o gestito, non sembra che abbia contattato il club e aperto linee di comunicazione. Siamo finiti con questa situazione abbastanza sgradevole per cui sembra che Cristiano stia per finire questo periodo del suo regnare al Man Utd non è un grande sentimento come dovrebbe essere.

“È uno dei più grandi giocatori di sempre al mondo e sicuramente uno dei più grandi giocatori di sempre del Man Utd.

“Da tifoso non mi sembra giusto che qualcuno con cui ho giocato debba lasciare il club in questo modo, o che il club debba finire in questo modo”.

I grandi punti critici di Ronaldo in questa stagione

  • 31 luglio: Manchester United – Rayo Vallecano 1-1: Ronaldo lascia l’Old Trafford a metà dell’amichevole pre-campionato dello United insieme ad altri membri della squadra. Ten Hag lo ha descritto come “non accettabile”.
  • 2 ottobre: ​​Manchester City – Manchester United 6-3 – Ronaldo è rimasto in panchina nonostante lo United fosse sotto 4-0 all’intervallo. Ten Hag ha dichiarato di non aver assunto il 37enne per “rispetto” della carriera di Ronaldo.
  • 19 ottobre: ​​Manchester United – Tottenham 2-0 – Ronaldo si rifiuta di entrare in campo come sostituto e si precipita nel tunnel prima del tempo pieno.
  • 22 ottobre: ​​Chelsea – Manchester United 1-1 – Ronaldo viene squalificato dallo United per motivi disciplinari all’indomani della partita contro il Tottenham.
  • 10 novembre: Manchester United 4-2 Aston Villa – Dopo essere tornato per due partite di Premier League dopo la sua squalifica, Ronaldo viene dichiarato malato da Ten Hag e non è incluso nella rosa della giornata per la vittoria della Carabao Cup contro l’Aston Villa.
  • 13 novembre: Fulham – Manchester United 1-2 – Ronaldo è ancora assente dalla squadra della giornata dello United e più tardi quella sera viene rilasciata la sua intervista shock che critica il club.

Nev: Ten Hag ha gestito perfettamente la situazione

Ronaldo è stato eliminato dall’allenatore dello United Erik ten Hag per il pareggio per 1-1 del mese scorso con il Chelsea per essersi rifiutato di entrare come sostituto nel finale nella vittoria casalinga per 2-0 contro il Tottenham e per aver lasciato l’Old Trafford in anticipo.

Il 37enne ha detto di sì “nessun rispetto” per Ten Hag perché “non mostra rispetto per me”, ma Neville crede che l’olandese abbia gestito la situazione “perfettamente”.

Neville ha dichiarato: “Penso che Erik ten Hag abbia gestito perfettamente i primi sei mesi molto difficili allo United. Non credo che avrebbe potuto fare qualcosa di diverso.

“Cristiano Ronaldo è un giocatore mostruoso, un personaggio mostruoso, con una portata enorme. Si è trovato in una posizione un po’ difficile perché se lo affronta pubblicamente, probabilmente non vincerà.

Man Utd calmo sull’intervista a Ronaldo

Il Manchester United non prenderà una decisione sul futuro di Cristiano Ronaldo fino a quando non vedrà l’intervista completa con Piers Morgan e manterrà la calma sulla situazione, riferisce Dharmesh Sheth di Sky Sports News.

Sky Sports News capisce che il Manchester United non accetta alcune delle critiche fatte da Ronaldo nelle clip che sono state trasmesse finora.

Ronaldo ha criticato il club per la mancanza di investimenti nei 13 anni trascorsi da quando ha lasciato l’Old Trafford, ma fonti hanno insistito sul fatto che lo United abbia investito nelle proprie strutture, in particolare il campo di allenamento, il ristorante e la piscina.

Ronaldo è stato anche critico nei confronti di Erik ten Hag, ma ancora una volta le fonti insistono che Ronaldo è stato trattato con rispetto dal club e dall’allenatore: nelle conferenze stampa, Erik ten Hag ha sempre sostenuto che a Ronaldo era stato concesso del tempo libero per occuparsi di questioni familiari.

“In privato, sappiamo che ha problemi con Ronaldo perché continua a lasciarlo fuori. Ma Ronaldo, Ten Hag, i dirigenti, i direttori sportivi, i proprietari, avrebbero dovuto entrare in una stanza qualche settimana fa e dire: ‘Noi non rispettiamoci l’un l’altro, non ci piacciamo l’un l’altro, non vogliamo che questo continui, quindi finiamola come si deve”. Non l’hanno fatto, non c’è stata una leadership proattiva. Si sono allontanati pensando che stesse va bene, ma questo non accade nel calcio, in particolare quando hai a che fare con un personaggio così importante.

“Cristiano sembra qualcuno che pensa che il mondo sia contro di lui – non deve essere così. Il club deve raggiungere Cristiano e i suoi consiglieri e trovare una soluzione che finisca molto rapidamente. Sta diventando sempre più sgradevole di giorno in giorno e non c’è bisogno che sia così”.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

L’esperto di calcio olandese Marcel van de Kraan spiega che Erik ten Hag uscirà più forte dalla situazione di Cristiano Ronaldo

Neville deluso dalle critiche ai giovani giocatori

Durante la sua intervista con Chiacchiere televisiveRonaldo ha anche criticato i giovani giocatori per “non preoccuparsi” o aver ascoltato i suoi consigli e ha affermato che “se la passano troppo facilmente”, ma ha elogiato i compagni di squadra dello United Diogo Dalot, Lisandro Martinez e Casimero per la loro professionalità.

Sky Notizie Sportive capisce che i giocatori dello United sono delusi dal modo in cui Ronaldo si è comportato e Neville pensa che alcuni dei suoi commenti siano stati “ingiusti”.

“Sono rimasto deluso quando ha criticato i giovani giocatori. Questo è quello che la gente diceva di noi quando ci siamo qualificati negli anni ’90. È quello che dicono le persone di fine 30, 40 e 50 anni sui 16, 17 , diciottenni e non è vero”, ha detto Neville.

“In realtà penso che i calciatori di oggi siano più resilienti rispetto a 20 anni fa a causa delle critiche che ricevono sui social media e del controllo che li riguarda. Penso che sia ingiusto criticare i giovani giocatori”.

Utilizza il browser Chrome per un video player più accessibile

GRATIS DA GUARDARE: Momenti salienti di Fulham-Manchester United in Premier League

Lo United è venuto a conoscenza dell’intervista di Ronaldo solo mentre si preparava a tornare da Londra domenica sera dopo la partita di Premier League contro il Fulham, partita vinta grazie al gol del recupero dell’adolescente Alejandro Garnacho.

“Non so se i commenti di Cristiano fossero direttamente a Garnacho, solo Cristiano lo saprebbe”, ha detto Neville. “Non credo che lo fossero, forse.

“Una cosa che direi è quando il ragazzo ha segnato quel gol domenica al Fulham. Non era un gol simile a quello segnato da Cristiano tanti anni fa al Fulham ma era nella stessa zona del campo e sembrava un momento significativo nella carriera di quel giovane giocatore, dato che quel gol era per Cristiano quel giorno.Probabilmente avrei appena telefonato a Piers Morgan e detto: “Guarda, tiralo indietro fino a domani, lasciamo che il ragazzino abbia il suo stasera, lasciamo che il ragazzino abbia i titoli domani.’ Ho pensato che non fosse saggio, personalmente.

“Domenica sera, quando il suo compagno di squadra ha appena segnato una vittoria all’ultimo minuto, la sua squadra aveva segnato una vittoria all’ultimo minuto, il ragazzo aveva appena segnato un gol da eroe in un grande momento, probabilmente sarebbe stato meglio per Cristiano ha rimandato l’annuncio della sua intervista a lunedì sera. Ma la realtà è che è uscito, è quello che è”.

Piers Morgan Uncensored: 90 minuti con Ronaldo continuiamo Chiacchiere televisive giovedì alle 20:00.

Leave a Comment