Coppa del Mondo T20: il cricket “deve” al Sud Africa “momenti cruciali”

Il Sud Africa è stato eliminato dalla Coppa del Mondo T20 dell’anno scorso a ritmo netto

Il cricket “probabilmente deve” al Sud Africa nei momenti cruciali mentre la squadra cerca finalmente di alzare un importante trofeo internazionale alla Coppa del Mondo T20 in Australia, afferma il battitore Pieter Malan.

Malan crede che il paese possa ora infrangere la barriera delle nove presenze – sia maschili che femminili – nelle fasi semifinali dei tornei T20 e 50 over.

“In un torneo T20, ci sono così tante cose di cui hai bisogno per andare per la tua strada nei momenti cruciali”, ha detto il 33enne a BBC Sport Africa.

“Sento che il gioco del cricket probabilmente deve alcuni di questi al Sud Africa, quindi spero che arrivi proprio in questo torneo.

“Il Sudafrica è una squadra troppo forte per non aver vinto un grande trofeo, quindi speriamo che accada abbastanza presto”.

L’uscita dalla semifinale più irritante del Sud Africa è arrivata alla Coppa del mondo di cricket del 1999, quando un esaurimento della finale significava che legato con l’Australia e sono stati eliminati nel record di testa a testa.

I Proteas hanno saltato una semifinale di Coppa del Mondo T20 l’anno scorso quando sono stati eliminati nella fase Super 12 nonostante abbiano terminato a pari punti nel proprio gruppo con l’Inghilterra e l’eventuale Australia vincitrice.

Quest’anno hanno evitato queste due squadre, ma affrontano India, Pakistan, Bangladesh e Paesi Bassi, oltre allo Zimbabwe.

“Penso che abbiano sempre una possibilità – questo è il problema con il Sud Africa – è sempre una delle squadre migliori”, ha detto Malan, il capitano del Sud Africa A che non è nella rosa per l’Australia.

“Si tratta solo di superare il limite in quei momenti cruciali e questo potrebbe essere quello giusto.

“Ci sono condizioni [in Australia] con cui il Sudafrica si sentirà a proprio agio. Sono in un buon posto e ci sono molti giovani eccitanti che stanno arrivando.

“Sta solo mettendo insieme tutto e si spera che superino il traguardo in questa Coppa del Mondo T20”.

Il Sudafrica spera che la battuta potenzialmente distruttiva di Quinton de Kock e David Miller possa dare risultati coerenti, mentre Rilee Rossouw ha fatto un ritorno positivo in squadra e il 22enne Tristan Stubbs è emerso come una delle migliori prospettive.

Il loro attacco veloce al bowling molto apprezzato offre loro una reale possibilità di successo, con Marco Jansen aggiunto a una squadra che include già i clienti abituali della Premier League indiana Kagiso Rabada e Lungi Ngidi.

“L’Australia si adatterà ai nostri giocatori veloci”, ha detto l’allenatore Mark Boucher. “Abbiamo un buon ritmo, un buon rimbalzo nel nostro attacco, quindi dobbiamo mantenere l’aggressività”.

Prospettive positive nonostante il doppio sguardo

Pieter Malan
La carriera internazionale di Pieter Malan ammonta a tre presenze nei test nonostante le medie impressionanti

malan ha fatto il suo debutto in prova contro l’Inghilterra a Cape Town nel 2020, miglior punteggio nel secondo inning con 84 quando i turisti hanno vinto per 189 punti.

Nonostante una media di prima classe di quasi 46, deve ancora aggiungere alle tre presenze vinte in quella serie, anche se lo scorso dicembre ha capitanato il Sudafrica A in una serie di tre partite contro l’India.

La curva a destra di Nelspruit è stata trascurata anche dalla squadra internazionale del T20 nonostante un secolo, 11 mezzo secolo e una media di 39,33 nel formato.

insieme a Il capitano della prova Dean Elgar e il capitano del T20 Temba BavumaMalan ha anche perso la selezione per la competizione inaugurale del franchising SA20 a gennaio, ma è stato pragmatico sui motivi.

“Si tratta di analisi e di ciò di cui i team pensano di aver bisogno e di ciò che possono ottenere”, ha affermato.

“Ci sono molti incontrollabili lì e puoi controllare solo quello che fai sul campo”.

“Penso che sia fantastico per il cricket sudafricano che i ragazzi vengano messi in mostra e si spera che possano dimostrare che c’è molto talento in Sud Africa”.

Il torneo SA20 a sei squadre inizierà il 23 gennaio, con il commissario Graeme Smith, ex capitano del Sud Africa, che ha affermato il campionato è vitale per il futuro del cricket nel paese.

Malan apprezza che il T20 stia sfidando il Test cricket per la supremazia e ammette che i giovani giocatori saranno attratti dalla forma più corta dai soldi offerti nell’SA20 e in campionati simili in tutto il mondo.

“Questo probabilmente potrebbe essere solo dietro l’IPL in termini di essere il secondo T20 più grande al mondo ed è davvero eccitante averlo in Sud Africa, quindi si spera che sia un successo”, ha aggiunto Malan.

“Il test cricket è l’apice e deve rimanere, ma c’è così tanto valore nel cricket T20 e per i giovani che ci superano potrebbe essere difficile scegliere tra i due.

“Questa sarà la sfida per il futuro. È sicuramente un momento interessante per vedere dove porta”.

Leave a Comment