Briefing Mondiali 2022: le squadre prendono forma mentre incombe il calcio d’inizio del Qatar | Coppa del Mondo 2022


Coppa del Mondo

L’evento principale

Partiamo dalle notizie dal Brasile, dove i cinque volte campioni sono stati tra i primi a confermare la loro ultima rosa di 26 giocatori per il Qatar. La grande sorpresa è stata l’inclusione di Dani Alves, che compirà 40 anni la prossima primavera e, se dovesse giocare, diventerà il terzo giocatore di campo più anziano in un Mondiale (solo l’argentino Ángel Labruna e il camerunese Roger Milla erano più grandi). Ci si aspettava che l’astuto terzino avrebbe concluso la sua carriera all’Universidad Nacional in Messico, ma la sua inclusione nel volo per Doha suggerisce che la riprenderà di nuovo. Bene, se è in forma.

Alves ha subito un infortunio al ginocchio il 1 ottobre e da allora non ha più giocato. Non che questo infastidisca il capo allenatore, Tite, che questa settimana ha parlato delle abilità e dell’atteggiamento del veterano. “Aggiunge aspetti tecnici e tattici che sono impressionanti, per essere un organizzatore, un articolatore”, ha detto. “Certo non è più un giocatore dai 60 ai 70 metri, ma ha altre virtù… anche aspetti mentali e fisici”. Forse un ruolo da uomo delle vibrazioni attende. Ci sono state poche altre sorprese nella squadra guidata da Neymar oltre all’omissione di Roberto Firmino, che può essere perdonato per essersi sentito un po’ seccato dopo aver segnato otto gol per il Liverpool in questa stagione mentre si stava ancora allenando disinteressatamente.

Passiamo ora a un paio di talismani. C’è stata preoccupazione in campo senegalese per la forma fisica di Sadio Mané, l’eroe che ha trascinato la sua nazione oltre l’Egitto nei playoff per il Qatar, ma è stato nominato nella loro rosa. L’attaccante è uscito zoppicando durante la vittoria per 6-1 del Bayern Monaco sul Werder Brema, con il club che inizialmente ha minimizzato la gravità di un infortunio al perone destro, prima che L’Équipe intervenisse suggerendo che avrebbe potuto affrontare un lungo licenziamento che lo avrebbe dominato fuori dal girone di apertura contro l’Olanda. Tuttavia, i timori di un intervento chirurgico sono stati dissipati. “Preferisco tenerlo in rosa perché è una parte importante di noi”, ha detto l’allenatore del Senegal, Aliou Cissé.

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

Mostrare

Questo è un Mondiale come nessun altro. Negli ultimi 12 anni il Guardian ha riferito sulle questioni che circondano il Qatar 2022, dalla corruzione e dalle violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e alle leggi discriminatorie. Il meglio del nostro giornalismo è raccolto nella nostra home page dedicata Qatar: Beyond the Football per coloro che vogliono approfondire le questioni oltre il campo.

Grazie per il tuo feedback.

C’è ottimismo anche per la Corea del Sud, che temeva che Son Heung-min avrebbe dovuto guardare le partite dal divano dopo essersi fratturato un’orbita per gli occhi del Tottenham a Marsiglia. Ma dopo un intervento chirurgico riuscito, l’attaccante ha confermato che andrà in palla, anche se chiaramente c’è ancora qualche guarigione da fare. “Non mi mancherà questo per il mondo. Non vedo l’ora di rappresentare il nostro bellissimo Paese”, ha scritto su Instagram. “Quando penso alle maschere che indossi pazientemente da oltre due anni, la mia maschera che indosserò alle partite di Coppa del Mondo non è niente. Se c’è solo l’1% di possibilità, valuterò questa possibilità”.

Cavalli neri perenni La Svizzera avrà una delle squadre più esperte dopo Murat Yakin chiamato Granit Xhaka, che appare al suo terzo torneo, insieme al difensore centrale Fabian Schär e Xherdan Shaqiri, che attende con impazienza la sua quarta Coppa del Mondo. Sono inclusi anche Manuel Akanji del Manchester City e Breel Embolo del Monaco, che guiderà la prima linea, e il talentuoso 20enne centrocampista degli Young Boys Fabian Rieder. Così soddisfatto della profonda piscina svizzera da cui doveva scegliere, Yakin ha detto: “Avevamo l’imbarazzo della scelta”. Questa è una prospettiva fiduciosa. Un altro vecchio giocatore, Luka Modric, capitanerà la Croazia alla sua quarta finale in una rosa che non è cambiata molto nel corso degli anni, con Ivan Perisic, Mateo Kovacic e Dejan Lovren tutti inclusi per un’altra dose di servizio in nazionale.

Non molti darebbero all’Australia una possibilità di combattimento di raggiungere gli ultimi round dopo che Graham Arnold ha fatto il punto sugli infortuni e alla fine ha nominato un eclettico mix di giocatori che ha chiamato i “canguri del pugilato”. Diciassette dei 26 giocheranno la loro prima Coppa del Mondo e l’inclusione di Garang Kuol ricorda quella di Theo Walcott con l’Inghilterra nel 2006. Kuol, che si unirà al Newcastle United in Premier League a gennaio, deve ancora iniziare una partita di campionato senior, ma è essere preso come un “giocatore d’impatto” nel Gruppo D. Se il 18enne è all’altezza della sua fattura incisiva, forse i Socceroos avranno la possibilità di dare un occhio nero a uno tra Francia, Danimarca o Tunisia. I guanti sono tolti. UK

Punti di discussione

Maddison fa il taglio per l’Inghilterra
Un annuncio della squadra inglese richiede un jolly per valere la pena. Il modello di quest’anno è James Maddison, che è stato anche uno dei migliori giocatori della Premier League in questa stagione, anche tra le prime lotte del Leicester. Sembra destinato allo stesso status di cui godeva Jack Grealish a Euro 2020, quando Gareth Southgate ha affrontato ripetute richieste di fan e media per insanguinare qualcuno di diverso ed eccitante. Maddison e Conor Gallagher del Chelsea, convocati davanti a Jadon Sancho e James Ward-Prowse del Manchester United, sono state le scelte a sorpresa in una squadra piena di giocatori d’attacco, tra cui Callum Wilson del Newcastle come attaccante di riserva di Harry Kane. Ciò è piuttosto volato di fronte a coloro che personificano Southgate come un manager negativo. Affinché Maddison possa giocare a parte, ha un notevole talento davanti a sé, non ultimo Jude Bellingham, 19 anni e che sembra un titolare garantito. JB

I membri della squadra inglese James Maddison, Callum Wilson e Marcus Rashford.
James Maddison, Callum Wilson e Marcus Rashford offriranno una minaccia per l’Inghilterra in Qatar. Composito: Getty Images

Page ripone fiducia in Bale e Allen, in forma o meno
Rob Page ha ammesso che due dei suoi giocatori chiave hanno punti interrogativi sulla loro forma fisica quando ha annunciato la sua squadra del Galles. Il capitano superstar della nazione, Gareth Bale, deve ancora completare 90 minuti dal suo passaggio alla Major League Soccer a giugno, anche se è uscito dalla panchina per segnare un pareggio ai tempi supplementari per aiutare la LAFC a vincere il suo primo titolo MLS all’inizio di questo mese. “Ha giocato tutti i minuti che avremmo voluto? Probabilmente no”, ha detto Page. “Si è dimostrato più e più volte quando indossa la maglia gallese, indipendentemente da quanti minuti ha giocato a livello nazionale, è sempre prodotto”. Joe Allen di Swansea è l’altro giocatore su cui Page era felice di correre un rischio quando si trattava della sua forma fisica. Page vede il centrocampista 32enne dello Swansea come la chiave per far funzionare la sua filosofia in campo. “Se è in forma, sta giocando. È eccezionale per come gioco e per il successo che abbiamo avuto… conosce il gioco a fondo e questo è inestimabile. UK

Benzema sarà il talismano della Francia
A 34 anni, Karim Benzema il mese scorso è diventato il primo vincitore più anziano del Pallone d’Oro dai tempi di Stanley Matthews nel 1956. Ha aspettato 12 anni per giocare alla sua seconda Coppa del Mondo, l’ultimo dei quali il torneo del 2010 illuminato da Blues avendo il madre di tutte le file, mentre i giocatori hanno messo in scena una rivoluzione contro l’allenatore entusiasta dell’oroscopo Raymond Domenech prima di schiantarsi nella fase a gironi. Benzema è tornato in nazionale solo in tempo per Euro 2020, dopo essere stato esiliato in un caso di ricatto che coinvolgeva il compagno di squadra Mathieu Valbuena dove l’attaccante del Real Madrid è stato dichiarato colpevole da un tribunale. In una rosa francese priva di Paul Pogba e N’Golo Kanté, il motore del trionfo del 2018, Benzema è diventato tardivamente il portabandiera del suo paese con Kylian Mbappé, anche se la sua forma fisica è in dubbio. Benzema ha iniziato una partita di club l’ultima volta il 19 ottobre, dopo aver lottato con problemi muscolari. JB

L'ex giocatore del Lione Karim Benzema tiene il suo Pallone d'Oro nella partita di Ligue 1 del club contro il Nizza venerdì sera
L’ex giocatore del Lione Karim Benzema detiene il suo Pallone d’Oro nella partita di Ligue 1 del club contro il Nizza venerdì sera. Fotografia: Laurent Cipriani/AP

È stata una grande settimana per Sepp Blatter poiché l’ex presidente della Fifa ha ammesso che consegnare la Coppa del Mondo al Qatar in primo luogo è stato un “errore” e una “cattiva scelta”. L’86enne ha detto al quotidiano svizzero Tages-Anzeiger che la decisione è stata il risultato di pressioni politiche segrete, un’affermazione che aveva già fatto. “È un paese troppo piccolo”, ha detto. “Il calcio e la Coppa del Mondo sono troppo grandi per questo”. Khalid Salman, ex calciatore internazionale del Qatar e ambasciatore della Coppa del Mondo del Qatar, ha suscitato indignazione quando ha descritto l’omosessualità come “un danno mentale”. Rasha Younes del programma per i diritti LGBT di Human Rights Watch ha affermato che i commenti di Salman sono “dannosi e inaccettabili”. Nel frattempo, il più grande gruppo di sostenitori LGBTQ+ d’Inghilterra, Three Lions Pride, ha criticato David Beckham per essere diventato un ambasciatore pagato per il Qatar 2022, definendo la decisione dell’ex centrocampista “incredibilmente deludente”. E il gruppo per i diritti umani Equidem ha pubblicato un rapporto che chiede un risarcimento per i lavoratori migranti, che secondo loro hanno subito discriminazioni basate sulla nazionalità, pratiche di reclutamento illegale e, in alcuni casi, salari non pagati. UK

Una veduta dello stadio 974 di Doha.
Consegnare la Coppa del Mondo al Qatar è stato descritto come un errore da Sepp Blatter, l’ex presidente della Fifa. Fotografia: Xinhua/Shutterstock

Autogol iniziale

L’associazione di questa Coppa del Mondo con le preoccupazioni per i diritti umani non rappresenta un granché per i potenziali inserzionisti. Ma è stata vista come un’opportunità per BrewDog, il birrificio attento alla pubblicità, quando ha lanciato una “campagna anti-pubblicità”. Nell’annunciare che tutti i profitti derivanti dalle vendite del loro marchio Lost Lager sarebbero stati diretti a cause di “combattere le violazioni dei diritti umani”, hanno dichiarato: “Questa non è una Coppa del Mondo. È un Mondiale F*Cup. Il calcio è stato trascinato nel fango prima che un solo pallone venisse calciato”. Non passò molto tempo prima che le foto dei prodotti BrewDog in vendita in Qatar circolassero. Anche le partite della Coppa del Mondo verranno trasmesse nei loro punti vendita. “Non vendiamo direttamente in Qatar, ma abbiamo una relazione con un distributore che vende in più mercati del Medio Oriente”, ha raddoppiato una risposta. “Apple vende iPhone in Qatar, ciò non significa che approvi le violazioni dei diritti umani”. Marketing Week ha riferito che Unite Hospitality ha definito questa “ennesima campagna pubblicitaria ingannevole progettata per distrarre i clienti dal fatto che BrewDog è uno dei peggiori datori di lavoro nel settore della birra quando si tratta di fare la cosa giusta dai suoi lavoratori”. JB

Rete di esperti

Come parte di una collaborazione unica tra alcuni dei migliori media del mondo, una serie di guide del team stanno portando un sapore e una competenza locali alla nostra copertura di questa Coppa del Mondo. Puoi trovarli tutti qui, ma ecco un assaggio dall’anteprima della Polonia di Tomasz Wlodarczyk:

Di solito si discute molto sull’apprendimento dai fallimenti passati, ma questa volta il consenso generale tra il pubblico sembra essere: “Fatti, non parole”. Come sempre molto dipende da Robert Lewandowski, attaccante che sa segnare contro qualsiasi difesa, e questa volta è circondato da giocatori in forma: Sebastian Szymanski sboccia al Feyenoord mentre Piotr Zielinski sta facendo una stagione fantastica come parte di una macchina letale del Napoli . Forse la qualificazione per la fase a eliminazione diretta è un desiderio che può finalmente avverarsi.

L'allenatore della nazionale polacca Czeslaw Michniewicz durante una conferenza stampa per annunciare la sua squadra
L’allenatore della nazionale polacca Czeslaw Michniewicz ha annunciato la sua rosa per la Coppa del Mondo. Fotografia: Andrzej Lange/EPA

E infine…

Durante il riscaldamento prima del primo inchino ai Mondiali, Facundo Tello ha fatto un tuffo in tutto il mondo domenica scorsa, rilasciando 10 [ten] cartellini rossi durante la finale del Champions Trophy dell’Argentina. Sette sono andati come i giocatori del Boca Juniors mentre tre sono stati salutati al Racing Club. Un giocatore di ogni squadra aveva già ricevuto l’ordine di marcia dopo una mischia a tempo pieno con il punteggio di 1-1. Ma il vero dramma è arrivato nei tempi supplementari. Dopo il colpo di testa di Carlos Alcaraz al 118′ per il Racing e una provocante esultanza davanti ai tifosi del Boca, si è scatenato l’inferno. Tello ha visto la sua unica linea d’azione ridurre il gioco a 12 giocatori, iniziando con Alcaraz e proseguendo da lì. Non estraneo ai cartellini rossi multipli in Argentina, questa non sarà la sua prima trasferta in Qatar, dopo aver arbitrato l’Arab Cup 2019, un test event per il big. JB

Leave a Comment