Coppa del Mondo: Budweiser ‘cercherà di eliminare $ 47 milioni dal suo accordo’ con la FIFA dopo il divieto dell’alcol dell’ultimo minuto

Secondo quanto riferito, Budweiser cercherà circa 47 milioni di dollari dalla FIFA in seguito alla decisione di inversione a U di consentire la vendita di alcolici all’interno degli stadi durante la Coppa del Mondo.

Venerdì scorso, la FIFA ha annunciato che l’alcol sarebbe stato proibito all’interno degli stadi del torneo con una decisione dell’undicesima ora apparentemente motivata dalle pressioni della famiglia reale del Qatar.

Anheuser-Busch InBev, il gigante della birra che possiede Bud e dozzine di altri marchi di birra, ha un accordo da 75 milioni di dollari con la FIFA per essere il fornitore ufficiale di birra per la Coppa del Mondo in Qatar e, secondo quanto riferito, ne ha già un altro del valore di circa 112 milioni di dollari per il Mondiali 2026 negli Stati Uniti, in Messico e in Canada.

Tuttavia, a seguito dell’annullamento della vendita di alcolici negli stadi da parte della FIFA quest’anno, Budweiser cercherà una detrazione di 47,4 milioni di dollari sulla sua parte dell’accordo per il torneo del 2026, secondo The Sun.

Il torneo del 2026 vedrà la partecipazione di più squadre, il che significa che ci saranno un totale di 80 partite che si svolgeranno nei tre paesi, un aumento rispetto alle attuali 64.

Ciò significa anche che Budweiser avrà l’opportunità di vendere più birra negli stadi e nelle fan zone durante la Coppa del Mondo.

Secondo quanto riferito, Budweiser cercherà circa 47 milioni di dollari dalla FIFA per la decisione di inversione di marcia sulla possibilità di servire alcolici all'interno degli stadi durante la Coppa del Mondo

Secondo quanto riferito, Budweiser cercherà circa 47 milioni di dollari dalla FIFA per la decisione di inversione di marcia sulla possibilità di servire alcolici all’interno degli stadi durante la Coppa del Mondo

Gli stand Budweiser vuoti, che avrebbero venduto birra ai tifosi prima e dopo le partite, ora sono vuoti e potranno invece vendere solo Bud Zero

Gli stand Budweiser vuoti, che avrebbero venduto birra ai tifosi prima e dopo le partite, ora sono vuoti e potranno invece vendere solo Bud Zero

Lo sceicco Hamad bin Khalifa bin Ahmed Al Thani (a destra, di fronte alla telecamera), presidente della Federcalcio del Qatar, accanto a un cartellone di Budweiser durante una sessione di allenamento

Lo sceicco Hamad bin Khalifa bin Ahmed Al Thani (a destra, di fronte alla telecamera), presidente della Federcalcio del Qatar, accanto a un cartellone di Budweiser durante una sessione di allenamento

La Coppa del Mondo di quest’anno è la prima che si terrà in un paese musulmano conservatore con rigidi controlli sull’alcol, il cui consumo è vietato in pubblico, e l’inversione ha sollevato interrogativi tra alcuni tifosi sulla capacità del paese ospitante di mantenere le promesse ai tifosi .

Il Qatar è una nazione tipicamente astemia in cui i turisti possono acquistare o consumare alcolici solo all’interno di hotel o ristoranti autorizzati. Le esenzioni per la Coppa del Mondo avrebbero consentito ai tifosi di acquistare birre in speciali “zone per i tifosi” o negli atri degli stadi.

Budweiser, uno dei principali sponsor della Coppa del Mondo, doveva vendere esclusivamente birra alcolica all’interno del perimetro del biglietto che circonda ciascuno degli otto stadi tre ore prima e un’ora dopo ogni partita.

Ma il Qatar ha rinnegato parte di quell’accordo, il che significa che la birra ora può essere venduta solo all’interno delle “zone dei fan”, dove le pinte costeranno circa $ 14.

La decisione dell’undicesima ora è stata apparentemente motivata dalle pressioni della famiglia reale del Qatar.

“A seguito delle discussioni tra le autorità del paese ospitante e la FIFA, è stata presa la decisione di concentrare la vendita di bevande alcoliche sul FIFA Fan Festival, altre destinazioni per i tifosi e luoghi autorizzati, rimuovendo i punti vendita di birra dai perimetri dello stadio della Coppa del Mondo FIFA 2022 del Qatar ‘, ha dichiarato un portavoce della FIFA in una dichiarazione, appena due giorni prima dell’inizio del torneo.

Uno stand della birra Budweiser al Fan Festival in vista della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022

Uno stand della birra Budweiser al Fan Festival in vista della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022

Il festival dei fan, dove le pinte costano $ 14 ciascuna, è ora uno dei pochi posti in tutta Doha dove i fan in visita possono acquistare alcolici

Il festival dei fan, dove le pinte costano $ 14 ciascuna, è ora uno dei pochi posti in tutta Doha dove i fan in visita possono acquistare alcolici

‘Non vi è alcun impatto sulla vendita di Bud Zero che rimarrà disponibile in tutti gli stadi della Coppa del Mondo del Qatar.

“Le autorità del paese ospitante e la FIFA continueranno a garantire che gli stadi e le aree circostanti offrano un’esperienza piacevole, rispettosa e piacevole per tutti i tifosi.

‘Gli organizzatori del torneo apprezzano [Budweiser’s] comprensione e supporto continuo al nostro impegno congiunto per soddisfare tutti durante la Coppa del Mondo.’

Dopo l’annuncio della notizia, InBev non ha fatto menzione di possibili azioni legali per l’affare da 75 milioni di dollari.

La società ha rilasciato una dichiarazione breve e concisa in merito al divieto della birra in cui affermava di non vedere l’ora di “celebrare il calcio con i nostri consumatori”, ma alcune vendite non potevano andare avanti a causa di “circostanze al di fuori del nostro controllo”.

La sua bevanda analcolica, Bud Zero, può ancora essere venduta all’interno degli stadi.

Ore prima che la dichiarazione venisse rilasciata, l’account Twitter di Budweiser ha pubblicato un tweet sfacciato che diceva “beh, questo è imbarazzante …” ma è stato successivamente cancellato.

Budweiser inizialmente ha cercato di fare luce sulla situazione in un tweet ora cancellato

Budweiser inizialmente ha cercato di fare luce sulla situazione in un tweet ora cancellato

La decisione dell’ultimo minuto ha fatto sì che migliaia di lattine di birra Budweiser siano state ammucchiate in un magazzino in Qatar.

Budweiser ha affrontato la prospettiva che grandi quantità di scorte andassero sprecate.

Tuttavia, domenica ha offerto le lattine di birra alla nazione che esce vittoriosa dopo il torneo.

Diceva: “Nuovo giorno, nuovo tweet”. Il paese vincente ottiene i boccioli. Chi li prenderà?’

Si dice che le petroliere abbiano effettuato il viaggio di 8.000 miglia verso il Qatar rifornite di birra proveniente da birrifici in Inghilterra e Galles.

.

Leave a Comment