Coppa del Mondo Gruppo C: Argentina, Messico, Polonia e Arabia Saudita

Come

Lionel Messi e l’Argentina saranno i favoriti in fuga per vincere il Gruppo C ai Mondiali del 2022 in Qatar, con il secondo biglietto per gli ottavi di finale apparentemente in palio. Il Messico manterrà viva la sua serie di vittorie consecutive nella fase a gironi e forse farà un ulteriore passo avanti? Riuscirà Robert Lewandowski a portare la Polonia agli ottavi? L’Arabia Saudita è posizionata per scatenare uno o due sconvolgimenti?

Ecco uno sguardo più da vicino al Gruppo C, che prende il via il 22 novembre quando l’Argentina affronterà l’Arabia Saudita e il Messico affronterà la Polonia.

La narrazione qui non è una novità: il caso di Messi come il più grande che abbia mai giocato al gioco potrebbe dipendere dalla sua capacità di colmare il gap evidente nel suo curriculum e vincere un titolo di Coppa del Mondo. Con l’Argentina uscita dal titolo Copa America 2021 – il suo primo trofeo in 28 anni – e una campagna di qualificazione ai Mondiali imbattuta, questo potrebbe benissimo rappresentare la migliore e ultima possibilità del 35enne di assicurarsi la sua eredità.


Argentina

nella Coppa del Mondo

L’Argentina ha vinto la sua prima Coppa del Mondo nel 1978, anno in cui ha ospitato. Ha vinto il suo secondo nel 1986.

Argentina 3,

Olanda 1

Argentina 3,

Germania dell’Ovest 2

Argentina

nella Coppa del Mondo

L’Argentina ha vinto la sua prima Coppa del Mondo nel 1978, anno in cui ha ospitato. Ha vinto il suo secondo nel 1986.

Argentina 3,

Olanda 1

Argentina 3,

Germania dell’Ovest 2

Argentina

nella Coppa del Mondo

L’Argentina ha vinto la sua prima Coppa del Mondo nel 1978, anno in cui ha ospitato. Ha vinto il suo secondo nel 1986.

Argentina 3,

Olanda 1

Argentina 3,

Germania dell’Ovest 2

Poche nazioni hanno una storia calcistica più ricca dell’Argentina, che ha vinto i Mondiali del 1978 e del 1986 ed è passata alla finale nel 1930, 1990 e 2014. Ma la sua reputazione più recente è stata di delusione, che il 2014 è scappato, con Albiceleste accatastata squadre che si sono scontrate nella fase a gironi 2002, quarti di finale 2006 e 2010 e ottavi di finale 2018.

Dopo una serie di crepacuore in Copa America – finendo al secondo posto quattro volte in cinque tornei dal 2004 al 2016, comprese le sconfitte consecutive ai rigori contro il Cile in finale – Messi e Argentina hanno superato il problema con una vittoria per 1-0 sul Brasile in Gioco del titolo 2021. E l’Argentina è arrivata 11-0-6 per finire seconda nella classifica di qualificazione alla Coppa del Mondo 2022 di CONMEBOL.


allenatore

Lionel Scaloni

44 anni

Il cast di supporto di Messi in Qatar sarà una miscela di coorti familiari e volti nuovi. Nicolás Otamendi del Benfica continua a mantenere la linea difensiva e il collega 34enne Ángel Di María, esterno della Juventus che ha recitato per Real Madrid, Manchester United e Paris Saint-Germain, rimane una fonte di ispirazione per l’attacco. L’attaccante della Roma Paulo Dybala è un talento offensivo straordinario il cui posto in campo è in discussione solo perché lui e Messi tendono ad occupare gli stessi spazi.

Questo segnerà il debutto in Coppa del Mondo per l’attaccante dell’Inter Lautaro Martínez, un 25enne che ha già segnato 20 gol con l’Argentina. Lo stesso vale per Rodrigo De Paul, centrocampista box-to-box dell’Atletico Madrid con una gamma impressionante e precisione nei passaggi.


Lionel Messi

35 anni, Rosario, Argentina

Parigi S.

Tedesco

Lionel Messi

35 anni, Rosario, Argentina

Parigi Saint Germain

Lionel Messi

35 anni, Rosario, Argentina

Parigi Saint Germain

Tutti gli occhi, tuttavia, saranno puntati su Messi, il sette volte vincitore del Pallone d’Oro che gioca la sua seconda stagione con il Paris Saint-Germain dopo che il suo mandato decorato, 17 anni, a Barcellona è terminato inaspettatamente a causa delle difficoltà finanziarie del club. Un attaccante agile con un controllo trascendente e abilità nel finale, Messi ha iniziato alla grande con il PSG in questa stagione dopo che il suo bottino di 11 gol nell’anno 1 ha ottenuto una serie di 13 stagioni consecutive per club in cui ha segnato più di 30 gol.

Messi non ha perso un passo sulla scena internazionale, segnando sei gol in tre presenze quest’anno. Con 90 gol in 164 presenze, è sia il miglior marcatore di tutti i tempi dell’Argentina che il giocatore con più presenze. Tuttavia, gran parte della base di fan dell’Albiceleste dirà per sempre che impallidisce in confronto a Diego Maradona – il regista magnetico che ha portato l’Argentina alla corona della Coppa del Mondo 1986 – a meno che Messi non riesca a eguagliare quell’impresa con un titolo tutto suo.

Devi darlo al Messico: è niente se non coerente, avanzando dalla fase a gironi in sette Coppe del Mondo consecutive prima di cadere ogni volta agli ottavi. Nonostante le recenti lotte, El Tri si dirigerà in Qatar con l’obiettivo non solo di sopravvivere al gruppo, ma anche di ottenere quella sfuggente vittoria agli ottavi.


Il Messico ha ospitato due Mondiali, nel 1970 e nel 1986. Ospiterà anche la prossima Coppa del Mondo, nel 2026, insieme a Stati Uniti e Canada.

Il Messico ha ospitato due Mondiali, nel 1970 e nel 1986. Ospiterà anche la prossima Coppa del Mondo, nel 2026, insieme a Stati Uniti e Canada.

Il Messico ha ospitato due Mondiali, nel 1970 e nel 1986. Ospiterà anche la prossima Coppa del Mondo, nel 2026, insieme a Stati Uniti e Canada.

I due migliori piazzamenti del Messico in Coppa del Mondo – i quarti di finale nel 1970 e nel 1986 – sono arrivati ​​entrambi in casa. El Tri sembrava ben posizionato per vincere il suo girone e guadagnare un percorso gestibile a eliminazione diretta quattro anni fa in Russia, dopo aver sconvolto il campione in carica della Germania e poi aver superato la Corea del Sud. Ma i messicani sono crollati a una sconfitta per 3-0 contro la Svezia nella finale della fase a gironi, sono scesi al secondo posto nel girone e sono caduti, 2-0, contro il Brasile negli ottavi.

Cosa rende speciale la rivalità USA-Messico? Amore e odio, passione e rispetto.

Più recentemente, il Messico ha perso la presa sulla corona di Concacaf. Nell’estate del 2021, il Messico è caduto agli Stati Uniti ai supplementari sia nella finale della Concacaf Nations League che nella partita per il titolo della Gold Cup. Sebbene un record di 8-2-4 nelle qualificazioni ai Mondiali sia stato sufficiente per i messicani per timbrare il biglietto per il Qatar come squadra al secondo posto della regione, El Tri è andato 0-2-2 contro Stati Uniti e Canada, irritando ulteriormente un fan base utilizzata per governare la regione.


allenatore

zia Martino

59 anni

Il portiere Guillermo Ochoa, che ora ha 37 anni e gioca per il Club America, è pronto per andare alla sua quinta Coppa del Mondo, terzo da titolare del Messico tra i pali. I compagni veterani Héctor Moreno e Andrés Guardado sono apparentemente scivolati in ruoli secondari, ma il centrocampista 32enne Héctor Herrera — arrivato alla Houston Dynamo dall’Atlético Madrid la scorsa estate — è rimasto una presenza solida nel centrocampo centrale insieme a Edson Álvarez dell’Ajax.

In attacco, l’esterno del Napoli Hirving Lozano rappresenta una minaccia dinamica mentre taglia dalla fascia sinistra al suo letale piede destro. E Rogelio Funes Mori, un ex nazionale argentino che è passato una volta al Messico nel 2021 dopo essersi fatto un nome con Monterrey, dà a Martino la possibilità di giocare un vero bracconiere in cima.


Raul Jiménez

31 anni, Tepeji, Messico

Wolverhampton Wanderers

Raul Jiménez

31 anni, Tepeji, Messico

Wolverhampton Wanderers

Raul Jiménez

31 anni, Tepeji, Messico

Wolverhampton Wanderers

Con l’esterno del Siviglia Jesus “Tecatito” Corona probabilmente fuori per la Coppa del Mondo con un perone fratturato, ancora di più l’onere offensivo atterrerà su Raúl Jiménez, anche se lui stesso sta affrontando un infortunio all’inguine persistente. Con un’attaccante di 6 piedi e 3 che ha segnato 54 gol nelle sue prime quattro stagioni con la squadra della Premier League Wolverhampton, Jiménez trova regolarmente anche la rete per il suo paese. E i fan del Messico sarebbero entusiasti di vederlo in campo in Qatar dopo aver subito una frattura al cranio nel novembre 2020 che ha minacciato la sua carriera e lo ha tenuto in disparte per la maggior parte dell’anno.

Quanto lontano può portare un talento trascendente una squadra altrimenti pedonale? Questa sarà la domanda che dovrà affrontare il prolifico attaccante Robert Lewandowski – vincitore degli ultimi due premi FIFA di giocatore dell’anno maschile – e i suoi compagni di squadra polacchi in Qatar.


La Polonia non ha superato gli ottavi di finale in 40 anni, nonostante due terzi posti nel 1974 e nel 1982.

La Polonia non ha superato gli ottavi di finale in 40 anni, nonostante due terzi posti nel 1974 e nel 1982.

La Polonia non ha superato gli ottavi di finale in 40 anni, nonostante due terzi posti nel 1974 e nel 1982.

Dopo essere arrivata terza ai Mondiali del 1974 e 1982 e aver raggiunto gli ottavi di finale nel 1986, la Polonia si è qualificata solo per tre degli ultimi nove tornei e non è mai uscita dalla fase a gironi. Dopo essere andata 6-2-2 nel Gruppo I delle qualificazioni ai Mondiali UEFA, finendo seconda dietro all’Inghilterra, la Polonia ha ottenuto un passaggio gratuito nelle semifinali dei playoff (quando la Russia è stata squalificata a causa dell’invasione della nazione in Ucraina), poi ha ottenuto un 2- 0 vincere sulla Svezia per timbrare il suo biglietto per il Qatar.


allenatore

Czeslaw

Michniewicz

allenatore

Czeslaw

Michniewicz

allenatore

Czeslaw Michniewicz

52 anni

Il portiere della Juventus Wojciech Szczęsny offre alla Polonia una presenza perfetta tra i pali, mentre Kamil Glik, difensore centrale di 34 anni del Benevento, club italiano di Serie B, è il punto di riferimento della difesa. Il centrocampo dell’allenatore del primo anno Czesław Michniewicz include il regista del Napoli Piotr Zieliński, con Arkadiusz Milik del Marsiglia e Karol Świderski del Charlotte FC tra le opzioni per completare Lewandowski in testa.


Robert Lewandowski

34 anni, Varsavia, Polonia

FC Barcelona

Robert Lewandowski

34 anni, Varsavia, Polonia

FC Barcelona

Robert Lewandowski

34 anni, Varsavia, Polonia

FC Barcelona

Ma la Polonia vivrà e morirà con Lewandowski, un attaccante di 6 piedi-1 con la consapevolezza di esporre le sacche di spazio più sottili nell’area avversaria e la tecnica per mettere la palla in rete con la testa o con i piedi. Lewandowski è finito come capocannoniere della Bundesliga in sette delle sue otto stagioni con il Bayern Monaco, segnando più di un gol a partita nelle ultime tre stagioni prima di passare al Barcellona con un trasferimento di $ 51 milioni la scorsa estate. È anche il capocannoniere di tutti i tempi della Polonia, con 76 gol in 134 presenze.

La terza squadra con il punteggio più basso in questa Coppa del Mondo – battendo solo Ghana e Qatar – l’Arabia Saudita è un tiro lungo ma, dopo una forte campagna di qualificazione, non necessariamente un incontro su cui gli avversari possono contare per tre punti automatici.


Arabia Saudita

nella Coppa del Mondo

Con il suo vicino come ospite, questa sarà la sesta apparizione in Coppa del Mondo dell’Arabia Saudita.

Arabia Saudita

nella Coppa del Mondo

Con il suo vicino come ospite, questa sarà la sesta apparizione in Coppa del Mondo dell’Arabia Saudita.

Arabia Saudita

nella Coppa del Mondo

Con il suo vicino come ospite, questa sarà la sesta apparizione in Coppa del Mondo dell’Arabia Saudita.

Questo segna la sesta trasferta dell’Arabia Saudita ai Mondiali negli ultimi otto tornei, anche se i Green Falcons sono usciti dalla fase a gironi solo una volta: ai Mondiali del 1994 negli Stati Uniti che hanno segnato il loro debutto. La Coppa d’Asia 2019 è stata una delusione per l’Arabia Saudita, che è arrivata seconda dietro al Qatar nel suo girone e poi ha perso contro il Giappone agli ottavi. Ma la squadra dell’allenatore Hervé Renard si è ripresa segnando 7-1-2 nelle qualificazioni ai Mondiali, in vantaggio Il Giappone al primo posto nel Gruppo B asiatico.


allenatore

Hervé Renard

54 anni

L’intera rosa dell’Arabia Saudita è composta da giocatori della Saudi Professional League, con i club di Riyadh Al-Hilal e Al-Nassr particolarmente ben rappresentati. Renard si affiderà al portiere Mohammed Al-Owais, al terzino Yasser Al-Shahrani, al centrocampista centrale Salman Al-Faraj e all’esterno Fahad Al-Muwallad come robusti veterani, mentre il giovane attaccante Firas Al-Buraikan potrebbe innescare l’attacco dell’Arabia Saudita.


Salem Al-Dawsari

31 anni, Jeddah, Arabia Saudita

Al Hilal SFC

Salem Al-Dawsari

31 anni, Jeddah, Arabia Saudita

Al Hilal SFC

Salem Al-Dawsari

31 anni, Jeddah, Arabia Saudita

Al Hilal SFC

Il miglior giocatore da tenere d’occhio è Salem Al-Dawsari, esterno di 31 anni che si ritaglia occasioni da rete dalla fascia sinistra. Dopo aver segnato il vincitore in ritardo nell’unica vittoria dell’Arabia Saudita in Russia quattro anni fa – un risultato per 2-1 contro l’Egitto – Al-Dawsari ha segnato sette gol nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022 per pareggiare con Saleh Al-Shehri per il comando della squadra. E sta uscendo da 18 gol in carriera in tutte le competizioni per Al-Hilal la scorsa stagione.

Leave a Comment